"L'unica donna per me" di Sara Ney

Amici delle Gatte la nostra Birba oggi ci parla della sua ultima lettura, "L'unica donna per me" di Sara Ney, secondo volume della Jock Hard Series, pubblicato da Newton compton il 13 ottobre.

Andiamo a scoprire cosa ne pensa.....

a cura della nostra Birba:


Miciolosi e miciolose, oggi la vostra Birba vi parla del romanzo New Adult di Sara Ney.

I nostri protagonisti sono due ragazzi “alternativi” che non si comportano come la maggior parte dei loro amici e compagni di College dove le ragazze partecipano alle feste per accalappiare gli atleti mentre gli atleti approfittano della popolarità sportiva per essere adorati dalle ragazze.


Teddy è una ragazza seria, non cerca la storia di una sera, come invece fa la sua amica Mariah. Frequenta il College grazie a delle borse di studio, sua mamma fa due lavori e conosce molto bene il valore dei soldi.


“Tutti vogliono essere un atleta, e tutte vogliono uscire con uno di loro”


Rip, soprannominato “Sasquatch”, è un rugbista alto più di un metro e novanta, possente e “peloso” con capelli e barba lunga, che usa per nascondersi alle ragazze, interessate più al denaro della sua famiglia che a lui.


“Una sorta di incrocio tra un montanaro primitivo, uno studente barbone e un assassino di massa in fase di addestramento”


I due ragazzi non sembrano avere nulla in comune, finché, ad una festa, il destino li avvicina e una sincera amicizia sembra nascere tra loro…almeno Rip è intenzionato a farla rimanere tale, ma potrebbe avere ragione sua sorella Ronnie a metterlo in guardia: “Fai bene attenzione a quel che ti dico, Kipling: questa storia non finirà come pensi…”


I personaggi hanno catturato subito la mia simpatia: lei completamente fuori posto durante i party del venerdì sera, abbandonata dalle “amiche” non appena entrano in casa; lui, un “orso peloso” di aspetto e carattere che tiene tutti e tutte a distanza.

La trama scorre liscia, probabilmente senza quelle forti emozioni cui noi lettrici siamo abituate, ma personalmente dopo tanti libri pieni di pathos, questo aspetto lo considero sicuramente come positivo.

L’evoluzione dei sentimenti dei due protagonisti è fluida e ho vissuto con trepidazione, pagina dopo pagina, la nascita dei reciproci sentimenti ben descritti (con anche i loro dialoghi interiori che mi sono piaciuti molto perché “spontanei”).


Mi sento in dovere di fare una menzione speciale alla sorella di Kip, Veronica, detta Ronnie, noi non la vediamo e di lei sappiamo poco tranne che ha seguito il suo cuore, ma i messaggi con il fratello sono davvero una chicca da leggere; non è solo la voce della sua coscienza, ma dispensa consigli a distanza e vede molto più lontano del fratello orso.


Lo consiglio caldamente perché, a volte, ricordare la bellezza e la spensieratezza del primo amore è decisamente… rigenerante.

IL LIBRO:


SINOSSI:


Kip Carmichael non è un ragazzo carino.


È rude.

Trasandato.

Un gigante.


Ha una chioma ribelle e una barba così folta che i compagni di squadra lo chiamano Sasquatch.


La prima volta che Sasquatch nota Theodora “Teddy” Johnson a una festa al Jock Row, lei è da sola vicino al fusto della birra, abbandonata dalle sue amiche a caccia di atleti.


Una settimana dopo l’altra, Sasquatch osserva la bella ma timida Teddy restare in ombra e passare inosservata.


Alla fine, però, si fa strada tra la folla con le sue spalle larghe, e si offre di farle da “fata” madrina.

Appena i loro occhi si incontrano, per lui è finita.

Insegnarle le regole per conquistare un atleta è la parte facile.

Non innamorarsi di lei è una partita già persa in partenza.

Le Gatte ringraziano la Newton compton editore per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.

6 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon