top of page

"𝓐 𝓿𝓸𝓵𝓽𝓮 𝓬𝓪𝓹𝓲𝓽𝓪 𝓬𝓱𝓮…" 𝓭𝓲 𝓣𝓲𝔃𝓲𝓪𝓷𝓪 𝓛𝓲𝓪

Amici delle Gatte oggi recensione doppia delle nostre Birba e Stregatta per il libro Romance contemporaneo "A volte capita che…" della nostra Tiziana Lia, pubblicato il 14 novembre in Self publishing. Curiosi di sapere cosa ne pensano..? Andiamo a leggere...

SCHEDA LIBRO:


TITOLO: A volte capita che… AUTORE: Tiziana Lia EDITORE: Self publishing

GENERE: Romance contemporaneo PAGINE: 200 FORMATO: ebook - cartaceo (disponibile per gli abbonati a KU) PREZZO: 2,99€ - 13,00€

DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 novembre 2022



TRAMA


L’Alto Adige è un luogo da favola, che nel periodo natalizio si accende di luci, con mercatini, tradizioni contadine e leggende poco conosciute.

Un soggiorno vinto in maniera bizzarra, costringe Luca e Marta a trascorrere dodici giorni senza tecnologia, cellulari o social, immersi in un’atmosfera dove il tempo sembra fermarsi, e dove dimenticano tutto.


Anche il tradimento.

Sulle vette, soltanto loro e l’unica cosa che li unisce ancora: il piccolo Matteo. Ma in questo angolo della Val di Funes, dove sono obbligati a condividere un maso con altre persone come se fosse una normale casa, tra montagne innevate, profumi di bosco e camminate nel silenzio, le loro esistenze, che hanno preso da mesi strade diverse, appaiono a un tratto confuse. Il lavoro, infatti, non pare più una priorità per Marta. Quanto a Luca… che fine ha fatto la sua nuova compagna?

Guardarsi negli occhi li conduce a scavarsi dentro, fino a scoprire qualcosa che non avrebbero mai voluto.

D’altro canto, tutto diventa magia quando qualcuno ci mette lo zampino…

Miciolosi, oggi vi parlo dell’ultimo libro di Tiziana Lia, un’autrice che ho la fortuna di conoscere personalmente e che stimo molto. È una storia di Natale, da godersi al tepore del camino, sotto un soffice plaid e con un tè, o una cioccolata calda, tra le mani. La storia inizia con un sogno, il sogno di Matteo, che viene indirizzato sia a Gesù Bambino che a Babbo Natale, che qui veste i panni dell’aiutante (non so voi ma io adoro questa mescolanza di tradizioni).

Una storia che inizia e si chiude a Milano ma che ci porta in Val di Funes, in un posto tipico dell’Alto Adige, dove ci si può immergere in una realtà molto lontana da quella milanese.

Al desiderio di Matteo si aggiunge un biglietto “d’oro” alla Willy Wonka che porta Marta, Luca e il piccolo Matteo al maso dei Gruber: alle usanze e alle tradizioni del luogo è chiesto un miracolo… ma è Natale, il periodo dei miracoli per i bambini… e forse lo può essere anche per gli adulti, giusto?

Come avrete immaginato, i protagonisti sono Marta, Luca e Matteo, una famiglia che sta attraversando un periodo difficile, piena di malintesi e di confusione. È proprio ai due adulti che Tiziana dà voce, sono loro che ci raccontano la loro storia attraverso i POV alternati.

“Mi volgo verso di lui e resto impigliata nei suoi occhi scuri come la cioccolata. Occhi che mi fissano, che mi scorrono sul viso, che si fermano sulla bocca, togliendomi l’ossigeno.”


Ma in questo percorso non saranno soli ma avranno diversi angeli che li aiuteranno a trovare la strada “giusta”.

Tiziana ha tessuto una trama molto realistica, calibrando bene personaggi, ambientazione, sentimenti in un libro che secondo il mio parere può piacere davvero a ogni genere di lettrice. Una storia che conquista per la sua semplicità, sebbene pagina dopo pagina si percepisca tutta la cura che la scrittrice ha messo nella stesura, nei dettagli e nelle descrizioni…

Un libro che è destinato a diventare una delle mie tradizioni di Natale, un libro da regalarsi e regalare…

Cosa aspettate?

Buona lettura Birba


Buonasera micetti come và? Il tempo fuori certo non invita a fare una passeggiata o un gita fuori porta, quindi io ho la scusa per buttarmi sul mio bel divano in compagnia del mio bel plaid di lana ed una bella musica di sottofondo. In questa location così congeniale e rilassante mi sono buttata nel mio mondo fatto di libri che raccontano le storie che piacciono a me, e cosa dire in questo periodo sarà il clima ed il pensiero del fuoco, delle caldarroste e di una spruzzata di neve che offrono proprio il giusto motive per la mia lettura si perché oggi vi parlo proprio di un bel libro di Natale” "A volte capita che…" di Tiziana Lia.


Cosa non può mancare in una storia di Natale, la neve, le storie, le tradizioni e il tutto condito da un po’ di magia.


Marta e Luca sono i protagonisti insieme a Matteo di questa storia che riunisce realtà, tradizioni e speranze.


Io sono una che ama molto il Natale ma non quello commerciale perché la corsa al regalo, il traffico, le file sono cose che non ho mai amato , sono una persona molto tradizionalista per alcune cose ma meno per altre però amo le storie vicino al camino, amo le tradizioni e delle feste amo la preparazione con i dolci tradizionali le cene i pranzi e soprattutto la condivisione.


Questo libro parla proprio di questo di cose che forse per la vita frenetica che viviamo ci portano a dimenticare le cose belle della vita.


Il fatto di vivere di corsa sempre attaccati alla tecnologia messaggi, social e tutto ciò che distoglie la nostra attenzione dalla vita vera, dal gioire alla vista di un tramonto, del gioire della compagnia , del gioire del tempo speso anche al dolce far nulla ci porta spesso a dimenticare che siamo vivi, umani e fallibili ed a volte le nostre convinzioni possono ridursi in cenere in un attimo.


Questo è un libro che ci parla di seconde occasioni di nuove aspettative, di voglia di ricominciare capendo quali sono gli errori che possono condizionare il futuro avendo fatto una scelta dettata dalla rabbia, dall’ira del momento legato all’essersi sentiti traditi. Alla base di questo libro c’è un matrimonio giunto al termine Marta e Luca hanno perso la strada tramortiti da una vita in cui hanno dimenticato se stessi ed hanno pensato solo ai loro obblighi lavorativi.


Una gita sarà il punto di svolta il ricongiungersi alla natura al modo di vivere tranquillo, il ritorno al passato in cui la condivisione è la base del vivere comune e la nascita di amicizie quelle pure senza invidie, senza scambi se non di affetto e di consigli spassionati e nuove consapevolezze insieme alla conoscenza di nuove tradizioni porteranno i nostri protagonisti a capire che a volte cambiando qualcosa anche la nostra vita può cambiare e farci ritrovare il sapore di cose autentiche e genuine ,credo che ormai abbiamo dimenticato tutto schiacciati da una vita di impegni e di obblighi.


Marta e Luca scopriranno che è nella semplicità che risiede la vera essenza dell’amore. Tiziana Lia ci porta in Trentino ci fa respirare la magia dei luoghi delle persone e delle tradizioni del periodo natalizio ci fa conoscere il loro modo di vivere minimalista che li collega a una vita più sentita, e fatta di affetti e il ritorno alla magia ed alla poesia legata al Natale.


Che dire un libro di quelli da sfogliare ed immergersi nella magia che non è solo quella del Natale ma quella che ci ricorda che l’amore deve essere il nostro motivo per andare avanti così come i sogni e non dimenticare che i nostri sogni si avverano solo se ci crediamo.


Questi sono gli ingredienti che permeano queste pagine un sogno, un desiderio quello di Matteo che figlio di genitori separati vuole disperatamente tornare ad avere una famiglia ed esprime un desiderio chissà se questo desiderio si avvererà non vi resta che abbandonarvi alla lettura di questa storia proprio come ho fatto io.

Le Gatte ringraziano Tiziana Lia per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


13 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page