Review Party - "Sorrow and Absolution" di Teresa Greco

Amici delle Gatte buongiorno.

partecipiamo oggi al Review party dedicato al libro “Sorrow and Absolution” di Teresa Greco, secondo volume della dilogia Sorrow, pubblicato in self.

La nostra Artemis lo ha letto per noi, andiamo a vedere cosa ne pensa......

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Sorrow and absolution

Autore: Teresa Greco

Editore: self publishing

Dilogia: Sorrow

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: 2,99€ - 14,56€

Data di pubblicazione: giugno 2019

Link di acquisto: https://amzn.to/2Ysozsj


SINOSSI:

Mi chiamo Drake Sullivan e un tempo il mio nome era sinonimo di successo, soldi e gloria.


Ero il padrone delle passerelle, un modello che aveva sempre gli occhi di tutti puntati addosso.


L’obiettivo mi amava e io lo provocavo, lo ricambiavo.


Poi è arrivato il giorno in cui ho annientato il demone del mio passato… e da allora mi sono allontanato dalla mia famiglia e dal mondo della moda.

Vivienne Foster ha scelto di seguirmi, nonostante fossi ancora un uomo spezzato e pieno di rabbia.


Da quando abbiamo preso quell’autobus, molte cose sono cambiate.


Ho dovuto reinventare tutto ciò che ero abituato ad essere, e insieme ci siamo trasferiti in un anonimo paesino nella contea del Derbyshire dove il mio nome risulta ignoto.

La vita da fuggitivi è stimolante e infelice allo stesso tempo, ma di certo non poteva essere eterna.

Basta solo incrociare la strada con la persona sbagliata, e ogni stabilità crolla.


Arriva il momento in cui il karma comincia a muoversi anche contro di te e tu non puoi fare nulla per contrastarlo.

Ed è a quel punto che trovi l’inferno: un posto dove non c’è libertà, un posto dove ti sembra di poter soffocare, un posto dove devi fronteggiare la feccia umana e cercare di sopravvivere.


E mentre ti sforzi di risalire gli inferi, convivi con la consapevolezza di non poter avere nemmeno la tua compagna accanto.

Sono da solo, a fare i conti con ciò che ho fatto e con la mia identità piena di ombre. Mi chiedo se è davvero questa la fine. Mi chiedo se l’amore è quella mano tesa che potrebbe afferrarmi e strapparmi via da qui, prima di essere ancorato al fondo.