"Un erede sconveniente" di K.J. Charles

Amici delle Gatte la nostra Birba oggi ci parla del libro "Un erede sconveniente" di K.J. Charles, terzo volume della serie Sins of the Cities, pubblicato da Triskell edizioni il 5 ottobre. Curiosi di leggere cosa ne pensa? Andiamo a vedere....

a cura della nostra Birba:


Miciolosi, eccoci alla fine di questa avventura.

Mentre Nat e Justin cercano di salvarsi dal misterioso killer, Mark a Londra è in cerca dei gemelli Pen e Greta: Pen è il futuro Conte di Moreton, se la sua discendenza sarà confermata dai documenti e dalle prove sinora raccolte.


Purtroppo però, la notizia dell’eredità non entusiasma l’acrobata, anzi, Pen inizialmente intende rifiutare il titolo e solo l’intervento della sorella Greta lo spinge a valutare la nuova situazione, soprattutto in vista del loro futuro, perché Greta è ben consapevole che non potranno esibirsi come acrobati per tutta la vita.


Pen teme la vita da Conte, una vita che lo costringerebbe a cambiare il proprio essere, che lo costringerebbe in abiti maschili, rigidi, in cui non si riconosce, che lo renderanno diverso da ciò che è realmente. Mentre Pen vive questi giorni di crisi, il killer gli è già troppo vicino e Mark deve intervenire prima che sia troppo tardi, prima che l’uomo, che oramai ha capito di amare, perda la vita. Insieme a Nathaniel, Justin, Tim, Clem e Greta affronteranno l’Uomo della Nebbia, colui che ha già ucciso le persone che si frapponevano tra sé e il suo scopo ultimo: eliminare qualsiasi ipotetico erede al titolo.


Mark deve salvare Pen anche se salvandolo potrebbe diventare Conte e si perderebbero per sempre…


È la prima volta che incontro in un m/m due personaggi come Mark e Pen; non sono solo uomini con un orientamento combattuto e dileggiato dai contemporanei, ma entrambi vanno oltre questo. La parte “femminile” di Pen è accennata e descritta con delicatezza e comprensione: lui desidera portare i capelli lunghi, gli orecchini, truccarsi e vestire con abiti in seta, in totale contrasto con la moda maschile del tempo. E io con lui mi sono chiesta se è giusto “castrare” sé stessi per un titolo, i soldi, un futuro certo.


È giusto non poter essere sé stessi perché considerati contro natura?

Nascondersi?

Stare fisicamente male perché si è costretti in qualcosa cui non si sente di appartenere?


Sinceramente ho ammirato molto i due protagonisti, due uomini meravigliosi nel loro essere sé stessi…

Mi è piaciuto molto come sono state presentate e approfondite queste due personalità così particolari, così uniche, sebbene così facendo l’aspetto suspense della storia sia stato messo in secondo piano, penalizzato, e la trama sia risultata a tratti un po’ lenta e ripetitiva.


“Il titolo di conte gli avrebbe tolto tutte quelle peculiarità. Gli avrebbe consegnato il mondo, ma gli avrebbe rubato la gioia”

*

“Mark non si era reso conto di quanto l’aspetto mutevole di Pen gli fosse diventato familiare: mai una cosa né l’altra, ma un genere a sé.”


Il mistero sarà svelato, ma cosa succederà a Pen, Greta e Mark?

IL LIBRO:






Titolo: Un erede sconveniente

Autore: K.J.Charles

Editore: Triskell edizioni

Serie: Sins of the Cities #3

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: 4,99€ - 12,00€

Data di pubblicazione: 5 ottobre 2020

Link di acquisto: https://amzn.to/3n8VFJZ









Nella Londra vittoriana, un investigatore privato trova la passione, il pericolo e l’amore di una vita mentre dà la caccia a un aristocratico perduto.


Sulle tracce del figlio segreto di un conte, l’investigatore Mark Braglewicz rintraccia la sua preda a teatro, mentre si esibisce come trapezista con la sorella gemella. Aggraziato, bellissimo, sfuggente e forte, Pen Starling è diverso da chiunque altro Mark abbia mai conosciuto in vita sua… ed è anche tutto ciò che ha sempre desiderato. Ma l’acrobata dalla lunga chioma ha un titolo nobiliare e una fortuna da rivendicare.


Pen non vuole vivere come un uomo, e men che mai come un nobiluomo. Il pensiero di essere ricco, titolato e sempre sotto i riflettori lo terrorizza. Gli piace la vita che sta vivendo adesso: i suoi giorni sul trapezio, le sue notti insieme a Mark. E non ha intenzione di farsi convincere ad accettare un titolo che potrebbe distruggergli l’anima.


Ma c’è un assassino che batte le nebbiose strade di Londra e la vita di Pen non è l’unica a rischio. Mark decide di costringere il riluttante erede a passare dal varietà al maniero di famiglia, per salvargli la pelle. Tradito dall’unico uomo di cui pensava di potersi fidare, Pen non vuole mai più rivedere il suo amante. Tuttavia, quando l’assassino va a cercarlo, Pen deve trovare un modo per perdonarlo… o potrebbe non vivere abbastanza a lungo da sentire le scuse di Mark.

Le Gatte ringraziano la Triskell edizioni per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.

4 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon