top of page

𝘽𝙡𝙤𝙜 𝙏𝙤𝙪𝙧 - "𝙎𝙘𝙖𝙧𝙨" 𝙙𝙞 𝘼𝙧𝙞𝙖 𝙈.

Amici delle Gatte buongiorno.

Oggi per il Blog Tour promozionale per il romanzo "Scars" di Aria M. pubblicato da Queen Edizioni lo scorso marzo vi presentiamo l'ottava tappa.....

Andiamo a scoprire insieme di cosa si tratta.....

8° TAPPA: INTERVISTA


1) Chi è Aria M.?


Aria M. è Monica, una mamma, moglie, figlia e amica che cerca di dare il meglio di sé in ogni rapporto. Sono un po’ associale, non mi espongo facilmente. Tendo a proteggere il mio mondo forse anche più di quello che è necessario.

Sono una persona possessiva con i miei affetti, e in alcune cose non accetto le sfumature che, nella vita in generale, facilitano i rapporti; il bianco e il nero rispecchiano interamente ciò che sono.

2 ) Da dove trai ispirazione per le trame dei tuoi romanzi?


Dalla vita vera, dalle emozioni provate. A volte basta una canzone, delle foto, e i ricordi che richiamano nella mente.

3) Come è nata la storia di Scars?


La storia di Scars è nata sotto forma di sfida.

Volevo uscire dal “guscio” della famiglia Kane, e scommettere su me stessa… e contro chi sosteneva che non fossi capace di riuscire oltre la trilogia.

Volevo scrivere qualcosa che avesse radici profonde, un qualcosa di totalmente diverso dai miei libri precedenti. È stata una linea che sono riuscita a seguire fino in fondo, fondendo però con la novità quei valori che guidano la mia vita e tutte le mie storie.

4) I personaggi della storia, sono frutto della tua fantasia o ti sei ispirata a persone a te vicine?

Solo due personaggi sono ispirati a persone a me vicine: la piccola Chris, e nonna Caitlin. Per Chris mi sono ispirata alla mia figlia maggiore, Ginevra, per nonna Caitlin alla mia nonna materna, volata via ormai da qualche anno. Stesso temperamento.

5) Aria M. ha dei sogni chiusi in cassetto?


Sembrerà banale, ma sogno di vedere le mie figlie realizzate e felici. Viviamo in una società in cui molte cose vengono date per scontate, e una di queste cose è il tempo. Ebbene, nessuno sa quanto tempo ci rimane, e credo che per ogni genitore sia quello il traguardo ambito, la realizzazione dei propri figli.

6) Quali sono per te, le parti più difficili da scrivere nelle storie?

Le parti più difficili da scrivere sono quelle autobiografiche. Il dover gestire a parole un dolore e trasmetterlo al lettore non è semplice. Se poi il dolore lo hai provato sulla tua pelle è doppiamente difficile, perché non sempre riesci a trattenerlo.


7) Leggere molto aiuta nella scrittura?


A me ha aiutato e aiuta molto. Credo che leggere sia il modo migliore per capire che tipo di autrici possiamo diventare, dove possiamo arrivare, fin dove possiamo spingerci, oltre le nostre capacità. È uno stimolo.

8) Quanto conta il rapporto con le tue lettrici?


Per me è un rapporto fondamentale. Ho iniziato con loro, devo tutto a loro. In definitiva sono loro che “ti creano”, sono essenziali perché le mie storie nascono anche per loro. E sono loro anche i traguardi.


9) Cos'è l'amore per Aria M?


Il sorriso delle persone che amo. Mie figlie, mio marito, mia madre. Il ricordo del sorriso di mio padre. Se un sorriso rende te felice, non c’è amore più grande.

10) Credi davvero che l'amore quando è vero e profondo, può sopravvivere a tutto?


Se parliamo di vero amore, sì.

Credo che esistano persone capaci di perdonare, in fondo siamo esseri umani e lo sbaglio è qualcosa di innato in noi. Credo che esistano anche quelle persone che pagano per i propri errori e cercano in tutti i modi di sanare le ferite.


11) Progetti per il futuro da svelare alle Gatte?


Progetti futuri… Uno sport romance, che è in stesura; il quarto volume della #TheKanebrothersseries, e un progetto a quattro mani del quale però ancora non posso parlare.

Poi, come sempre, tanti sorrisi.

Aria.


Grazie ad Aria M. per essersi svelata un po con noi....... se volete scoprire tutto quello che ancora non sapere su Scars non vi resta che seguire e/o recuperare le tappe di questo Blog Tour....


12 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page