top of page

𝓡𝓮𝓿𝓲𝓮𝔀 𝓟𝓪𝓻𝓽𝔂 - "𝓒𝓸𝓶𝓮 𝓲𝓷 𝓾𝓷 𝓯𝓲𝓵𝓶" 𝓭𝓲 𝓐𝓷𝓷𝓪 𝓝𝓲𝓬𝓸𝓵𝓮𝓽𝓽𝓸

Amici delle Gatte buongiorno!

Partecipiamo oggi al Review Party dedicato al nuovo libro di Anna Nicoletto, "Come in un film" pubblicato da Always Publishing il 18 luglio. Per il Blog lo ha letto la nostra Birba, andiamo a vedere cosa ne pensa..

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Come in un film

Autore: Anna Nicoletto

Editore: Always publishing

Genere: Commedia Romantica

Pagine: 393

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: € 3.99 - € 15,71

Data di pubblicazione: 18 luglio 2023

Link di acquisto Amazon ebook: https://amzn.to/43yEYfF

Link di acquisto Amazon cartaceo: https://amzn.to/3K9qCvs


TRAMA:


A venticinque anni Cloe ha una vita da film: dopo essersi lasciata alle spalle la provincia italiana vive a Londra, frequenta la prestigiosa Goldsmiths ed è fidanzata con un fantastico... STOP!


La rifacciamo, grazie. A venticinque anni, la vita di Cloe fa schifo.


Si è trasferita nella città dei suoi sogni solo per ritrovarsi senza borsa di studio, fa la cameriera in un pub, vive in un appartamento infimo, frequenta senza troppo impegno il suo coinquilino... e, stando a quello che sostiene il suo avvocato, ha appena ereditato l'attività di famiglia, il vecchio cinema di paese a Schiforate, provincia di Milano.


Ora il piano è semplice: tornerà in Italia, si sbarazzerà dello scalcagnato cinema di cui la zia non vuole più sapere, dopodiché volerà a Londra con i soldi e si iscriverà all'università che ha sempre desiderato. E pur di riuscirci, accetterà qualunque offerta.


Qualunque... tranne l'unica che riceve: quella di Sebastiano Moro. Ventisette anni, carismatico, scontroso, Sebastiano è la nemesi adolescenziale di Cloe, nonché l'unico uomo che lei odia con tutta se stessa. Stringere un accordo con lui è fuori discussione.


A costo di restare nel luogo che detesta, Cloe è disposta a rimettere in sesto l'attività zoppicante da sola. Quello che Cloe non sa è che ora Sebastiano è diventato il tiranno regnante di un piccolo impero di provincia: tutti pendono dalle sue labbra, il paese è diventato il suo parco giochi. Lui la marca stretta pregustando la sua disfatta. Frame dopo frame e senza neanche accorgersene, Cloe riscriverà la sceneggiatura dei suoi giorni più felici, diventando regista e spettatrice di una storia nuova fatta di vecchie alleanze e patti mai dimenticati.


Perché, per mantenere alcune promesse c'è bisogno solo del coraggio di lanciarsi nel secondo tempo della nostra storia.

Miciolosi, cosa ne pensate dei film tratti dai libri? È meglio il film o il libro? Io propendo sempre per il libro perché “condensare” in poche ore pagine e pagine di storia è difficilissimo, questo a prescindere dal taglio che il regista vuol dare alla storia… ma perché vi chiedo questo? Perché è proprio da qui che parte la storia di Cloe e Sebastiano… ma è un inizio che sa di delusione, lacrime e una promessa: la promessa di Cloe a sé stessa di non fidarsi mai più e di scappare da “Schiforate” e non tornare mai più, seppellendo tutti i ricordi in un angolo remoto della sua anima.

Ed è proprio lontano da quel paese in provincia di Milano che la troviamo, a Londra per la precisione, durante un turno serale al Tipsy Teapot, un pub in cui lavora per conquistarsi la retta per entrare alla Goldsmiths. La sua situazione è ben lontana dall’essere quella desiderata, ma il suo orgoglio le impedisce di raccontare la verità alla zia Sole e l’odio che ancora prova per la sua nemesi le impedisce di chiedere aiuto.

Ma è proprio durante quel turno che il destino sembra darle la possibilità di realizzare tutti i suoi sogni…ma per ottenere quello che vuole deve tornare a “Schiforate”…

“È per un bene superiore. Vai, eviti tu-sai-chi e torni. Niente di più.”

Il “tu-sai-chi” da evitare è Sebastiano Moro, nemesi di Cloe, il ragazzo che l’ha delusa, che l’ha fatta scappare da tutto, soprattutto dai suoi ricordi. Lui ha un piano: impossessarsi del cinema Aurora, farne un parcheggio, e vendicarsi della delusione più grande ricevuta otto anni prima da Cloe.

“Un senso spasmodico d’incredulità corre lungo la spina dorsale, mentre un unico pensiero m’invade il cervello. È tornata.”

Ed è anche la prima persona che Cloe incontra in paese al suo arrivo, è l’unico che ha fatto un’offerta per il cinema ed è l’uomo che Cloe si rende conto di odiare ancora con ogni fibra del proprio essere…mentre i ricordi che le tornano alla mente quando entra all’Aurora la riportano suo malgrado indietro nel tempo, a quel periodo doloroso, a quella sera dove tutti i suoi sogni si sono infranti, alla profonda delusione legata a quel ragazzo che ora è un uomo, dalla voce inconfondibile, che le scatena una marea di sentimenti contrastanti.

E si sa anche che nei film la protagonista viene messa alla prova…e questa prova potrebbe finalmente darle la vita che desidera… la domanda è: cosa desidera Cloe? Ho divorato questo libro in pochi giorni, complice l’insonnia e il weekend, perché la storia di Cloe mi ha preso sin dal primo capitolo.

La scelta dell’autrice di dare un POV atipico a Sebastiano è stato il director’s cut giusto per dare suspense alla storia tra i due, a solleticare la mia curiosità su un personaggio così strano come questo Sebastiano, padrone della città, milionario da far schifo che si impegna a fare di tutto per ostacolare la nostra protagonista. Un personaggio tutto da scoprire.

Ma oltre a Sebastiano e Cloe c’è un altro protagonista, un elemento intorno a cui tutto gira, ed è il cinema Aurora, che all’esterno sembra solo un cinema storico di un paesino dell’interland milanese, ma che contiene all’interno la vita di tutta una generazione, è il palcoscenico dove i due protagonisti si sono avvicinati e allontanati, e il contenitore di tutti i ricordi di Cloe.

“Anche la Cloe adolescente era sfigata. Solo che, invece delle massime latine, sapeva a memoria le battute dei suoi film preferiti. E i nomi di registi e attori, gli anni di uscita delle pellicole, i premi vinti e…”


È una storia che, come un bel film, va rivista (riletta) perché alcune scene, Darth Vader in primis, devono essere immaginate ancora e ancora, come in un loop… (ebbene sappiatelo con i film sono una ossessivo compulsiva).

Un libro che starà benissimo nella borsa da spiaggia per sognare una storia… da film.

Un abbraccio e buona lettura Birba

Questa è la canzone che la nostra Birba vi consiglia di ascoltare durante la lettura: Vorrei (Lunapop)

Le Gatte ringraziano la Always publishing per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


13 visualizzazioni0 commenti

Comments


Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page