"Ti prego non lasciarmi andare" di Carian Cole

Amici delle Gatte le nostre Angel e Luna, hanno letto per noi "Ti prego non lasciarmi andare" di Carian Cole, pubblicato dalla Newton Compton Editori il 28 giugno.

L'autrice dopo "Ti prego non spezzarmi il cuore" fa il suo ritorno con il secondo volume della serie All torn up, andiamo a vedere cosa ne pensano di questa nuova storia......

TRAMA:


La mia infanzia venne rubata il giorno in cui mi rapirono, condannandomi a una prigionia di undici lunghi anni.


Anche una volta libera non conoscevo più il significato di amore, speranza o felicità.


Ero smarrita in un mondo che non mi apparteneva e cominciavo a pensare di non aver diritto ad alcun futuro.


Non avrei mai potuto immaginare che il mio principe azzurro sarebbe arrivato con le sembianze di un uomo schivo, coperto di cicatrici e tatuaggi, incapace di pronunciare una singola parola.


Il momento in cui i nostri occhi si sono incontrati le nostre anime hanno vibrato e ho capito che era l'unica persona al mondo in grado di salvarmi.


E adesso desidero soltanto riuscire a sentire il suono della sua voce.


SCHEDA LIBRO:


Titolo: Ti prego non lasciarmi andare

Autore: Carian Cole

Editore: Newton Compton Editori

Serie: All torn up

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: 3,99€ - 12,90€

Data di pubblicazione: 28 giugno 2019

Link di acquisto: https://amzn.to/2XYqbch



RECENSIONE

a cura della nostra Angel:


Cari lettori, per la prima volta mi trovo in difficoltà a scrivere una recensione, perché il libro mi è piaciuto talmente tanto da entrarmi nelle ossa e riuscire a mettere insieme i pensieri per farvi capire cosa ho provato è molto difficile, ma ci proverò.

Avevo conosciuto lo stile di Carian Cole con il romanzo “Ti prego non spezzarmi il cuore” e avevo amato la storia, ma devo dire che l’autrice si è superata con “Ti prego non lasciarmi andare”. Nel precedente romanzo avevamo conosciuto superficialmente Tyler il fratello di Toren, ma in questo romanzo dove è lui protagonista abbiamo la possibilità di conoscerlo nel profondo e scoprire che dietro a quella nomina da pazzoide si nasconde un ragazzo dal cuore grande e una bontà infinita.

Una notte nel bosco, dove Tyler vive e si sente al sicuro lontano dalla città, non s’immaginava certo di trovare una ragazzina dentro un fosso.

La ragazza in questione è Holly, scomparsa da undici anni, data ormai per morta. Tyler non ci pensa due volte e cerca di salvare Holly, ma come in ogni storia quando arriva la polizia pensa che sia stato lui a maltrattarla e viene arrestato.


In seguito rilasciato e scoperta la verità ritorna alla sua vita e di Holly non sa più nulla, o almeno è questo che la ragazza crede.

Per lei lui è il principe delle favole, di quei libri che le hanno tenuto compagnia in undici anni di prigionia nelle mani di un pedofilo.

Vorrei soffermarmi proprio su questo aspetto della storia, la profondità con cui è descritto il profilo psicologico della ragazza e i racconti agghiaccianti che scuotono anche l’animo più resistente.

Personalmente sono crollata diverse volte durante la lettura, ho pianto, ho sofferto per lei, con lei, mentre affronta i suoi demoni e cerca di ricostruirsi un pezzo alla volta.

Vi assicuro che non è la solita storia, in questo romanzo ci sono due anime fatte a pezzi che non si arrendono e vogliono costruire un futuro.

«Non puoi fidarti di nessuno, ragazzina. Il male si nasconde dentro ognuno di noi. Tu hai tirato fuori il male che c’è in me». «Credo che tu abbia ragione. È solo che avrei tanto voluto tenerlo». Lo stringo forte, non voglio allontanarmi ancora una volta da lui. Per molto tempo è stato il mio unico amico. L’unico che mi volesse bene. Senza Poppy, credo che avrei dimenticato completamente cosa si prova ad amare un altro essere vivente. Senza di lui il mio mondo sarebbe stato composto soltanto di paura, disprezzo e tecniche di sopravvivenza.

Se da un lato Tyler non riesce a capire come sia possibile che Holly non abbia paura di lui, dall’altra la desidera e non come una semplice amica, ma la vorrebbe come la sua donna.

Tra i due inizia la storia d’amore più bella che abbia mai letto, fatta di scoprirsi lentamente, mettendosi a nudo e il lettore non si fermerà finchè non sarà arrivato all’ultima riga.

“E se invece fossi l’uomo giusto per me?”.

Non mi sarei mai aspettato la reazione che ha avuto.

Ho sempre pensato che sarebbe fuggita, se avesse scoperto cosa mi passava per la testa. Non avrei mai creduto che fosse disposta ad ascoltarmi, che potesse volerlo anche lei, almeno in parte.

Consiglio vivamente la lettura, non potete perdervi la storia di Tyler e Holly, specialmente per il significato di questo romanzo.





Valutazione di lettura: 😻😻😻😻😻







RECENSIONE

a cura della nostra Luna:


Dopo aver letto – Ti prego non spezzarmi il cuore- libro che mi è piaciuto molto, sono sincera, non credevo di imbattermi in una storia così travolgente.

Con questo Romanzo la Cole rientrerà tra le mie Autrici preferite se questa è l’evoluzione delle sue storie. Non ho trovato nessuna sbavatura, niente che mi facesse dubitare… l’unica cosa certa è che questa lettura mi ha sottratto ore di sonno tendo il cuore chiuso in un pugno. Ho amato Holly con tutta me stessa.

Ho visto il lei sempre quella bambina strappata alla sua libertà, alla sua vita, per lunghi undici anni.

In una manciata di secondi mi aveva rapita. Ero stata strappata alla mia vita. … Mi aspetto che lui possa farsi vivo, anche se l’ho visto morire. La morte non cancella la paura o i ricordi. I mostri che vivono dentro di noi Sono molto più difficili da scacciare.

Holly viene ritrovata undici anni dopo la sua scomparsa, per caso, in un buco nascosto in un bosco da Tyler, uno dei fratelli Grece.

Il ragazzo svitato, l’uomo che vive nascosto dalla civiltà e che esce solo di notte per spaventare le persone che lo incontrano. Insomma a detta di tutti uno psicopatico da tenere alla larga. Questi sono i presupposti, e lo scenario su cui si apre questa storia.

Una bambina, oramai adolescente tenuta segregata ritorna “al mondo” del tutto impreparata a ciò che dovrà affrontare.

Non è in grado di integrarsi considerato i gravi danni psicologici subiti, motivo per cui la sua famiglia decide che sia meglio per lei vivere in una struttura lontana da casa. (Ho davvero faticato ad accettare questa possibilità!)

Lei fa del suo meglio per recuperare quello che le resta di buono nella vita, a fatica e con grande forza affronta tutti gli ostacoli e i fallimenti, ma il suo passato incombe su di lei come un manto scuro, che spesse volte arriva a toglierle il respiro. Chi puo’ essere in grado di aiutarla? Holly non riesce a fidarsi di nessuno, e spesso le persone che la circondano la deludono ma c’è una persona che silenziosamente sa come fare, questo perché porta sulla pelle e nel cuore le sue stesse profonde cicatrici.

Lui sa riconoscere l’ombra di un dolore irreparabile. Tyler si prenderà cura di Holly in tutti i modi possibili, come se fosse la cosa più naturale al mondo.

Sempre combattuto, sempre colmo di sensi di colpa non riuscirà comunque a voltarle le spalle anche quando questo significa soffrire ancora.

Siamo spiriti affini, io e lui. Abbiamo le corde vocali danneggiate. Siamo pieni di cicatrici. Ci sentiamo persi. Ci preoccupiamo per lei. E continuiamo a pensare a lei.

Ti prego non lasciarmi andare è una di quelle rare storie meravigliose che si dipanano tra crudeltà e bellezza.

Holly resta sempre un po’ bambina, ancorata ai suoi libri di fiabe che le hanno tenuto compagnia in quegl’anni dolorosi, fanno di lei una sognatrice.

Tanto che dopo tutto quell’orrore che ha dovuto subire spera ancora di incontrare il suo principe, desiderando ardentemente un lieto fine, qualcuno che la tenga al sicuro per sempre.

L’autrice è stata dir poco perfetta nel decidere di non descrivere le scene tra l’uomo cattivo e Holly, ha reso vivide comunque le immagini in poche righe di flashback. L’uomo cattivo esisteva davvero, non viveva nei boschi, non aveva tatuaggi o cicatrici… l’uomo cattivo vestiva in giacca e cravatta.

Più volte ho trattenuto le lacrime, ma leggendo ho anche sorriso di meraviglia, affascinata dalle sfumature di una fiaba.

Una bambina creduta persa per sempre e un “principe azzurro” , il suo cane Preppy e Boomerang la volpe … un mondo “perfetto” in un abisso di disumanità. Cinque stelle non sono nulla, il risvolti di questo racconto dovrebbe essere la storia di tutti quei bambini creduti “smarriti e ritrovati” che hanno in assoluto il diritto di avere la sicurezza di una coperta magica, degli amici speciali, e un albero di Natale unico.

Non perdetevi questa lettura!

“Questa è quella più brutta” La sua voce è debole come se mi implorasse di perdonarla. Nessuno dovrebbe provare tanto dolore nella vita Soprattutto da bambina. … Le bacio la guancia bagnata dalle lacrime “Non sei sua” affermo. “Il tuo cuore, il tuo corpo, ogni parte di te è solamente tua”

… Per lei indosserò la maschera dell’uomo forte e felice.







5 miaooooo








Le Gatte ringraziano la Newton Compton Editori per la copia digitale ricevuta in omaggio.




8 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon