"17 modi per dirti addio" di Abbie J Leen.

Amici delle Gatte, la nostra Stregatta oggi ci parla del libro di Abbie J Leen , "17 modi per dirti addio", pubblicato in self, andiamo a vedere cosa ne pensa......

a cura della nostra Stregatta:


Ciao a tutti dalla vostra Stregatta.

Sono qui oggi, per parlarvi di un libro che mi ha fatto soffrire abbastanza prima di arrivare alla parola fine.


Ora vi racconto la storia e capirete perché, un po’ di tempo fa mi è stato mandato questo romanzo per poterlo leggere e recensire, lo avevo iniziato ma dopo pochi capitoli ho dovuto lasciarlo dato il mio passato e la mia empatia non riuscivo proprio ad andare avanti.

Due giorni fa, ho ripreso la lettura e questa volta, non sono riuscita a lasciarlo fino alla fine.

Le mie letture sono così se, non mi prendono lo stomaco non riesco a leggerli e ad apprezzarli.


Il libro del quale stò per parlarvi è 17 modi per dirti addio di Abbie J Leen.


E’ uno di quei libri che tratta un tema doloroso come la perdita, tutti abbiamo perso qualcuno, la vita ci pone ostacoli difficili di sorpassare a volte ed il dolore di una perdita credo sia il più distruttivo che possa capitare a chiunque, è uno di quei dolori che ti scava l’anima di toglie il respiro , ti fa vedere tutto nero, perdi i punti di riferimento e nessuno ti riconosce più neanche te stessa.


La vita è dura ed è difficile, il dolore è sempre dietro l’angolo ed è difficile riuscire a vedere la luce infondo al tunnel.


Isotta ed Ombretta sono due amiche sono due ragazze diciasettenni amiche fin dall’infanzia, cresciute insieme come due sorelle, sono l’una l’antitesi dell’altra.

Isotta è una ragazza con i piedi ben piantati per terra, che ama usare le parole e dare loro un significato profondo e reale. Ama pochissime persone ma quando lo fa lo fa in maniera totalitaria, la più importante insieme ai suoi familiari è Ombretta.

Isotta con i suoi occhi blu la pelle olivastra e la sua dolcezza riesce ad ammaliare tutti i ragazzi che incontra.


Anche Ombretta ha gli occhi azzurri ma, la sua pelle è chiara e i suoi capelli biondi hanno i boccoli.

Ombretta è una ragazza più tranquilla, forte, Isotta la definisce moderna.


Tutte e due amano suonare, leggere, vivere inseguendo i propri sogni ed immergersi nel mondo che solo i libri sanno dare.


Ombretta ama con leggerezza, ama la vita ama tutto ciò che fa, vive tutto come se fosse l’ultima volta che può farlo.

Ama la vita e la ama in modo profondo, le due ragazze hanno un rapporto simbiotico quasi fossero sorelle, vivono tutto insieme e ne sono felici l’una per l’altra, sono l’una il cardine ed il fulcro della vita dell’altra prendono forza dal loro rapporto.


Vivere, amare.

Sorridere essere felici e coraggiose e inseguire i propri sogni.

Vivere e aggrapparsi a tutte le cose belle che la vita può dare.

Questo sono queste due ragazze due esseri speciali le amiche che ognuno di noi vorrebbe avere.


Questo libro parla di tutto questo di questo rapporto profondo bellissimo ma, anche della perdita.

E’ un libro bellissimo che consiglio per i messaggi che dà e per le emozioni che trasmette, io ho pianto dalla prima all’ultima pagina, ti entra nel cuore te lo lacera ma poi riesce a ricostruirtelo.


E’ una storia emozionante che dà moto da pensare , per me un libro deve emozionare e questo ci è riuscito in pieno.

Lo stile della narrazione è di Pov alternati tra i personaggi Isotta, Ombretta ed Alex.

Alex è il personaggio maschile che sarà una persona molto importante nella vita delle due protagoniste.

Lo stile è leggero senza artifizi ma, leggero e scorrevole e, rende la lettura semplificate e trasporta il lettore nella storia.

Leggete questa storia e sentitela vi lascerà qualcosa dentro.

IL LIBRO:






</