Intervista + Recensione "Come una foglia d'inverno" di Penelope White

Aggiornato il: 24 set 2018



Amici delle gatte buongiorno!

Vi parliamo oggi di “Come una foglia d’inverno”, libro esordio di Penelope White, una giovane autrice self, uscito nel luglio scorso.

La nostra Kelly, lo ha letto per noi, e la sua recensione ve la presentiamo insieme all'intervista dell’autrice, che si è guadagnata come premio per aver partecipato e vinto, nel nostro gruppo, la #Gattacover che si tiene tutti i lunedì!



Incominciamo con il conoscere il libro:


SINOSSI:


Salve a tutti, mi chiamo April e questa è la mia storia, la mia vita.

Ho ventisette anni, vivo a Roma e faccio la escort di professione da quasi 10 anni.


Sono una persona molto determinata, che sa ciò che vuole e non si lascia abbattere dagli ostacoli della vita.

Ma non sono sempre stata questa April; prima di abbandonare Lariano e il bellissimo casale di campagna in cui sono nata, vi abitavo felicemente con mio padre e passavo la maggior parte del mio tempo con lui, tra i vigneti e le cantine che adorava; quando, poi, nove anni fa, se ne è andato, lasciandomi sola con tanta tristezza e un vuoto nel cuore, difficile da riempire ancora oggi, sono stata costretta a voltare le spalle alla mia vecchia vita e stravolgerla completamente.


Così, da quel giorno, molto è cambiato, io sono cambiata, non sono e non voglio più essere la persona fragile che ero una volta; mi sono trasferita a Roma, dove conduco la mia vita nel migliore dei modi, i soldi che guadagno non sono pochi e mi permettono di vivere bene, in una casa mia, senza aver bisogno di niente e di nessuno.

La mia vita è sempre stata un perfetto equilibrio, sono una perfezionista, mi piace seguire degli schemi, organizzare e tenere sotto controllo tutto ciò che mi circonda.


O per lo meno è stato così sino a quando quegli occhi, si sono posati su di me per la prima volta, oltrepassandomi l’anima; ora non sono più sicura di potercela fare senza cadere a terra, senza lasciarmi andare a quel sentimento umano così bello e distruttivo allo stesso tempo, quel sentimento naturale che ti squarcia in due, rendendoti felice e contemporaneamente dipendente da qualcuno che, da quel momento in poi, deciderà l’esito del tuo umore per tutto il resto della tua vita.


Io ho davvero tentato di rimanere attaccata alle mie abitudini, alla mia vita perfetta e rassicurante ma quell’uomo mi ha praticamente strappata da quell’albero di sicurezza a cui mi ero aggrappata, per farmi sprofondare nel suo sguardo, freddo e profondo.

Ora non so se riuscirò a tornare la donna di prima, non dopo che lui mi ha toccata per la prima volta.

ATTENZIONE: Il romanzo contiene scene sessualmente esplicite destinate a un pubblico adulto.



INTERVISTA:



1) Chi è Penelope White? Chi si nasconde dietro Penelope?


Penelope White è una ragazza semplice che ha scoperto di amare follemente la lettura da davvero poco tempo e, ancora meno, la scrittura.

Una voglia matta di scrivere, che l'ha travolta appena sei mesi fa, per esprimere se stessa e il mondo interiore che non è mai riuscita a portare fuori del tutto. Questo pseudonimo serve proprio a questo: farmi sentire libera di esprimermi sino in fondo, senza remore o ostacoli; di poter riempire il foglio bianco con qualsiasi storia o racconto, di qualunque natura esso sia.


2) Che genere di libri ti piace leggere, e quale ti è rimasto nel cuore?


Il genere erotico è il mio preferito; anche se, in realtà, ho iniziato con lo Young Adult, nello specifico AFTER di Anna Todd. Quella serie ha lasciato un segno profondo nella mia anima e credo, davvero, di aver lasciato una parte del mio cuore tra quelle pagine.


3) Cosa ti ha spinto a scrivere? Come tutto e cominciato?


L'inizio del mio primo romanzo è stato abbastanza particolare perchè, proprio la prefazione, che fa riferimento alla tenacia di una foglia che vuole resistere al gelo invernale ma che, alla fine, deve arrendersi al naturale scorrere degli eventi, è nato come un mio sfogo personale. Non avevo assolutamente pensato ad una possibile storia da raccontare. Poi, però, quando ho deciso di far leggere quel piccolo testo alla carissima Teresa Greco, fantastica scrittrice, mi ha suggerito che, quelle poche righe, potevano benissimo trasformarsi una una splendida prefazione.

Da lì è partito tutto: la mia mente ha cominciato a viaggiare, sino ad arrivare ad April, Jay e Matt.


4) Quali sono le difficoltà che hai dovuto affrontare nello scrivere il tuo libro?


Stranamente non avevo la sindrome da pagina bianca, anzi, il problema contrario: una marea di idee navigava su di un mare in tempesta, nella mia mente; la difficoltà è stata proprio quella di ordinarle per poterle riportare su di un foglio di word.


5) Parlaci un po’ del tuo libro.


Il mio primo Erotic Romance è la storia di una giovane ragazza, diventata donna sin troppo presto.

Costretta ad abbandonare la calma e tranquilla campagna di Lariano, per una città movimentata e trafficata come Roma.

Ma lei non si arrende, affronta tutto ciò che le si pone davanti a testa alta, cercando di rinchiudersi dentro una gabbia di cristallo per non subire altre ferite.

Peccato che questo materiale non sia infrangibile; qualcuno ha ridotto la sua seconda pelle in mille piccoli pezzi, lasciando uscire tutto ciò che April ha sempre temuto: quel sentimento, tanto travolgente quanto distruttivo, come l'amore; perchè, possiamo dire e fare ciò che vogliamo ma non possiamo scegliere a chi regalare il nostro cuore, sarebbe tutto molto più semplice, ma non si può!

E allora cosa succede quando ciò che è diventato l'unico punto fermo della nostra vita scompare nel nulla?


6) A chi consigliereste la lettura del vostro libro?


Consiglierei la lettura di "Come una foglia d'inverno" a chiunque voglia lasciarsi travolgere da un mare di emozioni, brividi e sentimenti di mille sfaccettature diverse. Un amore bello e travolgente che, nella paura e nell'incertezza, vi lascierà attaccate alle pagine, sino alle fine.


7) A quale personaggio sei più legato?


Sicuramente alla dolce quanto determinata April, anche se, in realtà, una parte del mio cuore resta in quello di Matt.



8 ) Come ti rapporti con i tuoi lettori? Apprezzi ciò che dicono dei tuo libri? Pensi di essere riuscita a trasmettere ciò che volevi?


Adoro rapportarmi a chi mi ha fatto l'onore di leggere il mio libro.

Mi piace sentire le loro reazioni a caldo, ciò che hanno provato e ciò che pensano arrivati alla fine della storia.

Mi fa anche molto piacere sentire i consigli e le riprese negative perchè mi aiutano a capire come il mondo esterno percepisce ciò che faccio e in che modo riuscire a trasmettere loro le mille emozioni che provo quando scrivo quelle pagine.


9) Preferisci restare self o in un prossimo futuro vedremo i tuoi libri pubblicati con un CE?


Sinceramente mi farebbe piacere riuscire a pubblicare con un CE; chissà, magari in un futuro prossimo...


10) Progetti per il futuro? Hai un segreto da confidare alle gatte???


Beh, il sequel di questo non sarà sicuramente un mistero ma in progetto segreto ci sono ben due lavori che mi stuzzicano parecchio: uno spin-off dedicato a Matt e un romanzo, invece, completamente diverso che si affaccia sul mondo del BDSM, con una bellissima e audace protagonista, La Padrona, The Mistress ... Stay tuned ...





BIOGRAFIA:

Ciao a tutti, mi chiamo Penelope White e ho 27 anni.

Sono un’autrice esordiente.

La mia è una storia abbastanza particolare perché non sono mai stata una patita della lettura, anzi, odiavo tenere un libro tra le mani.

Ma quando, qualche anno fa, mi è capitato, per caso, After, di Anna Todd, non ho più smesso di leggere e il mio amore per questo genere è come esploso all’improvviso, travolgendomi completamente!

Oggi sono io che scrivo, nonostante non abbia mai smesso di leggere; cerco di riportare qualcosa di me in ogni pagina; cerco di trasmette emozioni, almeno la metà di quelle che provo io quando batto i polpastrelli sui tasti della mia tastiera!

Mia sorella mi ha chiesto tante volte il perché io abbi iniziato a scrivere e, inizialmente, non sapevo mai bene cosa rispondere.

Vi è mai capitato di leggere una storia e non essere completamente d’accordo con l’evolversi del racconto?

Con le decisioni prese dai personaggi?

Ecco, diciamo che ho cominciato proprio così: volevo avere la possibilità, almeno per una volta, di creare io una storia e decidere io l’evolversi degli eventi!

Non so se mi sia riuscito appieno, ma so solo che mi sento bene quando la fantasia prende forma su quel foglio bianco di word.




RECENSIONE

a cura della nostra Kelly:




“ Come una foglia che d’inverno cerca di rimanere attaccata al suo albero, ma non ci riesce, è inevitabile, non ce la fa... in autunno tutto sembra diverso, lei credeva di riuscirci, niente avrebbe potuto farla cadere.


Ma la realtà è ben diversa da ciò che ci si aspetta, da ciò che realmente accade. Allora bisogna solo chiedersi: qual è la vera natura della foglia? Non è forse destinata a cadere durante l’autunno? “


April è una giovane donna, all’ età di diciannove anni a causa della prematura perdita del padre, a cui era molto legata, si ritrova sola, e senza un pezzo del suo cuore. Il dolore è talmente forte da indurirla anche nei sentimenti fino a renderla incapace di desiderare ed instaurare una relazione seria e duratura. Abbandona la sua casa d’infanzia a Lariano, per trasferirsi a Roma, dove viene paccolta da Anna, la proprietaria della “Sweet Company Enterprise”, un agenzia di escort di lusso.


“ Immagino che a occhi esterni possa sembrare cinica, ma chi è che oggi non usa le proprie doti per ottenere ciò che vuole? Gli avvocati, con la dialettica, riescono persino a far uscire di galera i pluriomicida guadagnando un sacco di soldi, mentre io , in fondo, non faccio altro che sfruttare al meglio il mio corpo e la mia femminilità, senza nuocere a nessuno. “


April diventa presto richiesta nel giro, è molto bella, raffinata e con il suo caschetto rosso è proprio il sogno di ogni uomo, grazie all’ amicizia con la proprietaria dell’agenzia, può permettersi di essere un po’ selettiva nell’ accettare le richieste, e anche di rifiutare lavori scomodi. Ad un certo punto, la vita di April si intreccia con quella di quattro uomini, ognuno con un ruolo diverso e preciso, e ben delineato per l’evolversi della storia.


“April, tu sei bellissima davvero, e non sai quanto vorrei baciarti, toccarti... ma non potrei fare nulla di tutto questo con te stasera... perché da domattina non potrei più guardarmi allo specchio... capisci?”

Il giovane Matt, il proprietario del bar davanti a casa, l’amico fidato, un uomo innamorato che non fa domande, per lui c’è solo una cosa davvero importante: far parte della vita di April!


Il Signor Cameli, un uomo dì quarant’ anni circa, un uomo maturo, dolce, protettivo, un uomo che ha perso la cosa più importante della sua vita, e non sa come fare ad andare avanti. Un uomo, che potrebbe facilmente sostituire la figura paterna, che tanto manca ad April, un uomo che vede in lei molto di più di quello che la ragazza vuol fare vedere!


“Perdonami Honey, ma vedi, ho dovuto rimettere le cose al loro posto, come dovrebbero essere.”

Mr Richardson, il cliente cinico, arrogante, e ricco, il classico uomo d’affari americano con il portafoglio gonfio quello che pensa che con i soldi si possa avere tutto, e soprattutto che si possano usare le donne a proprio piacimento per giunta se pagate!


“Pensi che tutti abbiano voglia di parlare con te? Pensi che tutti ti corrono dietro? O che ti vogliono scopare?” Lo vedo avvicinarsi lentamente a me, percepisco il suo calore, anche se ancora completamente vestito. I brividi mi investono quando sento il freddo tessuto del suo giacchetto di pelle sfiorarmi il seno. “ Vedi, io non sono uno dei tuoi clienti e probabilmente non lo sarò MAI; perciò rivestiti esci da qui. Subito.”

E infine Jay, il bodyguard dell’uomo d’affari, un uomo con un aurea scura intorno, un uomo che non lascia trasparire nessuna emozione, un uomo con due occhi di ghiaccio indimenticabili, un'uomo che le farà perdere la testa e tremare il cuore!



April passerà dei mesi nella confusione più totale, i suoi sentimenti e le sue emozioni saranno risucchiate dentro un vortice e quando questo si placherà e lei penserà di aver fatto la sua scelta e raggiunto un po’ di pace, tutto le cadrà nuovamente addosso inaspettatamente.


“... E ora penso che il tempo che ho passato con te ha cambiato per sempre ogni parte di me...”


Non posso svelare altro, perché rischio di fare spoiler e sarebbe davvero un peccato, questo libro va letto senza sapere cosa aspettarsi, bisogna scoprire da soli quello che la vita riserva ad April bel bene e nel male!

I colpi di scena vi accompagneranno durante tutta la lettura, anche quando penserete che ne avete visto abbastanza, le emozioni non vi abbandoneranno perché la nostra giovane autrice continuerà a sorprendervi!

I personaggi di questo libro sono molti, ma sono tutti ben approfonditi niente è stato lasciato al caso non solo i personaggi maschili di cui vi ho già parlato ma anche quelli femminili avranno un ruolo importante.

La lettura è scorrevole è fluida, il libro è consigliato a tutti gli amanti delle storie d’amore difficili.

La vostra gatta Kelly vi consiglia durante la lettura di questo libro di degustare un bicchiere di “Moët & Chandon Riserve Imperiale”, dal perlage fine e persistente, al palato suntuoso e seducente, proprio come si presenta la nostra April.



Buona lettura Kelly 😻

Valutazione di lettura ⭐️⭐️⭐⭐️⭐️

Fiamme 🔥 🔥 🔥 🔥

62 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon