"Nemici dello stato" di Tal Bauer

Aggiornato il: 31 mar 2019


Amici delle Gatte buongiorno!

Esce oggi, per la collana Rainbow della Triskell edizioni, il libro "Nemici dello stato" di Tal Bauer primo volume della serie: The Executive Office.

La nostra Artemis ha avuto il piacere di leggerlo in anteprima per noi, andiamo a leggere cosa ne pensa....

TRAMA:

Un’organizzazione governativa corrotta e segreta che ha il presidente nel mirino.

Un agente del Servizio Segreto che infrangerà ogni regola.

Un presidente che si innamora dell’unica persona di cui non dovrebbe: un uomo.


Jack Spiers, neoeletto presidente degli Stati Uniti, sin dall’inizio del suo mandato si ritrova a dover lavorare incessantemente per evitare che il mondo vada in pezzi.


Tra gli attacchi terroristici che stanno mettendo l’Europa in ginocchio, il continuo esibizionismo aggressivo della Russia e il pantano in Medio Oriente, Jack cerca disperatamente di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale: lavorare per un mondo migliore e più sicuro.

Per l’agente speciale Ethan Reichenbach, Jack Spiers è solo un altro presidente, il terzo in dodici anni. Ethan, che dirige la scorta presidenziale ed è quindi al suo fianco tutti i giorni, si aspettava il solito politico di Washington, arrogante e presuntuoso, ma Jack lo spiazza con il suo umorismo e la sua umanità.

Ci sono regole precise che vietano che si crei un’amicizia tra un agente del Servizio Segreto e il suo protetto. Regole ferree.

Inoltre, Jack è vedovo, e Ethan ha sempre evitato di innamorarsi di uomini eterosessuali, così mantiene le distanze.

Ma il presidente lo attrae moltissimo e lui non è abbastanza forte da sottrarsi al richiamo. I due uomini si avvicinano, infrangendo le regole, e il mondo è in bilico sull’orlo della guerra, mentre un’unità governativa corrotta e sotto copertura prende di mira Jack. Ethan dovrà rischiare ogni cosa per salvare l’uomo che ha scoperto di amare, la presidenza di Jack e il mondo intero.


SCHEDA LIBRO:


Data di pubblicazione: 20 Marzo

Titolo: Nemici dello Stato Titolo originale: Enemies of the Evelin Stater

Coollana: Rainbow Serie: The Executive Office #1 Autore: Tal Bauer Traduttore: Mariangela Noto Genere: Contemporaneo, poliziesco Lunghezza: 466 pagine ISBN ebook: 978-88-9312-495-9

Prezzo Ebook: € 6,99

Link di acquisto: https://amzn.to/2OmIIw1



RECENSIONE

a cura della nostra Artemis:

Graffianti e docili gattini ho letto questo libro per voi.

Questo è uno di quei libri di cui bisogna fare la recensione a caldo, quando ancora la parola “fine” lampeggia davanti agli occhi.


Che posso dire se non WOW!


Ho cercato, per quanto ho potuto, di mettere in stand by la mia vita pur di finire questa storia: ho trascurato la casa, svogliatamente andavo in cucina a preparare la cena e mi dicevo “un’altra pagina e poi basta”.

Invece mi ritrovavo a divorare pagine su pagine, pur di sapere che cosa avesse in serbo per noi l’autore.

L’unica cosa che non potevo fare a meno di fare, era andare al lavoro.

Ma anche quando ero lì, la mia mente era ancora tra le pagine del libro, con Ethan e Jack.

Ethan e Jack, capo dei Servizi Segreti Americani l’uno, e Presidente degli Stati Uniti d’America l’altro.

Due uomini, che al di là di ciò che rappresentano, sono uomini normali, con le loro debolezze e le loro fragilità.

L’autore è stato bravissimo a caratterizzarli, li ha fatti diventare veri e intensi.

Ethan, un uomo che agli occhi del lettore non può essere altro che forte, uno che ha vissuto l’inferno della guerra e che ha visto morire i suoi uomini…ma che in realtà, quando viene rifiutato da quell’amore sbocciato piano piano, si ritrova a piangere come un bambino.

Un ragazzo umano, con una mente arguta, che non sa gestire quei sentimenti che non ha mai provato prima di Jack.

“La presidenza lo schiaccerà. Il pensiero colpì Ethan con violenza, come un pugno nello stomaco, e sperò, per un istante, che le cose potessero essere diverse. Di poter diventare amico del presidente Spiers e dargli dei consigli pratici su come seguire la rotta giusta senza perdersi in quel pantano che era lo Studio Ovale. O di portarlo fuori per bere una birra quando lo stress diventava eccessivo, o mandargli un video via SMS che gli facesse sputare il caffè nel bel mezzo di una riunione. Quelle erano le cose che facevano gli amici, e se c’era un uomo che aveva bisogno di un amico, quello era il presidente Jack Spiers. Ma non Ethan. Non poteva essere lui.”

E che dire di Jack?

Un Presidente che si trova catapultato in qualcosa di più grande; che all’inizio del mandato gli fa perdere il controllo della sua vita e che allora cerca una scappatoia in quel ragazzo che per lavoro gli sta sempre intorno.

Jack cerca un amico, qualcuno che lo faccia sentire di nuovo normale, che si alleni con lui per non farlo sentire solo, che guardi le partite con lui e giochi a bigliardo con lui. Ma è ancora più impreparato quando quell’amicizia si trasforma in qualcosa di diverso, di più grande, di più profondo…ma non la rifugge spaventato.

No.

Cerca di capire perché quel ragazzo gli manca così tanto quando si allontana da lui, perché ripensa costantemente al bacio che Ethan è riuscito a rubargli.

E quando tutto diventa chiaro, vuole provarci.

Ma questo libro non parla solo della storia d’amore tra due ragazzi: è una spy story degna del miglior intrigo internazionale.


L’autore descrive minuziosamente imboscate, rapimenti, complotti, ai danni di quel presidente che invece brama la pace e la persona che ne subisce le conseguenze è proprio Ethan.

“Rimase sotto il getto, lasciando che gli colpisse il petto e martellasse il suo corpo. L’acqua scivolò sui suoi battiti, fino a che il dolore alla pelle corrispose a quello del suo cuore. Jack premette la fronte contro il muro della doccia mentre i singhiozzi riprendevano a sgorgare. Era stupido. Era stato così stupido. Non sarebbe mai dovuto partire per quel viaggio. Avrebbe dovuto bombardare a morte quei bastardi il suo primo giorno da presidente. Avrebbe dovuto fare un migliaio di cose diverse. Se le avesse fatte, forse Ethan sarebbe stato ancora con lui. Lentamente, cadde in ginocchio nella doccia. Le mani strisciarono lungo le pareti e l’acqua sporca di sangue scese nello scarico. Lacrime mescolate ad acqua bollente scorsero lungo le guance, il rumore della doccia lavò via i suoi singhiozzi disperati e strozzati.”

È una trama studiata minuziosamente in tutti i suoi particolari.

È narrata in terza persona e anche se non è un metodo che amo particolarmente, qui l’autore è riuscito comunque a coinvolgermi, facendomi entrare in sintonia ed in empatia con i protagonisti.

Li ho amati davvero tanto entrambi.

La storia scorre fluida e veloce e anche se bisogna prestare attenzione alle dinamiche per non perdersi nei discorsi e negli intrighi, la storia risulta lineare e di facile comprensione. Quindi, tirando le somme, questo è uno dei migliori libri letti negli ultimi mesi.

Quella storia che ti entra dentro e che ti fa sentire sola e spaesata una volta che lo hai finito.






Valutazione di lettura: 😻😻😻😻😻

8 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon