"Come un sasso in una bolla" di Nicole Londino

Amici delle gatte, buona serata! Il libro di cui vi voglio parlare oggi, è di una autrice emergente.

Nicole Londino, dal titolo “Un sasso in una bolla”, edito dalla Leggereditore.


SINOSSI:


A soli 19 anni Adele ha già rinunciato ai sogni.

Mentre la sua famiglia va catastroficamente a rotoli, lei si rimbocca le maniche e si barcamena tra due lavori, sforzandosi di mantenere una parvenza di normalità.


Per fortuna a colorare le sue giornate c’è Angi, il suo migliore amico, fotografo eclettico e pieno di idee.

Il giorno in cui Angi la coinvolge in un originale esperimento sociale, in cui dei perfetti sconosciuti accettano di baciarsi di fronte al suo obiettivo, Adele non può immaginare il terremoto che sta per travolgerla.


Lo sconosciuto che le tocca in sorte, Samuele, è un ragazzo che non passa inosservato: 20 anni, affascinante e fuori dal comune, è un tipo di poche parole, anzi, a essere precisi, non parla proprio.

Inaspettatamente il loro bacio si rivela molto intenso, ma non è certo quello il modo ideale per iniziare una storia d’amore, tanto più che Adi e Samu sono come il giorno e la notte: leggera e fragile come una bolla lei, ancorato alla terra come un sasso lui.


Eppure, si sa, al cuore non si comanda, e quello di Adele non potrà evitare di chiedersi perché un giorno, all’improvviso, Samuele abbia smesso di parlare..




RECENSIONE

a cura della nostra Kelly:

Adele è una giovane ragazza, dopo la separazione dei suoi genitori e l'abbandono da parte della madre, vive con un padre che ha seri problemi con l’alcool e che non ammette, otretutto di avere un problema!

Per tutto quello che le è capitato nella vita è molto più matura e responsabile dei ragazzi della sua età, è dovuta crescere in fretta, il suo sogno era quello di proseguire con gli studi, ma per mantenere se stessa e suo padre fa ben più di un lavoro.


Adele deve pagare l’affitto, le bollette, fare la spesa e tutto il necessario per vivere, il padre ormai non si occupa più di nulla, non si accorge neanche se è in casa!

Adele ha un migliore amico, Angi, fotografo di professione che spesso la coinvolge nelle sue iniziative, ed è proprio in una di queste occasione che incontra Samuele, un bel ragazzo e anche molto sexy.


“Succede. Succede e basta. Ho due labbra - calde - sulle mie. Le sta solo stuzzicando, siamo ancora alla fase del bacio secco. È tipo un abbraccio, un abbraccio di bocca. Ho perso il filo di quello che stavo pensando, non trovo più le mani, ne le mie. È solo quando sento le lingue toccarsi che mi accendo, e tutto cambia il ritmo. Lui smette di essere cauto e rischia. La sua presa sul mio collo si rinsalda, il respiro diventa più difficile, le gambe si fanno leggere, così leggera che senza volerlo le avvicino alle sue."



Adele e Samuele, prima ancora di conoscersi e di sapere i rispettivi nomi, si baciano, ma non è un semplice bacio, scatta, infatti, subito qualcosa di più!

Angi pensa che i due ragazzi siano fatti l’uno per l’altra, che possano aiutarsi a vicenda ad uscire dalla bolla in cui la vita li ha messi! Fa di tutto per coinvolgerli e perché escano insieme, ma ha omesso un particolare importante ad Adele.


“Vuoi apprenderle tu?” Annuisce. Un’ ondata di confusione mista a shock mi travolge. “Ok, fai pure” continuo senza sapere da dove arrivi tutto questo mi sangue freddo. Poi, quando si gira, lascio libero sfogo al panico. Un momento. Non è che lui non voglia parlare con me perché è stronzo o perché vuole fare il misterioso. Samuele non parla proprio. È muto. Lui... Lui non parla. Ha la bocca, ma non la parola. Samuele non parla.

Lo shock che diventa paura e lo stomaco mi si contorce per una manciata di secondi.”