top of page

"𝓤𝓷𝓸 𝓼𝓽𝓻𝓪𝓷𝓸 𝓪𝓶𝓸𝓻𝓮 𝓪 𝓟𝓪𝓻𝓲𝓰𝓲" 𝓭𝓲 𝓜𝓪𝓻𝓲𝓪 𝓒𝓻𝓲𝓼𝓽𝓲𝓷𝓪 𝓒𝓪𝓻𝓲𝓸𝓽𝓽𝓲

Amici delle Gatte la nostra Pilou oggi ci parla della sua ultima lettura, "Uno strano amore a Parigi" di Maria Cristina Cariotti, edito da Land editore. Andiamo a vedere cosa ne pensa..

SCHEDA LIBRO:

Titolo: Uno strano amore a Parigi

Autore: Maria Cristina Cariotti

Editore: Land editore

Genere: Romance

Formato: ebook - cartaceo (disponibile su KU)

Prezzo: 0,99€ - 15,00€

Data di pubblicazione: 15 aprile 2023

Link di acquisto Amazon ebook: https://amzn.to/42KHZJN

Link di acquisto Amazon cartaceo: https://amzn.to/3pyMPvg


TRAMA:


Dietro le quinte della più celebre compagnia di danza di Parigi, amori travolgenti e misteri da risolvere sono all’ordine del giorno. Siete pronti a sbirciare dietro il sipario?

Giorgia, famosa ballerina di Parigi, resta sconvolta quando il suo ragazzo, Pierre, viene arrestato con un’accusa gravissima.


Ripercorrendo le strade della città dell’amore, la giovane rivive la loro storia, dal primo incontro-scontro al drammatico momento dell’arresto, cercando risolvere il mistero legato al tentato omicidio del suo partner di ballo.


Sebbene la polizia abbia accusato Pierre, Giorgia è sicura della sua innocenza, e con l’aiuto dell’originale Nancy, scrittrice-detective specializzata in indagini criminali, dovrà smascherare il vero colpevole e aiutare Pierre a uscire di prigione.


Tra una tappa nella famosa libreria Shakespeare and Company, appuntamenti d’amore sotto la Tour Eiffel ed escursioni improvvisate nell’assolata Puglia, Giorgia e Pierre riusciranno a coronare il loro sogno d’amore?

Una ballerina che della danza ha fatto il centro della sua vita.

Un ragazzo tormentato, con una famiglia difficile alle spalle.

Un amore ostacolato dalla prigione e da misteri tutti da svelare.

Buongiorno a…mici, eccomi a parlarvi di "Uno strano amore a Parigi". L’ambientazione parigina ha sempre il suo charme, soprattutto perché la descrizione dei luoghi è particolareggiata. Anche le immagini del panorama pugliese, attraverso le parole di Maria Cristina Carioti, sembrano prendere vita sotto ai nostri occhi, fino a sognare di trovarsi là, tra una masseria e il blu intenso del mare.

Una caratteristica che è sicuramente un punto a favore di questo romanzo.

Il racconto in terza persona mi ha permesso di conoscere il pensiero di tutti i protagonisti ed è un altro elemento che ho molto apprezzato. Giorgia è di origini pugliesi ed è diventata una prima ballerina a Parigi, città che l’ha accolta quando aveva dieci anni. È arrivata in alto per gli infiniti sforzi e l’impegno speso in ciò che le è sempre piaciuto, grazie anche a Madame Laramie, un’anziana italiana che ha sposato un francese, sua insegnante di danza da quando ha messo piede nella Ville Lumière.

Attraverso le descrizioni dell’autrice, il lettore riesce a immergersi nel mondo della danza, dai passi a tutto il contorno, fatto di spettacoli, ansie, teatri e vita all’interno di una compagnia.

Un’esistenza fatta di sacrifici, di dedizione, di amicizie, ma anche di invidie taciute. Giorgia non bada a nulla, va avanti per la sua strada perché la danza per lei è tutto. Almeno finché non conosce Pierre, un giovane barista, che di certo non è allo stesso livello sociale di una prima ballerina, abituata a stare sotto i riflettori.

Una storia da tenere nascosta, la loro?

Forse, ma un amore così forte chiede il suo spazio e Giorgia si trova a un bivio.

Tuttavia, proprio quando il cuore apre le proprie ali, ecco che un fatto poco chiaro rovina l’esistenza di Pierre e sembra incrinare il rapporto tra i due ragazzi.


Il giovane barista è davvero colpevole del reato di cui viene accusato?

Se non è lui, possibile che il responsabile si trovi tra coloro che Giorgia ha sempre considerato amici o quasi?

Come indicato nella trama, la storia si tinge di sfumature gialle.

Purtroppo, però, mi è mancato anche un solo momento di vero suspense. Le descrizioni dei fatti, partendo da una lunga serie di ricordi che Giorgia rivela alla cugina Nancy, si succedono in un modo molto semplice, senza donare al lettore un particolare dubbio o sospetto, e svelando in breve tempo la realtà degli eventi.

Un vero peccato perché avrebbe regalato quel quid in più all’intera vicenda.

Una storia che, per come indicato nella trama, appariva molto intrigante e che nello svolgimento ho trovato un po’ acerba e con diversi elementi che rendono poco credibile i fatti. Ma questo è un parere del tutto personale, legato sicuramente alla forte lettrice che sono.

Lo stile dell’autrice è fresco, semplice e lineare, godibile. Nell’insieme è una lettura che consiglio a chi ama lasciarsi trasportare in luoghi romantici.

Questa è la canzone che la nostra Pilou vi consiglia di ascoltare durante la lettura: Parigi di Paolo Conte.

Le Gatte ringraziano la L'autrice e la Land editore per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.

15 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page