top of page

7 𝘽𝙡𝙤𝙜 𝙥𝙚𝙧 1 𝙖𝙪𝙩𝙤𝙧𝙚: 𝙊𝙧𝙣𝙚𝙡𝙡𝙖 𝘾𝙖𝙡𝙘𝙖𝙜𝙣𝙞𝙡𝙚

Amici delle Gatte per la rubrica "7 Blog per 1 autore", oggi vi presentiamo i personaggi del libro "Natale ritrovato " di Ornella Calcagnile pubblicato da Sagà edizioni lo scorso dicembre..

TERZA TAPPA: CASTDREAM


Raccontaci qualcosa sui protagonisti del romanzo con descrizioni a livello fisico e caratteriale.


I personaggi fondamentalmente sono 4: Elia, Lucy, Sofia e Leonardo. In verità non ho mai pensato a un cast, infatti è stato difficile trovare degli attori, ma ci ho provato e sono rispettivamente: Rick Cosnett, Elizabeth Lail, Chyler Leigh e Richard Madden.


Elia è una figura che incarna la magia perciò molto etereo, in realtà lo immaginavo di carnagione chiarissima, ma come tratti l’attore mi ispira.

Dal testo:

Era un uomo sulla trentina, dall’aspetto austero: capelli biondi rasati, alto più o meno un metro e ottanta, fisicamente nella media. Indossava sempre maglioni pesanti e semplici jeans, e il suo look rimaneva pressoché invariato nel corso del tempo. A mitigare l’aspetto fin troppo comune, vi erano sfuggenti occhi verdi, talmente splendenti da sembrare irreali, ipnotici, come due incantesimi trasformati in ammalianti pupille lucenti.


Lucy, in quanto spirito natalizio dedito alla sua festività, è vivace, ma ha un lato oscuro se non la si segue.


La immagino giovane ai limiti del fanciullesco.

Dal testo:

Si chiamava Lucy, era minuta, occhi dal colore indecifrabile coperti da un paio di occhiali enormi dalla montatura rossa, capelli sempre raccolti in una treccia. Nel suo outfit non mancavano mai gonna e calze fino a metà coscia. Ciò che mi irritava di lei? Il suo perenne buonumore.


Sofia è determinata e ferrea, la immagino magra e dai lineamenti spigolosi, con i capelli corti e pratici, dritti come spaghetti.

Dal testo:

Non potevo permettermi di passare il tempo a destreggiarmi con piastra e phon, e con i capelli corti avevo dimezzato anche lo spreco di energie. Per quella coccola in previsione del party, avevo sacrificato la pausa pranzo. Non che di solito pranzassi: la mensa dei dipendenti non era di certo la gran cucina riservata ai clienti.


Leonardo al contrario lo immagino dall’aspetto un po’ rude, ma dal cuore tenero.

Dal testo:

… un tizio di circa trent’anni che sembrava un taglialegna fuggito dalla foresta: alto, spalle larghe, muscoloso soprattutto sulle braccia, con i capelli corti e bruni e un velo di barba sul viso. Indossava una maglia verde celadon che gli illuminava gli occhi color muschio. Sopra indossava una terribile camicia a quadri. Ostentava un’espressione impertinente e polemica che mi indispose.

Sarei curiosa di sapere come li ha immaginati il lettore.

 

IL LIBRO:



La Bottega degli Incanti è un luogo colmo di manufatti unici, particolari, talvolta intrisi di magia.


Lucy ha il compito di far ritrovare a Sofia la gioia del Natale, riportare un po’ di calore nel suo cuore e ricordarle che il tempo è fatto di momenti che non tornano, così come sono transitorie le persone, e quale miglior oggetto incantato può farlo se non un orologio con incise le parole passato, presente e futuro?





Le Gatte ringraziano la Sagà Edizioni per il materiale del libro ricevuto in omaggio e vi invitano a seguire tutte le tappe per conoscerlo meglio....


LUNEDÌ - Tutto sul romanzo - IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV

MARTEDÌ - Ambientazione - IN COMPAGNIA DI UNA PENNA

MERCOLEDÌ - Cast Dream - TRE GATTE TRA I LIBRI

GIOVEDÌ - Un messaggio da scoprire - ANIMA DI CARTA

VENERDÌ - Un'immagine che racconta - LIBERA_MENTE

SABATO - Intervista all'autore - READING IN TRUE LOVE

DOMENICA - Intervista al personaggio - GLI OCCHI DEL LUPI

10 visualizzazioni0 commenti

Bình luận


Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page