"𝓝𝓸𝓷 𝓼𝓶𝓮𝓽𝓽𝓮𝓻𝓮 𝓶𝓪𝓲" 𝓭𝓲 𝓡𝓸𝓼𝓪 𝓒𝓪𝓶𝓹𝓪𝓷𝓲𝓵𝓮

Amici delle Gatte la nostra Pilou oggi ci parla della sua ultima lettura: "Non smettere mai" di Rosa Campanile, terzo volume, autoconclusivo, della serie Sweet Surrender, pubblicato il 2 novembre da Triskell edizioni.

Curiosi di sapere cosa ne pensa......? Andiamo a leggere....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Non smettere mai

Autore: Rosa Campanile

Editore: Triskell edizioni

Collana: Romance

Genere: Contemporary Romance

Serie: Sweet Surrender #3

Pagine: 325

Formato: ebook

Prezzo:€ 4,99

Data di pubblicazione: 2 novembre 2021

Link di acquisto ebook: https://amzn.to/3cgemrw



TRAMA:


Attenta a ciò che desideri… perché potresti ottenerlo.


Fotografa dall’animo creativo con la passione per le tinte per capelli, Violet Coffinesige la perfezione nei suoi scatti fotografici come nella vita. Dopo l’ultima delusione amorosa inizia la ricerca dell’uomo giusto per lei. No, non solo giusto, ma perfetto.


Sicuramente qualcuno diverso da Kurt Artenton.


Lui sarà anche bello e dannato, ma è l’ultimo uomo sulla terra per cui potrebbe perdere la testa; eppure, quel bacio con cui le ha tappato la bocca a New York è un’ossessione a cui non riesce a smettere di pensare.


Quando un’opportunità lavorativa la conduce a Boston, lì dove vive e lavora quello stronzo patentato, Violet coglie l’opportunità senza pensarci due volte. Solo così potrà capire perché lui l’ha baciata nonostante non la sopporti.


Per risollevarsi dalla spirale discendente in cui era caduto a seguito di un grave lutto, Kurt ha eliminato ogni eccesso e cattiva abitudine dalla propria vita. Per cui è una grossa sorpresa (e forse non di quelle buone) quando l’attrazione per quella pazza dai capelli colorati gli fa provare emozioni che credeva perdute per sempre. Nonostante il caratteraccio, Violet è una donna unica e, come l’inchiostro di un tatuaggio, Kurt è incapace di strapparsela dalla pelle.


Si tollerano a malapena, eppure non possono fare a meno di desiderarsi, attrarsi, volersi.


Stavolta arrendersi al vero amore sarà un gioco sporco e senza regole in cui la spunterà solo chi avrà davvero il coraggio di mettere a nudo corpo, cuore e anima.

Buongiorno a...mici, eccomi a parlarvi oggi di "Non smettere mai", l'ultimo romanzo di Rosa Campanile edito dalla Triskell Edizioni.

Comincio col dirvi che chi ama parecchie scene intriganti e di sesso sale sul treno giusto.


Ma parto subito con il presentarvi i due protagonisti. Violet Coffin è una fotografa professionista che viaggia tra New York e Boston per lavoro. È una ragazza che di primo acchito può sembrare stravagante con i suoi capelli viola, ma di fatto, nonostante l'educazione ricevuta, desidera innamorarsi e non pensare solo alla carriera. Purtroppo la sua ultima relazione è naufragata in pochi mesi.


Kurt Artenton è un tatuatore tra i più richiesti, da diversi anni ha fondato assieme a due amici un noto negozio di tatuaggi e ha deciso per la sua vita di porre dei limiti: niente fumo, niente alcolici, niente sesso promiscuo.

Molto diversi tra loro, c'è una caratteristica che li accomuna e posso con sincerità riprendere un vecchio detto per illustrarvela: mi spezzo ma non mi piego. Quindi lascio a voi ogni considerazione.


Lei vive a Chapel Hill, lui a Boston, ma si incontrano a New York durante una convention di tatuatori dove lei è la fotografa ufficiale. Si conoscevano già da qualche tempo perché hanno un'amica in comune, ma sono certi di una sola cosa: si detestano.

Di qui potete immaginare quante belle “botta e risposta” al vetriolo.

Cosa poi aspettarsi da due che non si sopportano neppure a distanza quando sono fuoco e paglia non appena si avvicinano? Ebbene sì, il sesso tra loro è... è... una bomba!


Al di là delle apparenze, delle attitudini, dei comportamenti che mantengono, però, a poco a poco si intuisce che c'è qualcosa che non va, qualcosa di nascosto che nessuno dei due vuole confessare. Cosa è accaduto nel passato di Kurt? E cosa in quello di Violet?


Un bacio tra loro ha cambiato le carte in tavola tra i due: Violet vuole sapere perché lui glielo ha rubato a New York e per questo accetta un servizio a Boston; Kurt non ha alcun interesse a dare spiegazioni e non gli interessa che lei sia arrivata sin là per scoprirlo di persona. Tra loro, poi, solo un'esplosione carica di eros, desiderio, lussuria, sfide continue negli sguardi. Un incontro rapido e trasgressivo è quello che sigilla in qualche modo queste due anime logorate dal dolore, un incontro che non avrebbe dovuto lasciare strascichi. Beh, qui il condizionale è d'obbligo...


Kurt ha tanta sofferenza che tiene dentro, ma ho trovato dolcissimo il momento in cui ha deciso di farsi conoscere un po'.


“Sostenni il suo sguardo: era lampante che avevo infranto le mie regole per lei. In fondo, era ciò che faceva una tentazione, ti sfidava a oltrepassare lo steccato dei tuoi limiti, a uscire dalla tua zona di comfort e agire in maniera opposta al solito.”


Raccontato dal punto di vista di Violet e Kurt in maniera alternata, l'autrice devia a volte facendo narrare anche a Nikki, un'amica della fotografa e sua collaboratrice, nonché ex fotomodella. Devo dire che le sfaccettature del mondo in cui viveva questa ragazza aprono al lettore un universo che personalmente mi è piaciuto scoprire, nel bene e nel male. Ma perché questo balzo? Semplicemente perché questo romanzo fa parte di una serie di cui è il terzo volume e nel quarto si vedrà protagonista proprio la bella Nicole.


Un altro personaggio secondario sul quale avrei voluto sapere di più è Markus, il migliore amico di Violet, che brama avere una storia con lei solo per non restare solo. Purtroppo, il finale sul suo conto l'ho trovato troppo rapido, avrei speso qualche parola in più per spiegare, ma è un puro parere personale.

Da un rapporto così duro, nato tra due personalità tanto forti, ciò che emerge è il desiderio di creare una relazione fondata sulla sincerità. Kurt la esige, aprendosi a sua volta. Violet resta quella più tosta e vi confesso che a volte mi ha fatto proprio arrabbiare.


Ma il bello di un romanzo è proprio suscitare una qualche emozione, giusto? Bene, se da un lato ho fatto il tifo sfegatato per il protagonista maschile, per come si è lasciato scoprire a poco a poco, dall'altro la testardaggine di Violet mi ha fatto desiderare di prenderla per il collo.

Il combattimento intestino della protagonista è realistico così come il cambiamento dell'uomo che le ha rubato il cuore.


Kurt e Violet sono due personaggi tosti, in continuo conflitto, ma in realtà fragili, segnati dalla vita. Il lettore si diverte con i loro battibecchi e i doppi sensi, e la loro lotta tra titani lo terrà sicuramente incollato alle pagine.


Ho apprezzato molto lo stile dell'autrice nel raccontare le scene erotiche: il dettaglio, il movimento, l'emozione provata dai protagonisti e quant'altro, riescono a catapultare chi legge là, come se fosse presente, come se vivesse in prima persona il tutto, ma, cosa per me fondamentale, senza essere volgare e questo mostra la maestria di Rosa Campanile. Scritto con un linguaggio moderno messo sulla bocca dei protagonisti, poi, fa adorare i dialoghi.


Non smettere mai è un romanzo che si fa divorare nella lettura, una storia carica di eros e passione che piacerà di sicuro agli amanti degli erotici, ma a mio avviso ha un quid in più: racconta anche del valore della famiglia, dell'unione tra gli amici, del desiderio di costruire qualcosa con fondamenta solide, delle confidenze spesso complicate da fare.


Cos'altro aggiungere? Se siete tra coloro che in una lettura cercano quanto ho appena scritto, non posso che consigliarvelo!

Le Gatte ringraziano la Triskell edizioni per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.



23 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni