Review Party - "La cacciatrice di storie perdute" di Sejal Badani

Amici delle Gatte, esce oggi, pubblicato da Newton Compton Editori, "La cacciatrice di storie perdute", il nuovo e imperdibile libro di Sejal Badani, un viaggio nella cultura indiana, una storia magistrale sulla forza inesorabile dell'amore e l'invincibile desiderio di sognare, l'autrice è capace di infondere bellezza anche nella tragedia.

La nostra Luna, ha avuto il piacere di leggere in anteprima per noi andiamo a leggere il suo pensiero......

SINOSSI:


Jaya ha il cuore spezzato.


Ha tentato a lungo di avere un bambino, ma dopo la terza gravidanza interrotta sta cominciando a perdere le speranze.


Anche il suo matrimonio inizia a sfaldarsi e così, nel disperato tentativo di ritrovare sé stessa, decide di allontanarsi da New York per riavvicinarsi alle sue origini indiane.


Non appena Jaya arriva in India viene immediatamente sopraffatta dai colori, dai profumi e dai suoni.


Ogni cosa ha un fascino esotico, per lei, e ben presto il desiderio di riscoprire la cultura della sua famiglia prende il sopravvento.


Ma ci sono segreti del passato a lungo taciuti che hanno il potere di influire sulle generazioni a venire.


E così Jaya viene a conoscenza della storia di sua nonna e di un amore clandestino che è destinato a cambiare per sempre la sua vita.


Solo dopo aver scoperto il coraggio e l’inarrestabile spirito di resilienza che hanno caratterizzato le donne della sua famiglia, infatti, Jaya si accorgerà di avere dentro di sé una forza che non avrebbe mai potuto immaginare di possedere.



RECENSIONE

a cura della nostra Luna:


Non sapevo cosa aspettarmi da questa storia, a mio modesto parere può essere definito un Romanzo di formazione sia per i temi trattati, sia per gli spunti di riflessione che non vengono a mancare nel corso della lettura.

Le vicende narrate si sviluppano in Pov alternati: Jaya (nipote) racconta la sua rappresentando il presente, Amisha (nonna) la storia passata, le origini della loro famiglia.


Solo gli ultimi capitolo sono dedicati all’amico Ravi , personaggio che accompagnerà Jaya in questo viaggio che la condurrà a scoprire le verità che le sono state nascoste da sempre.

Il romanzo inizia con Jaya e il suo animo distrutto, è una donna avvinta dalla vita e dal desiderio di quello che non riesce ad ottenere.

Il dono di diventare madre.

Gli aborti la consumano non solo fisicamente ma soprattutto mentalmente tanto da indurla a estraniarsi dalla realtà, tanto da allontanarla da suo marito Patrick.


Il suo matrimonio è ormai al capolinea, crede di aver perso tutto, ancora non una volta non trovando sostegno e affetto da parte dia sua madre Lena decide di partire per l’India.

E’ pronta a comprendere sino in fondo perché Lena non voglia sapere più nulla della sua famiglia ma soprattutto il motivo per cui sia stata una madre schiva e distaccata.

Giunta in India incontrerà Ravi un intoccabile, divenuto negli anni domestico della casa dei suoi nonni.

Lui è il narratore, colui che gli racconterà della grande amicizia che l’ha visto legato a sua nonna e tutti i retroscena di questa storia difficile.

A parer mio Amisha è la vera protagonista, l’ho amata fortemente.

Si tratta di una donna straordinaria dalla spiccata intelligenza.

Totalmente libera nello spirito nonostante il periodo storico e la contestualizzazione culturale del romanzo.

La sua condizione di donna la vede come uno scambio che si conclude con un matrimonio a cui non acconsente, tutto questo però questo non le ha impedito di azzardare, un passo alla volta, richieste ritenute inaccettabili delineando così il suo carattere determinato e tenace. Amisha ama scrivere storie, le racconta, mostrando la bellezza e la potenza delle parole scritte quanto queste possano smuovere non solo i cuori ma anche le menti più chiuse.

“Faceva ampi gesti mentre tesseva le sue trame. Ti obbligava ad ascoltare anche se non avevi tempo. …. Nei suoi racconti, lei trovava la felicità.”

La scuola che allora era riservata solo a pochi, diventerà la sua via di fuga.

Un luogo dove molti avvenimenti si svolgono tra tenerezza e crudeltà, ma è anche il luogo dove lei potrà realizzare uno delle sue ambizioni e non per ultimo è proprio lì che conoscerà il luogotenente inglese Stephan.


Ho amato molto i loro incontri i dialoghi.

Il giardino che li nasconde da un mondo che non è disposto a fare eccezioni, i colori e i simboli annessi. I rapporti “madre- figlia” si intrecciano ripetutamente, nonostante le differenze generazionali le donne di questo racconto, saranno costrette a fare i conti con sé stesse e con le loro paure.

Il destino ci metterà “del suo” qualche volte di troppo o forse, si tratta unicamente delle conseguenze alle scelte fatte dalle protagoniste.

“Non è sempre necessario che il sole splenda per avere luce. Nel buio, dobbiamo cercare le stelle. Anche la loro luminosità ha un potere.

Devo ammettere che alcuni episodi di questa storia sono state “zone d’ombra” e mi hanno lasciata parecchio perplessa, avrei preferito maggiore resilienza.

Amisha non meritava di essere così tanto vittima degli eventi e delle scelte altrui, comprendo il messaggio altruistico ma è stato davvero difficile da sopportare.


Non nego che alcune rivelazioni saranno intuibili, ritengo che restino il punto di svolta della storia dei protagonisti, tutti compresi nessuno escluso.

La scrittura e scorrevole, scenari dettagliati e ben descritti.

Un buon libro che definirei come un mosaico che si ricompone lentamente.

Amicizia, amore, credenze, un insieme di emozioni che rendono questo romanzo suggestivo, coraggioso, senza alcun dubbio intenso.

“In India, sto apprendendo la storia di una donna Che si è persa nel suo tempo e che ha Lottato per ritrovare sé stessa senza tradire le aspettative di coloro che le stavano intorno. … La sua storia mi porta a riflettere sulle scelte Che faccio e sul motivo che mi spinge a farle. Avendo la libertà di decidere, ho mai preso davvero una decisione, oppure ho seguito ciecamente i passi già tracciati per me?”







Valutazione di lettura: 😻😻😻😻








Le Gatte ringraziano la Newton Compton Editori per la copia digitale ricevuta in omaggio.


7 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon