"I segreti di una culla vuota" di Federica Cabras

Amici delle Gatte, oggi vi segnaliamo il libro "I segreti di una culla vuota" di Federica Cabras, pubblicato da Milena Edizioni il 20 febbraio scorso.

TRAMA:


Quando il marito Lorenzo muore, la trentunenne Beatrice impazzisce di dolore.


Non è che uno spettro della bellissima donna in carriera di un tempo.

Rimasta da sola, Beatrice si accorge che una figura sconosciuta e misteriosa la osserva, seguendola dappertutto.


Quella persona conosceva suo marito?


Bea non immagina che il brillante avvocato che ha sposato anni prima abbia nascosto un terribile segreto: in che modo quell'uomo che lei credeva buono e onesto è collegato alla morte del piccolo Giorgio Marcialis?


Con il sostegno del giornalista Samuele, Beatrice intraprende l'insidioso cammino per arrivare alla verità.

Un cammino lungo il quale scoprirà che molte persone hanno le mani sporche, anche quelle di cui si fidava.


ESTRATTI:

Il corpo di Giorgio giaceva parzialmente coperto da uno strato di foglie giallognole. Gli occhi, ormai spenti e velati da una patina grigia, erano rivolti al cielo. Il volto era deturpato, proprio come le piccole gambe che uscivano fuori dai pantaloni sollevati, e dalla maglia si intravedeva uno scorcio di pancia, rosso di sangue. La felpa giaceva pochi metri più in là, abbandonata su una pietra. Ecchimosi e lacerazioni rompevano l’equilibrio di quel volto così bello, così angelico. E poi, quel fetore. Nessuno vuole associare a un bambino quell’odore.

Tutto si svolse in un secondo.

Guardando di fronte a me, vidi un corpo appeso: due piedi che penzolavano, spettri ormai inerti di un tormento fin troppo lungo. Sui pantaloni già sudici della donna si intravedeva una macchia di urina. Il cardigan marrone seguiva i movimenti del vento.

Una scarpa giaceva rovesciata a terra. Il volto della donna non era gonfio né congestionato.

Ti aspetti sempre di trovare, nel viso di chi ha deciso di morire, spavento, tormento, pena. Invece, nel volto di Teresa Santostefano c’era solo pace.

Quella donna aveva ritrovato la sua pace.


BIOGRAFIA

Federica Cabras ha 28 anni e ama la scrittura.

Si laurea in Lettere moderne nel 2015 e consegue più tardi un master in “Criminologia e sicurezza nel mondo contemporaneo” con una tesi sulla figura di Amanda Knox.

Ha ricoperto il ruolo di editor e correttrice di bozze.

Lavora per Vistanet, un giornale attivo nella sua regione, la Sardegna, e cura la sezione libri di M Social Magazine.

Si classifica tra i primi dieci al concorso letterario “Insieme” con il suo racconto “Cielo di maggio”.

Nel 2019 fa il suo ingresso nella Literary Romance con il romanzo ironico “Un sogno, un amore e un equivoco”.


INTERVISTA DELL' AUTRICE

(dal sito della casa editrice) 1) Beatrice è una donna forte e determinata, ma al tempo stesso fragile.

Quanto ti rispecchi nella protagonista e quante cose avete in comune?