"Alla sorgente del tempio" di Simona Cremaschi

Amici delle Gatte, buongiorno, vi segnaliamo oggi il libro di Simona Cremaschi, dal titolo: "Alla sorgente del tempio", edito da Lettere Animate, uscito lo scorso anno.

La nostra Duchessa lo ha letto per noi, andiamo a leggere cosa ne pensa......


SINOSSI:

Conosciamo veramente la natura di ciò che osserviamo o ci limitiamo all’apparenza senza andare in profondità?


Denise è una giovane provinciale nata e cresciuta nella tediosa campagna francese, a due settimane dal matrimonio decide di partire per schiarirsi le idee.


Sceglie Parigi per un viaggio spensierato ma, travolta dalla tempestività degli eventi, s’imbatterà in Alan.


Lui fa parte di uno dei tanti gruppi di Catafili che la notte sfidano le autorità, andando alla ricerca di tesori seppelliti in passato e mai trovati.


Denise riuscirà a entrare nel gruppo, abbandonando l’opulenta superficie per strisciare nelle sue interiora, scoprendo un mondo a sé che inizia dove la città sembra finire.


RECENSIONE

a cura della nostra Duchessa:


Buongiorno gattine e gattini, oggi vi parlo del romanzo di Simona Cremaschi “ Alla sorgente del tempio”, edito da Lettere Animate.

Denise, la protagonista, è una ragazza cresciuta nella campagna francese.

A sole due settimane dal matrimonio, decide di andare a Parigi, sola, per prendersi una pausa e pensare un po’ a se stessa. Certo, non può immaginare quello che le ha riservato il destino…

A causa di un piccolo “incidente”, Denise incontra Alan, cuoco di giorno e esploratore di sotterranei durante la notte. Alan è un bel ragazzo e Denise ne è subito attratta. Quando scopre che di notte si inoltra nei sotterranei parigini con un gruppo di amici, alla ricerca di tesori ancora nascosti, decide di unirsi a lui, per mettersi alla prove e vivere nuove emozioni.

Le descrizioni sono minuziose, ogni piccolo particolare viene descritto nei minimi dettagli. L’autrice ci fa entrare con Denise nei sotterranei, ci fa vivere le emozioni della giovane donna, dalla paura alla voglia di rinascere, di combattere e vincere.

Il linguaggio è ricercato, ma sinceramente, a volte l’ho trovato anche troppo artificioso. Ho faticato a procedere con la lettura, perché l’autrice non ha stimolato la mia curiosità. Inoltre, ho incontrato alcune imprecisioni e degli errori che non ho potuto trascurare:

“…Agguerrita fa partire un sonoro ceffone che raggiunse con uno schiocco il bel volto del giovane…”

“…Trova vecchi abiti giacere dimenticati in un angolo del guardaroba…”

Secondo il mio modesto parere, la storia raccontata è interessante e originale, ma il romanzo avrebbe bisogno di essere alleggerito.



Alla prossima!


Valutazione di lettura: 😻😻😻

15 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon