"L'eroe di Eleanor" di Jill Barnett

Amici delle Gatte, la nostra Minou oggi ci parla del libro "L'eroe di Eleanor", secondo volume della serie Natale in città, di Jill Barnet, autrice più volte in vetta alle classifiche del New York Times e già pubblicata in precedenza da Mondadori.

a cura della nostra Minou:


Siamo in pieno autunno micini, non sentite anche voi quest'aria natalizia che si avvicina? Più i giorni passano più potremo respirare quel clima magico e unico che tanto ci emoziona, e che può essere reso ancora più speciale da letture che scaldano il cuore. 


Oggi voglio parlarvi proprio di un racconto natalizio, "L'eroe di Eleanor", di Jill Barnett, tradotto da Isabella Nanni a cui faccio i miei complimenti per il suo lavoro accurato, che ritroviamo non solo in questo libro, ma in tutti i romanzi di questa autrice. 

New York, fine 1800. La nostra protagonista, Eleanor, è costretta a trasferirsi in un appartamento che le è stato lasciato in eredità dal nonno a seguito della sua morte. Destino vuole che in tale edificio incontri Conn, un omaccione grande e grosso, rinomato ex pugile irlandese, che incute timore al sol guardarlo. Ma Eleanor e Conn sembrano avere molto... molto in comune, nonostante a volte l'apparenza inganni. 


Una trama ben strutturata e deliziosa, capace di catturare il lettore grazie alla scrittura armoniosa e ironica che ritroviamo in molti dei romanzi della Barnett. Come spesso accade, infatti, i suoi personaggi riescono a imprimersi e a farsi amare da chi li legge, da chi, come me, vuole scoprire cosa hanno da raccontarci. 

Il "Gigante buono", Conn, ci sorprende man mano che la storia prende vita e si rivela dolce e romantico, paziente e premuroso. L'ostilità iniziale di Eleanor nei suoi confronti, è dovuta principalmente all'età; i due, infatti, hanno una differenza anagrafica che turba la protagonista, ma quando l'attrazione è forte risulta difficile resistere. 

Ho apprezzato entrambi i nostri personaggi, anche se Eleanor mi è sembrata a tratti petulante per la "questione età". 

Non mancano risate e divertimento in alcune scene del libro, cosa che apprezzo sempre tanto. 


In uno scenario meraviglioso, reso ancora più suggestivo dall'atmosfera natalizia, in una New York frenetica e imbiancata, si snocciola una storia che saprà scaldarvi il cuore e che mi sento di consigliarvi micini... perché si sa, la magia del Natale tutto può! 


A presto, 

Miaooo

IL LIBRO:



Un classico racconto natalizio ambientato a New York a fine 1800.


Alla morte di suo nonno, la 40enne Eleanor Austen è costretta a trasferirsi in un appartamento all’ultimo piano dell’edificio che avevano affittato a una palestra rumorosa di proprietà di un rinomato pugile irlandese, il 32enne Conn Donnoughue.


Durante un mese di dicembre innevato e magico, due cuori solitari potrebbero scoprire di avere in comune molto più di quanto pensavano…






Le Gatte ringraziano Jill Barnett e Isabella Nanni per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


9 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon