"CEO: Complicata. Egocentrica. Ossessionata" di Frainwonderland,

Amici delle Gatte, oggi le nostre Sheila e Salem, ci parlano del libro, "CEO: Complicata. Egocentrica. Ossessionata" di Frainwonderland, pubblicato il 13 aprile per la collana BrightLove, di PubMe.

a cura della nostra Sheila:


Buongiorno Gattine e Gattini, oggi vi parlo di una commedia divertente, che mi ha strappato più di una risata ed in questo periodo, vi assicuro, è di vitale importanza. Sto parlando di "CEO: Complicata. Egocentrica. Ossessionata" di Frainwonderland, parte della collana BrightLove.


Prendete una ragazza poco più che maggiorenne, ricca all'inverosimile, ossessionata dall'estetica e dipendente dagli abiti alla moda, viziata da un padre miliardario, stronza all'ennesima potenza.

Quella che la gente comune giudica un bel guscio, ma vuoto.. poi aggiungete un ragazzo poco più che ventenne, con una intelligenza al di sopra della media, in cerca di riscatto per una vita che con lui non è stata molto generosa.


Quello che molti definirebbero un nerd sfigato, in giacca e cravatta però.

Ecco prendete questi due pazzi ragazzi, mischiateli insieme e otterrete una commedia frizzante, incentrata sulle differenze sociali, sullo stile di vita eccentrico dei miliardari, coi loro lussi, i loro eccessi...sulle invidie e i colpi bassi, dove il detto non è tutto oro quello che luccica, e in effetti anche la stessa protagonista non è quella che vuol far credere di essere, e solo una persona che sa dove guardare e cercare può andare oltre quella maschera da cinica stronza che, Thanika Rania Dorothea, detta Nika, indossa tutte le mattine appena si alza.


Quella persona tanto coraggiosa e tanto profonda che è riuscita a vedere altro in lei, è Peter il nerd dalla pazienza infinita.


Sono sicura che all'inizio troverete fastidiosa Nika e i suoi atteggiamenti da snob, ma il mio consiglio è quello di darle una possibilità, cosi come ha fatto Peter.

Una storia ben riuscita, grazie alla scrittura fluida e scorrevole e uno stile narrativo fresco e leggero.

I personaggi sono ben costruiti e caratterizzati.

L'autrice non si è limitata ad approfondire solo i due protagonisti, ma ha curato anche i personaggi minori.


Lo sviluppo della storia è coerente, ne troppo veloce ne troppo lento.

Insomma se state cercando una lettura fresca, frizzante e divertente, visto il periodo che stiamo affrontando, questa è la lettura adatta...io sto ancora ridendo per le imprecazioni a tema moda con cui la protagonista arricchisce le sue esternazioni.


Non mi resta che augurarvi una piacevole lettura..e buone risate..

Sheila

a cura della nostra Salem:


Essere un lettore a volte è difficile, ma è sempre meno complicato che essere un blogger, devo ammetterlo, giudicare un libro non è facile, soprattutto questo.


Partiamo dall’inizio, la nostra protagonista Thanika/Nika/Tanya, si sono tanti nomi, ma questa è stata una scelta azzeccata, ogni nome indica la relazione che ha la nostra eroina con chi la chiama e in questo caso è importante, comunque torniamo alla storia in sè… Thanika/Nika/Tanya esordisce nel romanzo all’età di 17 anni dove, alla festa di compleanno dei suoi due fratellini minori viene coinvolta in un incidente con sostanze non più identificabili (vomito di neonato) e non riuscendo a trovare un bagno libero nella immensa villa dei genitori finisce nello spogliatoio della piscina con il suo Prada rovinato.


Come vi state chiedendo voi?

E’ possibile che una milionaria non abbia un bagno libero in casa?

Che non può andare in camera sua?


Questo fondamentalmente è il punto debole di tutta la storia: situazioni irreali e ai confini della realtà nel contesto in cui è stato inserito.


Cooooomunque con il Prada rovinato Tanya si ritrova nello spogliatoio della piscina coperta di suo padre e, in un intreccio temporale di 5 minuti da quello che si capisce, si ritrova con un completo di VS a lavare il suo Prada al buio e, dal niente, uno degli ospiti nonchè coprotagonista (Peter) appare accendendo la luce, subisce uno scan completo persino al culo quando lei, apparentemente in uno dei 5 minuti, sembra in imbarazzo e si spoglia finendo in piscina a copulare.


Ora questo è solo l’inizio ma da qui si dovrebbe innescare tutta la storia e sinceramente non mi è piaciuto.

Le premesse erano interessanti, ma i fatti sono stati incredibilmente deludenti e incoerenti esposti in questo modo. Ad aggiungersi all’assurdità del tutto due anni dopo il padre la nomina CEO della sua azienda, non vi dirò ne perchè ne come ma ci sono delle scene molto divertenti con Trump e i gemellini alla nomina che hanno risollevato la mia voglia di leggere, perchè è incredibile come le situazioni che dovrebbero creare aspettativa e tensione smontino tutto e le situazioni comiche risollevino lo stesso, e proprio questo mi ha portata a essere divisa in due con il romanzo.


Se da una parte il lato che doveva essere erotico e sensuale è privo di qualsiasi sentimento valido per il lettore (me, ma non scommetterei di essere la sola) e attrattiva, le situazioni comiche sono assolutamente superbe e degne di nota e grazie a queste fa ripartire colpo dopo colpo l’attenzione sulla storia.


Il carattere della protagonista è un misto di “dovrebbero soffocarti nel sonno” e “OMG muoio dal ridere”, azzarderei un paragone con Chanel Oberlin e Cheryl Blossom, ingenuità e arroganza mescolato a eleganza e completa stupidità, esattamente quello che ti aspetti da una ragazza adolescente ma priva completamente di quella punta di critica e ribellione che dovrebbero portare a capire di trovarsi davanti a un soggetto opinabile, ma nel suo complesso ammirabile.


Parlando invece di Peter è uno dei personaggi peggio riusciti di tutto, non sono riuscita a provare simpatia nemmeno quando la tigre gli ha sfregato la faccia (non chiedetevi perchè c’è una tigre ma leggete la scena direttamente, a me è piaciuta molto). Vedete, se da una parte provano a farcelo passare per figo, dall’altra risulta solo molto viscido e sfruttatore, non ti lascia niente se non un leggero disgusto e tanta pena per la protagonista che si innamora…


Nella storia incontriamo diversi personaggi tra cui una pessima migliore amica, genitori che attuano scelte molto dubbiose, coinquiline strane e fratellini che mi sono immaginata come i gremlins sull’ala dell’aereo che solo Tanya riconosce come tali, un mix interessante ma ancora poco caratterizzato, molti rimangono sullo sfondo, altri sono adorabili e ti fanno ridere.


Se vi piacciono le situazioni comiche vi consiglio di leggere il libro.

L’autrice è ancora acerba ma con il tempo sono sicura migliorerà, decisamente il suo punto forte è la comicità più che il romanticismo per ora, ma le prospettive ci sono.

Il libro è pieno di ripetizioni che in fase di editing non sono stati eliminati o sostituiti e un po’ è fastidioso, consiglierei una ulteriore revisione, ma il mio giudizio complessivo, sommando gli aspetti positivi e negativi rimane favorevole, non aspettatevi però il best seller dell’anno, aspettatevi una futura autrice degna di nota nel prossimo futuro.

IL LIBRO:

"Stai bene?"

Con i tuoi addominali ad altezza occhi? Tesoro, sto divinamente! Che me lo chiedi a fare?

L’amore è l’unica griffe che conta davvero.

Manhattan, New York City.

Lei: Thanika Rania Dorothea Stewart. Una boriosa, acida, giovane ereditiera. Lui: Peter Evans. Un sexy nerd, con un illegale lato B e nemmeno un soldo bucato in tasca.

Quando si incontrano per la prima volta, nessuno dei due immagina, neanche lontanamente, che un fugace e bollente momento nella piscina di lei, si trasformerà nel preludio perfetto per la tragedia epica dell’anno.

A soli diciannove anni, il padre di Tanya, le affiderà le redini della sua preziosa azienda.

Lo stesso padre che le metterà alle costole un petulante e fin troppo saccente Peter Evans, a tenerla d’occhio.


I due, come da copione, fingeranno di non conoscersi, ma ad ogni insolente battuta di Tanya, lui si sentirà in dovere di ricordarle l’esatto contrario.

E poi si sa, per ogni commedia romantica che si rispetti, arriva sempre quel momento in cui tutto va a rotoli, peggio di una modella rinsecchita che non sa stare su delle Louboutin.


E sarà allora che la nostra eroina glitterata, dovrà mettere su la sua maschera migliore e schiacciare sotto le sue Jimmy Choo tutti i traditori.


Ma se uno di quei traditori avesse delle chiappe d’oro difficili da dimenticare?

Perché, diciamocelo: quando incontri l’uomo perfetto, è difficile rinunciarci, tanto quanto a dei saldi primaverili da Gucci. Perciò, sfoderate il vostro outfit migliore, ragazze! Perché fa il suo esordio in casa Brightlove (Pubme), la penna graffiante, politicamente scorretta e super glamour di Franinwonderland. E, ricordate: l’amore è l’unica griffe che conta davvero.

Le Gatte ringraziano la BrightLove, per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.

0 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon