top of page

𝓡𝓮𝓿𝓲𝓮𝔀 𝓟𝓪𝓻𝓽𝔂 - "𝓐𝓶𝓸𝓻𝓮 𝓮 𝓷𝓸𝓫𝓲𝓵𝓽𝓪̀, 𝓛𝓪 𝓖𝓪𝓽𝓽𝓸𝓹𝓪𝓻𝓭𝓪"

Amici delle Gatte buon pomeriggio!

Partecipiamo oggi al Review party dedicatoal libro "Amore e nobiltà, La Gattoparda." di Priscilla Potter pubbklicato ieri 04 dicembre. Per il Blog lo ha letto la nostra Pilou, andiamo a vedere cosa ne pensa...


SCHEDA LIBRO:


Titolo: Amore e nobiltà, La Gattoparda.

Autrice: Priscilla Potter

Editore: self publishing

Genere: Commedia romantica, suspense romance, billionaire

Pagine: 280

Formato: ebook - cartaceo (disponibile per il abbonati a KU)

Prezzo: 0,99€ - da definire

Data di pubblicazione: 04 dicembre 2023

Link di acquisto amazon ebook: https://amzn.to/4175ygi



TRAMA:


La contessina Coralie Bardini di Trabalza, nata e cresciuta in uno splendido palazzo di Palermo, regina della mondanità, spendacciona, nemica delle relazioni stabili, spende una cifra folle per festeggiare il suo ventinovesimo compleanno.


Il padre la punisce tagliandole i viveri e spedendola a Milano a lavorare al Corriere della notte.


La vigilia della partenza, Coralie incontra Marco, un meraviglioso ragazzo che aveva conosciuto a Firenze anni prima e con cui aveva trascorso una giornata magica.


Il destino li separa nuovamente.


A Milano Coralie affronta lo sfruttamento e tante privazioni, con l'incubo di dover in qualche modo sottostaree alle molestie del capo, Davide Lupi, che anni prima l'ha sottoposta a una strana e cocente umiliazione.


Ma a Milano incontra Marco, nel modo più inaspettato, ma anche la polizia, che ha assolutamente bisogno di Coralie...



Salve a…mici, oggi vi parlerò di questa mia ultima lettura, un romance leggero, dallo stile fresco, che ha delle sfumature di mistero, e che ci fa entrare in un mondo che molto spesso scopriamo attraverso i giornali: il jet-set.

La protagonista femminile si chiama Coralie Bardini di Trabalza, fa parte di una nobile famiglia siciliana, ha 29 anni, si fregia del titolo di contessina ed è puramente allergica agli uomini


“Esseri immaturi, superficiali, poco inclini all’uso di acqua e sapone, incapaci di sentimenti stabili”


questa è la descrizione che ne fa e, quanto a quest’ultima caratteristica elencata, lei sa bene di cosa sta parlando, perché in fin dei conti le va bene così. Non si è mai innamorata, preferisce, infatti, divertirsi visto che ne ha la possibilità sotto ogni punto di vista.


Almeno finché il padre, dopo l’ennesima stratosferica spesa, non le chiude i rubinetti.

Da qui comincia per lei una vita “normale” perché è costretta dal genitore a lavorare presso un giornale di Milano, sfruttando la laurea che possiede. Ma con uno stipendio da fame: quando si dice dalle stelle alle stalle!


Il protagonista maschile, invece, è Marco Notari, un ragazzo che ha sempre avuto la passione per la pittura, passione abbandonata per il bene della famiglia, tanto che ha intrapreso la conduzione dell’attività aperta dal nonno tanti anni addietro: portare avanti La Forneria e la sua rinomata pizza.


Entrambi vivono a Palermo, ma non lo sanno. Infatti, il destino li ha messi per la prima volta l’uno davanti all’altra sei anni prima a Firenze.


Cosa hanno in comune una ragazza che adora la mondanità con un ragazzo che la detesta?


E perché il fato continua a giocare con loro quando Milano apre loro le porte? È tutto da scoprire.

Le feste, gli sperperi e pure gli amici del suo ambiente a poco a poco sfumano per Coralie, che comincia a guardare le cose in modo diverso.

Nel momento del bisogno non sono state le sue conoscenze ad aiutarla, bensì persone che non aveva mai visto prima.


Possibile che la ricchezza attutisca la sensibilità? Di domande la nostra protagonista comincia a farsene parecchie.


“Suppongo che più di un sorriso si tratti di un ghigno. Ma al giorno d’oggi chi bada più a quella linea sottile che separa la gioia dal dolore? Felicità è diventata una parola d’ordine, e se non sei felice, fingi. A nessuno importa niente di te.”

E lei deve davvero fingere che tutto vada bene, soprattutto quando si trova di fronte Davide, l’uomo che l’ha molestata quando era ancora minorenne, e che adesso è il suo capo. Ma perché il padre l’ha mandata proprio a lavorare da lui pur sapendo tutti i trascorsi?


La trama diventa sempre più arzigogolata, impregnandosi di mistero, di cose non dette, e di una specie di intrigo che incuriosisce. Nel mezzo del caos che rischia di travolgerla, Coralie ha soltanto Marco. Marco che l’ha rincontrata per caso, Marco di cui è follemente persa, Marco che la desidera, Marco che la protegge, Marco che… decide per entrambi il destino della loro storia.


Ma i loro mondi sono davvero così distanti? Il lettore lo scoprirà assieme ai due protagonisti proprio quando il pericolo incalza, e le verità emergeranno. Ogni verità.

Amore e nobiltà è un romanzo che si fa leggere con rapidità grazie ai tanti dialoghi. Ho apprezzato molto l’inserimento di due personaggi fuori dal comune (di cui non svelo nulla) che donano un tocco di ironia. Un po’ meno, ma questo è solo un puro parere personale, l’accenno a un fatto realmente accaduto e sul quale non è stato ancora chiarito tutto, tanto che ancora oggi se ne parla. L’aspetto del suspense, poi, nel momento in cui ha avvolto il lettore, si spegne velocemente e questo mi ha fatto storcere un po’ il naso, perché avrebbe avuto un buon potenziale.


Con ogni probabilità, amando io molto questa tinta, si tratta di un gusto soggettivo.

Al di là degli aspetti che non sono stati approfonditi, forse proprio per dare leggerezza alla storia, il punto di forza di questo romanzo, secondo me, è il messaggio che io vi ho trovato. Mi è piaciuto molto, infatti, entrare in un mondo che non ci appartiene e che troppo spesso invidiamo, vedendo tutto rose e fiori. L’universo del jet-set e di chi “ha i soldi” è sovente considerato pieno di luci, senza valutare che ha altrettante ombre. Attraverso il cambiamento di Coralie, e l’esame di quella che è stata la sua vita dorata, ho provato una sincera amarezza.


Cosa c’è dietro a ogni sorriso che vediamo attraverso la carta patinata di una rivista? Cosa, invece, dietro alla vita comoda e sfarzosa, con accanto mille amici?


La cronaca ce ne parla spesso, e da “plebea” (così si definisce anche Marco in questa storia) mi sono chiesta come mai se uno è così felice, così ricercato dalla gente, così ammirato etc etc, poi magari si perde?


Non mi resta che lasciare la parola alla protagonista, che permetterà anche a voi di scoprire il suo mondo.


Buona lettura.


Questa è la canzone che la nostra Pilou vi consiglia di ascoltare durante la lettura: Jet set di Fedez


Le Gatte ringrazianoPriscilla Potter per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.



10 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page