top of page

7 𝘽𝙡𝙤𝙜 𝙥𝙚𝙧 1 𝙖𝙪𝙩𝙤𝙧𝙚: 𝙍𝙤𝙗𝙚𝙧𝙩𝙤 𝙈𝙤𝙣𝙩𝙞

Amici delle Gatte per la rubrica "7 Blog per 1 autore", oggi vi presentiamo i personaggi del libro “Un calice col morto” di Roberto Monti pubblicato il 18 febbraio da Horti di Giano editore.

TERZA TAPPA: CASTDREAM


Raccontaci qualcosa sui protagonisti del romanzo con descrizioni a livello fisico e caratteriale.


Per la prima volta, tutti i miei personaggi, il commissario Tortoriello e l'agente Ghirone esclusi, vengono presentati nel primo capitolo. E sono anche gli unici di tutto il romanzo. Nove personaggi in un solo capitolo che delineano l'intera società del modesto borgo di Cascina Rubiconda.

Questi pilastri sono: Gianni Bianchi, proprietario della locanda il Raspo; Aldo Pidollo, tutto fare e ubriacone del paese; Anna Bovino e Federico Ongaro che gestiscono la bottega. Poi c'è il Lovati, che gestisce la pensione di Cascina Rubiconda; Arthur e Beatriz Santos, due fratelli brasiliani, la cui donna sta per sposarsi con Tommaso, padre di Carlo, e proprietario dell'azienda vinicola Caslina di Castofina.


Fra questi c'è la vittima che, con la sua morte, svelerà quali scheletri gli abitanti di Cascina Rubiconda, apparentemente tutti amici, nascondono nei loro armadi.

Mi sono divertito molto a creare le sembianze e i caratteri dei miei personaggi.

Mi sono ispirato, sicuramente alla vita reale e alle mie conoscenze, ma soprattutto a dipinti o a cartoni animati. Per esempio, quando ho iniziato a tratteggiare Pidollo la prima immagine nella mia mente è stato il quadro di Teomondo Scròfalo intitolato “Il bevitore”.


Alcuni dettagli di Beatriz, invece, sono caratteristici della protagonista di Che fine ha fatto Carmen San Diego.

Nonostante abbia pescato qua e là per tratteggiarli, nessuno dei protagonisti ha una vera e propria corrispondenza nella realtà o, tantomeno, un’immagine che io possa suggerire al lettore. Credo molto nella parte attiva del lettore, quella di saper creare con il suo bagaglio culturale volti e luoghi, seguendo il suono delle mie parole.

(Le immagini dei personaggi non le abbiamo messe perché l'autore preferisce non dare volti reali o ricollegabili ai personaggi ma lasciare la libertà al lettore di immaginarli come vuole).


Un calice col morto è il terzo romanzo di Roberto Monti, un giallo ambientato nell’Oltrepò pavese, in un piccolo paese che è anche una comunità i cui abitanti si sostengono l’un l’altro e per questo l’economia dell’intero borgo dipende da tutti.


Un’azienda vinicola è il fulcro di questa micro economia e la festa annuale del paese è il culmine del lavoro di un anno.


Ma un omicidio rompe gli equilibri e dalle indagini del commissario Tortoriello emerge subito un’intricata rete di dissapori fra i compaesani.


Un giallo avvincente, nello stile dell’autore che ci ha abituati a stupirci con la complessità della serie "I delitti di Tap Town".


Un intreccio agreste che ruota attorno al vino, dove l’assassino può indossare i panni di chiunque e gli scheletri sono ben nascosti nell'armadio.


Si sa, sono tanti i luoghi in cui può avvenire l'impensabile, ma la penombra delle luci notturne come l'oscurità della notte sanno sempre fare la differenza.

Le Gatte ringraziano la Horti di Giano editore e Roberto Monti, per il materiale del libro ricevuto in omaggio e vi invitano a seguire tutte le tappe per conoscerlo meglio....


LUNEDÌ - Tutto sul romanzo - IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV

MARTEDÌ - Ambientazione - IN COMPAGNIA DI UNA PENNA

MERCOLEDÌ - Cast Dream - TRE GATTE TRA I LIBRI

GIOVEDÌ - Un messaggio da scoprire - ANIMA DI CARTA

VENERDÌ - Un'immagine che racconta - LIBERA_MENTE

SABATO - Intervista all'autore - READING IN TRUE LOVE

DOMENICA - Intervista al personaggio - GLI OCCHI DEL LUPI

10 visualizzazioni0 commenti

Comments


Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page