"Come il giorno e la notte" di Sara Coccimiglio

Amici la nostra Luna oggi ci parla della sua ultima lettura, "Come il giorno e la notte" di Sara Coccimiglio, pubblicato dalla Triskell edizioni il 14 febbraio.

Andiamo a leggere cosa ne pensa.....

SINOSSI:


Lucas Baroni ha disperatamente bisogno di un lavoro.

Non importa quale o dove: non ha niente da lasciarsi alle spalle, tranne un monolocale grande quanto un granello di sabbia e una vita che gli ha tolto più di quanto gli abbia restituito.


Cresciuto in una famiglia adottiva che gli ha gentilmente aperto la porta della propria casa alla fine del liceo, ha solo un rimpianto: non essere riuscito a trovare il fratello minore, adottato da un'altra famiglia dodici anni prima.


Leon Stonecraft sembra avere tutto: una famiglia che lo supporta, una bellezza da mozzare il fiato e un conto in banca che non riuscirebbe a dilapidare neanche se lo volesse.

L’unica cosa che gli manca è un segretario tuttofare che per cinque mesi lo aiuti a gestire le innumerevoli banche di cui è a capo.


Per Lucas sembra l’occasione perfetta per ricominciare da zero, ma quando arriva a casa del Signor Stonecraft, pronto a riprendere in mano la propria vita, scopre che l'uomo è tutto tranne come lo aveva immaginato.


Leon infatti è sexy, ricco, stacanovista, serio, brusco, bello da morire... e cieco.


Ma Lucas, nonostante la giovane età, non è disposto a lasciarsi mettere i piedi in testa da nessuno, tanto meno da un burbero uomo d’affari che potrebbe rivelarsi la dimostrazione pratica che gli opposti possono attrarsi in maniera devastante.


RECENSIONE

a cura della nostra Luna:


Una lettura tutta al maschile. Trattandosi di un genere MM ovviamente i protagonisti sono due uomini, ma non ho potuto non notare come la scelta dei personaggi che interagiranno assiduamente con loro, siano dei maschi.


La storia ci viene narrata dal punto di vista di Lucas.

Ancora bambino, un grave incidente, lo separerà dai suoi genitori e da suo fratellino Kylan; i due saranno adottati famiglie diverse, fatto che tormenterà il protagonista sino a quando, raggiunta la maggiore età abbandonerà la cosa dove è cresciuto, un po’ perché “costretto” e poi perché non ha mai dimenticato Kylan.


Nonostante le sue buone intenzioni non ha modo di scoprire dove risiede suo fratello, non si rassegnerà facilmente ma dovrà accantonare questo pensiero per un po’ di tempo.


Il giovane ventunenne si ritroverà a vivere alla giornata arrangiandosi con alcuni lavori saltuari.

Le condizioni economiche precarie lo spingeranno poi, ad accettare un lavoro che non sa bene se riuscirà a portare a termine, ma la paga è così elevata che accantona le remore e si lancia in questa nuova avventura.


Convinto di dover assistere un uomo di mezza età, non appena varcherà la soglia di casa Stonecraft si renderà presto conto di quanto i suoi pensieri fossero errati.