"La figlia adottiva" di Jenny Blackhurst

Amici delle gatte buon pomeriggio.

La nostra Bizet oggi ci parla della sua ultima lettura, nn nuovo sconvolgente thriller dall’autrice del bestseller Jenny Blackhurst, "La figlia adottiva" pubblicato da Newton Compton editori il 29 aprile.

SINOSSI:

Imogen Reid ha deciso di diventare una psicologa dell’infanzia per aiutare i bambini in difficoltà.


Ecco perché, quando le viene assegnata in cura Ellie Atkinson, una ragazzina di undici anni, si rifiuta di ascoltare chi le dice che è pericolosa.


Ellie è l’unica sopravvissuta a un terribile incendio che ha sterminato la sua famiglia.


E Imogen sa bene che in questi casi i problemi del paziente sono la rabbia e la tristezza inespresse di chi non è ancora riuscito a elaborare il lutto.


Ma i genitori adottivi di Ellie hanno un’altra storia da raccontare.


Così come i suoi insegnanti.


Quando si arrabbia, cominciano ad accadere cose brutte.


Cose in grado di generare strane leggende su quella ragazzina silenziosa.

E stare così vicina a Ellie per Imogen potrebbe diventare presto molto pericoloso…



RECENSIONE

a cura della nostra Bizet:


Ciao a tutti e benvenuti per questa nuova recensione!

Oggi parlerò di un romanzo di un genere completamente opposto a quelli recensiti finora.


Parleremo di un romanzo thriller dalle sfumature quasi horror.

La figlia adottiva di Jenny Blackhurst.

Imogen, una psicologa che a causa di un errore madornale dovrà lasciare il lavoro e ritornare, insieme al marito, alle sue origini e precisamente nella sua vecchia città, Gaunt. Ritornare dove ha passato un’infanzia a dir poco orribile e dove potrebbe rivivere vecchi incubi non è facile per Imogen che dovrà occuparsi di un’altra persona al quanto vulnerabile, che di scheletri nell’armadio ne ha da vendere: Ellie.

Ellie ha perso entrambi i genitori e il fratellino più piccolo in un incendio che ha distrutto la sua casa.

Si trova in affidamento temporaneo presso una famiglia che ha già una figlia naturale, ma che tendenzialmente si occupa di altri bambini.

Sarà affidata a Imogen, che fin da subito si accorgerà di quanto Ellie sia una bambina intelligente, ma che purtroppo non è compresa e anzi da molti cittadini, accusata di stregoneria per la morte della sua famiglia e di come lei sia stranamente riuscita a sopravvivere.

Strani avvenimenti colpiranno la città di Gaunt e Imogen si ritroverà, non solo ad avere un faccia a faccia con il suo passato, ma anche con gli strani delitti e coincidenze terribili che faranno dubitare anche lei di chi sta proteggendo con tanto ardore.


Potrà davvero fidarsi di Ellie?

Sono solo coincidenze?

E' davvero possibile che tutto questo, non sia altro che un ennesimo incubo?

Devo dire che ho trovato il romanzo super affascinante.

Inizialmente è andato tutto a rilento tanto da avere la testa piena di domande e di perché, che trovano però poi le giuste risposte andando avanti nella lettura.

Anche se poi in realtà aumentano ancor di più insieme ai dubbi. Ho adorato Imogen, credo che sia stata descritta magnificamente.

Il suo personaggio è intenso, forte e sofferente allo stesso tempo.

Ellie è… semplicemente indescrivibile.

Quando pensavo di averla capita, mi ritrovavo poi ad avere un’altra idea su essa, per le sue contraddizioni e fragilità che costituiscono il suo personaggio.


Il finale non è così scontato, ma fino alla fine, credetemi, rimarrete a bocca aperta.






Valutazione di lettura: 😻😻😻😻😻






Le Gatte ringraziano la Newton Compton Editori per la copia digitale ricevuta in omaggio.


6 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon