Review Party - "Buon compleanno" di Sara Pelizzari

Amiche ed amici delle Gatte, parte oggi il Review Party dedicato al nuovo romanzo di Sara Pelizzari, "Buon Compleanno", pubblicato in self il 27 Febbraio.

Per il Blog lo ha letto la nostra Sheila, andiamo a vedere cosa ne pensa.....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Buon compleanno

Autore: Sara Pelizzari

Genere: Contemporary romance

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: 1,99€ - 12,00€

Data di uscita: 27 gennaio 2019

Link di acquisto: https://amzn.to/2Sk1bM6


SINOSSI:


"Scrivo da sempre, amo imprimere su carta ciò che sento; inizialmente lo facevo solo per me stessa, è stato un modo per allontanare l’ansia, per sconfiggere la paura. Scrivevo a ruota libera frasi e pensieri, cercando in questo modo di esternare i miei sentimenti. Poi ho deciso di provare a realizzare il mio sogno e sono felice di esserci riuscita; amo i libri, adoro leggerli per evadere dalla realtà e abitare ogni volta una nuova vita, adoro scriverli perché mi permettono di emozionare ed emozionarmi. Non pensavo di farcela, quando mi sono lanciata in questo progetto ero titubante e incerta, ma sapevo anche che dovevo dare voce alle emozioni. Dopo tanti anni, tanti Buon compleanno senza risposta, ho sentito che era giunto il momento di abbattere quel muro di silenzio e indifferenza che è tanto fragile quanto indistruttibile…"


È alle pagine bianche che si affidano pensieri profondi, ricordi dolorosi, segreti inconfessabili e racchiuderli in un libro è un modo per esternare emozioni personali che nessuno conosce, ma che hanno bisogno di essere raccontate.

Ciò che unisce e divide Martina e Christian è il confine indefinito tra amicizia e amore.

Rispettarlo o lasciarsi andare equivale a camminare in equilibrio precario su quella linea immaginaria, tra la voglia di rischiare e la paura di rovinare tutto.

Eppure, anni dopo, può davvero bastare scrivere la parola “fine” per dimenticare un sentimento così profondo e mai davvero archiviato?


RECENSIONE

a cura della nostra Sheila:


Buongiorno a tutti!

Oggi sono qui a parlarvi dell’ultimo romanzo di Sara Pelizzari, auto pubblicato il 27 Gennaio, dal titolo "Buon Compleanno".


Inizio col dirvi che, anche per questo ultimo lavoro Sara ha fatto una scelta narrativa particolare.

Come Luisa, protagonista di "L’altra metà del cuore", anche Martina affida alle pagine bianche i propri pensieri e le proprie emozioni.


Se Luisa lo ha fatto attraverso la forma del diario, affidando alle pagine le sofferenze, le paure derivanti dalla malattia, Martina usa un romanzo per chiudere i conti con il passato, per lasciarsi alle spalle una situazione rimasta in sospeso per troppo tempo.


Infondo non è diverso da quello che fa anche la nostra Sara con i suoi romanzi.

Affida i propri pensieri più intimi, le proprie esperienze di vita, le gioie e i dolori che vive quotidianamente e lo fa attraverso i suoi personaggi.

Alle volte è davvero più semplice affidare i propri segreti alle pagine bianche, perché in quel momento si riesce davvero ad essere se stessi, non si teme il giudizio.


Un foglio bianco non ti giudica.


Molte autrici che ho avuto modo di conoscere in questi anni, mi hanno detto più volte che la scrittura può essere tranquillamente paragonata ad una sorta di terapia.

Ma entriamo nel vivo della storia.

Come vi ho accennato prima Sara, ha creato una sorta di Libro nel Libro.

Infatti la storia ha inizio con la presentazione del romanzo di Martina, la nostra protagonista, che ormai è diventata una scrittrice e si accinge a presentare l’ultimo suo capolavoro.

Ma questa volta non è una storia qualsiasi, no.. attraverso questo romanzo vuole lanciare un messaggio ad una determinata persona, vuole dare a lui la propria versione della storia, vuol far conoscere quello che ha provato e che non ha mai avuto il coraggio di confessare.


Ma scopriamo insieme cosa Martina ha voluto raccontarci.

Partiamo dalla protagonista femminile, Camilla.

Camilla lavora in una agenzia di viaggi, collabora come freelance per una rivista locale, scrivendo articoli letterari, è la mamma di due gemelli di poco più di un anno, è stata abbandonata dal marito subito dopo il parto e da allora ha dovuto rimboccarsi le maniche e con le proprie forze ma anche con l’aiuto della sua famiglia, sta cercando di crescere al meglio i propri figli e di dar loro una vita serena, nonostante la mancanza di un marito al suo fianco.


Diciamo che Camilla deve affrontare una dura prova, e sebbene lei creda sempre nell’amore e spera un giorno di poter avere un’altra possibilità, ora le sue attenzioni sono tutte rivolte ai suoi figli.

Vive per loro, dimenticandosi come spesso accade in queste situazioni di essere anche una donna che avrebbe tutti i diritti di rifarsi una vita.

L’incontro con un uomo però metterà un po' tutto in discussione.

Quando nella vita di Camilla arriva Alessandro, un rappresentante di spazi pubblicitari, qualcosa in lei scatta.


Vi faccio una domanda, vi è mai capitato di conoscere una persona e pensare immediatamente di conoscerla da sempre?

Sentire a pelle di potersi fidare ciecamente, avere la certezza che quella persona sia in grado di capirci meglio di chiunque altro?


E’ quello che succede a Camilla e ad Alessandro nel preciso istante in cui si incontrano.

Il loro legame è immediato, entrambi hanno la sensazione di conoscersi da sempre.


Entrambi avvertono un senso di familiarità, che li porta a confidarsi da subito segreti che fino ad allora non avevano rivelato nemmeno ai familiari più stretti.

Ovviamente Camilla ci va un po con i piedi di piombo..dopo quello che ha passato beh come darle torto.

Ma è tutto talmente naturale, come avere accanto una persona che ci capisca.

Tutti ne sentiamo il bisogno e quando la incontriamo beh non è facile lasciarla sfuggire.


Almeno è quello che fanno i nostri protagonisti, che iniziano a frequentarsi come amici praticamente ogni giorno.


Questo rapporto fatto di evasione, di chiacchiere, di leggerezza è una boccata di aria fresca per entrambi, diventando così un appuntamento irrinunciabile.

Questo rapporto rappresenta per entrambi una sorta di Isola felice, un luogo in cui rifugiarsi ogni tanto per respirare, per evadere dalla routine e dalle responsabilità quotidiane.

Ma ora vi faccio un’altra domanda:

Quanto è sottile il confine tra Amicizia e Amore?

E soprattutto, domanda delle domande:

può esistere amicizia tra uomo e donna?

Per esperienza personale vi rispondo di si, ma sono consapevole che sia diversa da persona a persona e da caso a caso.


Mettere da parte l’attrazione fisica, che normalmente c’è tra uomo e donna, deve essere immediato e soprattutto naturale e spontaneo.

L’amicizia non deve essere un ripiego perché uno dei due non prova la medesima attrazione.

Ma anche se mettiamo in pratica questa cosa fin da subito non è detto che nel corso del rapporto non ci possano essere dei momenti in cui si è più deboli, e ci sia un po di confusione.


Perché parliamoci chiaro, un vero rapporto di amicizia, non è molto diverso da un vero rapporto d’amore, ha solo una linea sottile in mezzo, l’approccio fisico.

Ma se il limite viene superato cosa succede?

Si può tornare indietro o si rischia di distruggere tutto?

Beh a questo punto mi fermo e lascio che voi scopriate cosa accade.

Come in tutti i romanzi di Sara, anche in questo c’è vita vera, quotidiana.

Difficoltà che chiunque di noi può aver incontrato nella vita o potrebbe incontrare. Anche a esempio in Per l’eternità e Io e te contro il destino, sebbene i protagonisti non siano persone reali, ma streghe, vampiri e lupi mannari, le emozioni, i legami famigliari, l’amore è del tutto reale e umano. Infatti io che non sono una grande estimatrice del genere, ci ho messo un attimo a dimenticarmi la vera natura dei personaggi.

Il suo stile narrativo è semplice, pulito e diretto, non usa molti fronzoli per descrivere le emozioni, un pò come faremmo noi se ci dovessero chiedere cosa proviamo.

Per questo le sue storie sono adatte a chiunque, giovani adolescenti e persone adulte che nella vita ne hanno vissute un po.

Anche Buon Compleanno racconta una storia comune, di quelle che potrebbero capitare a chiunque di noi.

Penso che la forza di Sara sia proprio questa, raccontare spaccati di vita vera e reale, che magari ha lei stesso vissuto o che ha sentito raccontare dagli altri e li mette nero su bianco creando storie delicate in cui ciascuno si può immedesimare.

Non posso che lasciarvi augurandovi una buona lettura.


Valutazione di lettura: 😻😻😻😻😻






Le Gatte ringraziano Sara Pelizzari per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.



12 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon