7 𝘽𝙡𝙤𝙜 𝙥𝙚𝙧 1 𝙖𝙪𝙩𝙤𝙧𝙚: 𝙀𝙡𝙞𝙨𝙖 𝘼𝙫𝙚𝙧𝙣𝙖

Amici delle Gatte per la rubrica "7 Blog per 1 autore", oggi vi presentiamo i personaggi della trilogia "Chiamata dall'inferno" di Elisa Averna edito da Dark Abyss edizioni.

TERZA TAPPA: CASTDREAM


Raccontaci qualcosa sui protagonisti del romanzo con descrizioni a livello fisico e caratteriale.


Jessica Ortis ha 36 anni. È figlia di un noto magistrato che vive sotto scorta. Dopo un passato da adolescente viziata, dai costumi facili e dal consumo smodato di alcol, conduce una vita finalmente tranquilla. La donna lavora come copywriter presso un’agenzia pubblicitaria, gioca a tennis, è dedita allo shopping in omaggio al suo spirito edonista e capitalista.

Jessica in seconde nozze è sposata con Mario, marito solerte che la ama, riamato, alla follia. Mario ama anche i figli che Jessica ha avuto dal suo primo marito proprio come se fossero i suoi. La donna quindi ha un presente di cui andare fiera: una bella casa, un lavoro appagante, un marito che la adora e due figli dolcissimi che non le danno preoccupazioni. Jessica è una madre piena d’amore, affettuosa e severa a un tempo, non ammettendo insuccessi scolastici.

La vita di Jessica viene sconvolta nel pomeriggio del 9 marzo 2022, quando riceve una telefonata da uno sconosciuto. L’uomo le parla al telefono con la voce modificata al sintetizzatore.

Jessica fisicamente è una bellissima donna, bionda e con occhi blu. Queste informazioni, giacché come detto il romanzo non include parti narrative/descrittive, il lettore le apprende dai dialoghi, in questo caso tra lei e l’uomo che la tiene sotto scacco al telefono:

«No, va bene, mi metto sul divano, cazzo!» «Ma come “cazzo”? Una signora dell’alta borghesia, bionda, con gli occhi blu e che ha studiato alla Bocconi, non può dire cazzo. Non hai le fisique du rol per pronunciare certe parole»


Alpheus (nome scientifico del “gambero pistola” dalla chela letale): così si fa chiamare lo sconosciuto con cui Jessica è costretta a parlare al telefono. Alpheus ha una buona cultura e un’intelligenza raffinata, anche se vocata al male.


L’uomo dimostra di conoscere ogni minimo dettaglio della vita di Jessica e per questo ottiene la massima attenzione da parte della donna. In compenso Jessica, e quindi anche il lettore, di lui non sa nulla, se non che da tempo egli ha messo sotto osservazione Jessica, nascondendo nella sua casa telecamere, microspie e piccole cariche esplosive azionabili per mezzo di un telecomando a lunga distanza.


Alpheus si pone nei confronti di Jessica come il suo “Virgilio”, colui che l’accompagnerà nella discesa agli inferi. Difatti, Alpheus organizza per lei un gioco infernale: Jessica avrà nove giorni per indovinare l’identità che si nasconde dietro la sua voce indecifrabile. Jessica non potrà fare più di nove nomi. Ogni giorno, dedicato a un cerchio dell’Inferno di Dante, dovrà superare una prova, che sarà anche un indizio per arrivare alla verità.


Alpeheus è quindi “generoso” nel fornire indizi che possano indurre Jessica a risalire alla sua identità. È anche terribilmente vendicativo. Infatti, se Jessica non avrà superato la prova per punirla, seguendo la legge del contrappasso, colpirà un membro della famiglia della donna, reo del peccato riferito al cerchio del giorno.

Se Jessica indovinerà l’identità di Alpheus, egli sparirà dalla sua vita; viceversa, se Jessica perderà il gioco, egli si paleserà a lei nei tempi e nei modi che lui deciderà e Jessica non si potrà sottrarre all’incontro. Alpheus, dunque, per concertare un gioco di questo tipo è un essere cinico e spietato. Dice chiaramente a Jessica che, se lei chiamerà la polizia o riferirà a qualcuno quanto le sta accadendo, all’istante le farà saltare la casa, con o senza la sua famiglia all’interno, trasformandola in un vero inferno. E non si limiterà solo a quello, perché egli è intenzionato a sterminare tutti i membri della famiglia di Jessica, se la stessa non rispetterà le regole del gioco.


Alpheus è un ricattatore senza scrupoli: Jessica deve indovinare chi sia per salvare i suoi cari. La donna inizia così la sua angosciante ricerca di sospettati, dovendo peraltro dissimulare il suo stato d’animo davanti ai suoi affetti. Jessica passerà al setaccio la sua vita e, in parte, quella del padre.


Nel frattempo, Alpheus si divertirà a vederla annaspare alla ricerca della sua identità. Alpheus, per ovvie ragioni, non è descritto fisicamente. In realtà non si sa neanche se sia uomo o donna.


Mauro Mariani e Jessica Ortis sono sposati da tre anni. Mauro è di due anni più giovane della moglie. È dirigente di un’azienda di consulenza informatica ed è un marito innamorato e solerte, che fa da padre ai figli che Jessica ha avuto dal suo precedente matrimonio. Fisicamente è un uomo alto e atletico. Gioca a tennis, guarda in tv programmi di attualità, le partite di calcio e documentari storici. Ha sempre un occhio vigile quando Jessica sfuma con il vino i risotti o impiega in cucina bevande alcoliche perché teme che la donna possa avere una ricaduta nell’alcol.

Giulia è la sorella di Jessica. Il lettore non la conoscerà direttamente, ma attraverso le parole di Jessica.


Verrà quindi a sapere che è obesa e con gravi problematiche d’ordine psicologico, tanto da indurre il padre a pensare perfino a un tso.


Nonostante i genitori abbiano fatto il possibile per non far sentire Giulia inadeguata o poco amata, la donna sviluppa fin dall’infanzia un sentimento d’odio nei confronti di Jessica per via della sua bellezza e dei suoi successi scolastici e con gli uomini.

Lascio ai lettori la curiosità sul padre di Jessica, il giudice Ortis, un personaggio che sarà presente verso la fine del romanzo, con il suo vissuto carico di esperienze complesse e molto protettivo nei confronti della figlia. Quanto alle immagini dei personaggi, da lettrice preferisco “immaginare” i volti dei personaggi. D’altronde la differenza tra libro e film sta proprio nel lavoro di immaginazione. Quindi, per coerenza con questo mio pensiero, posso proporvi immagini dei miei personaggi ritratti solo di spalle, in modo che nessuno abbia un’immagine, per così dire, “predigerita” da me. Ovviamente di Alpheus non fornirò alcuna immagine, neanche di spalle, perché si capirebbe il suo genere di apparteneza.

 

IL LIBRO:


Lui sa tutto di lei.


Ne conosce le abitudini, la famiglia e i molti peccati di gioventù. Ha disseminato di microspie la villetta in cui Jessica vive, il suo perfetto idillio da signora per bene.


Lei non sa chi sia lui.


Ogni giorno, quell'uomo misterioso le telefona e le impone prove ispirate ai peccati, minacciando ritorsioni sui suoi cari in caso di fallimento.


Ogni prova è un indizio che lui concede per farsi identificare, ma se lei non riuscirà a capire chi sia, dovrà incontrarlo. I giorni che avrà a disposizione saranno nove, come i gironi danteschi.


Lui obbligherà Jessica a scendere nell'Inferno più nero e profondo: quello della propria coscienza.

Le Gatte ringraziano per il materiale del libro ricevuto in omaggio e vi invitano a seguire tutte le tappe per conoscerlo meglio....


LUNEDÌ - Tutto sul romanzo - IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV

MARTEDÌ - Ambientazione - IN COMPAGNIA DI UNA PENNA

MERCOLEDÌ - Cast Dream - TRE GATTE TRA I LIBRI

GIOVEDÌ - Un messaggio da scoprire - ANIMA DI CARTA

VENERDÌ - Un'immagine che racconta - LIBERA_MENTE

SABATO - Intervista all'autore - READING IN TRUE LOVE

DOMENICA - Intervista al personaggio - GLI OCCHI DEL LUPI

5 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni