"Il segreto della collezionista di fiori" di Karen Viggers

Amici delle Gatte buon pomeriggio.

Vi segnaliamo oggi il libro di Karen Viggers "La collezionista di fiori", pubblicato dalla Newton Compton Editori 11 aprile.

La nostra Luna lo ha letto per noi, andiamo a leggere cosa ne pensa......

SINOSSI:


Leon si è appena trasferito in Tasmania, dove lavorerà come ranger nelle meravigliose regioni dei Parchi.


Arrivato in una città in cui non conosce nessuno, può fare affidamento solo sul suo carattere socievole ed estroverso per stabilire nuovi legami.


La prima persona che conosce è Max, il figlio dei vicini.


È un bambino molto timido, ma l'amicizia con Leon sembra da subito giovargli.


E Max non è l'unico su cui lui ha questo effetto.


Anche per Miki l'incontro con Leon si rivelerà fondamentale: dopo il terribile incendio che ha devastato la fattoria in cui viveva, Miki gestisce il takeaway della città insieme al fratello Kurt.


Sottoposta a un'educazione rigida, nascosta al mondo prima dai genitori e poi dal fratello, lentamente Miki trova il coraggio di guardarsi intorno, cercando un contatto con gli altri.


Ma non sarà affatto facile.

Ci sono scomodi segreti con cui deve fare i conti, e risposte che sembrano impossibili da trovare...

Nell'incantata cornice delle antiche foreste di eucalipti, "Il segreto della collezionista di fiori" è una storia che parla di amicizia, della possibilità di voltare pagina e del coraggio di liberarsi da pesanti eredità per cominciare una nuova vita.



RECENSIONE

a cura della nostra Luna:



Durante la lettura ho riflettuto molte volte sulla scelta del titolo, apparentemente questa storia non ha nulla che vedere con dei fiori.


Non una pagina che ne citasse uno.

Apparentemente però… poi vi svelerò il mio punto di vista.

Il romanzo è scritto in stile narrativo, ricco di dettagliate descrizioni sulla foresta della Tasmania, e sulla vita dei protagonisti.

Ci si addentra un passo alla volta nelle loro vite.

Leon si trasferisce nella cittadina della Tasmania, dopo aver accettato il lavoro come Renger; fondamentalmente lui si allontana da casa sua per non dover più sopportare la situazione ormai invivibile tra i suoi genitori. Dopo anni questa sarà anche l’occasione giusta per riallacciare i rapporti con suo nonno, ex tagliaboschi del luogo.

Sarà proprio quest’ultimo a fornirgli, grazie alla sua saggezza il coraggio che gli manca per affrontare gli abitanti del posto, che non lo accettano ben volentieri.

Non solo, lo porterà a ragionare sull’importanza del perdono, quanto questo sia un passo necessario se vuole chiudere con il passato che tanto lo ha ferito.

Max è un bambino che ama gli animali e la natura, sarà l’unico a stringere un’amicizia con Leon.


L’autrice attraverso Max ci parlerà della nota dolente che affligge molti ragazzi, ovvero il bullismo.


Tratta questo argomento non superficialmente tutt’altro, gli dedica buona parte del romanzo legandolo alle scelte degli altri personaggi.

Miki è una giovane ragazza segregata da suo fratello Kurt nel takeaway che gestiscono, non può uscire se non con lui e unicamente per recarsi nella foresta dove si trovano i loro alveari.

Micki come tutti i protagonisti che appaiono sottomessi ad altri, si rivelerà essere il vero punto di svolta.

Silenziosamente osserva la vita degli altri, sogna di fuggire ma non ne ha la forza…

Forza e coraggio che troverà con il tempo, leggendo di nascosto i Romanzi Classici.

Ed ecco che ho trovato un senso al titolo.

La collezionista di fiori.

Micki colleziona libri, i fiori che profumano di carta, che profumano di libertà. I libri capaci di creare un mondo intorno a chi si sente solo, facendolo sentire così meno solo.

Ciascuna di quelle eroine possedeva una forza Per cui lei portava grande rispetto. Correvano rischi e affrontavano il mondo. Accettavano sfide, riuscivano oppure fallivano. Amavano, avevano amici, vivevano: tutte cose che Miki avrebbe tanto voluto fare. Desiderava avere la stessa libertà di jane Eyre di studiare, e poi trovare lavoro come insegnante. … Desiderava poter fare domande e avere risposte, che le sue opinioni potessero essere accolte o meno. Poteva fare errori come Tess. Voleva provare emozioni come Cathy. …

I libri che Miki riuscirà a leggere sono romanzi che Geraldine le procura di nascosto,tra le due donne si stringerà un legame forte ed empatico.

Un’amicizia vera.

La valutazione che mi sento di dare a questa lettura, è di quattro e non cinque stelle, perché mi è mancato qualcosa nel finale.

Avrei voluto un po’ d’emozione in più, alla fine Micki meritava questo e altro. Un’ottima lettura per chi ama la narrativa, quelle storie non troppo veloci, quei romanzi che si rivelano lentamente ma che non annoiano assolutamente.







Valutazione di lettura: 😻😻😻😻








Le Gatte ringraziano la Newton Compton Editori, per il file del libro che hanno ricevuto in omaggio.


9 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon