𝓡𝓮𝓿𝓲𝓮𝔀 𝓣𝓸𝓾𝓻 - "𝓤𝓷𝓪 𝓼𝓽𝓸𝓻𝓲𝓪 𝓫𝓾𝓲𝓪" 𝓭𝓲 𝓘𝓿𝓪𝓷 𝓒𝓸𝓵𝓵𝓾𝓻𝓪

Amici delle Gatte buongiorno.

Partecipiamo oggi al Review Tour dedicato al libro "Una storia buia" di Ivan Collura, edito da Ode edizioni, pubblicato il 25 gennaio.

Per il Blog lo ha letto la nostra Diana, andiamo a vedere cosa ne pensa....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Una storia buia

Autore: Ivan Collura

Editore: Ode edizioni

Genere: narrativa contemporanea

Formato: ebook - cartaceo (disponibile su KU)

Prezzo: 2,99€ - 12,99€

Data di pubblicazione: 25 gennaio 2021

Link di acquisto: https://amzn.to/3j7GKie


TRAMA:


In una Sicilia che fa da splendido sfondo s’intrecciano le storie di vita di Tino Garozzo e Alfio Raciti.


Due ragazzi diversi per carattere ed età, che vengono uniti da affetto e giri illegali.


Tino viene bullizzato per anni a causa di un brutto angioma violaceo sul viso e la sua corporatura al limite dell'obesità; sopporta soprusi, prese in giro e violenza.


Alfio ha una doppia personalità che lo porta spesso a commettere errori; è istintivo, vive per il suo Dojo e ama fare i soldi non curandosi dell'aspetto legale.


Le loro vite si intrecceranno a quelle di personaggi ugualmente complessi e che li porteranno a sviluppare il più grande giro di narcotraffico del Mediterraneo.


Una storia buia ci regala uno scorcio sulla vita degli anni Novanta, fra giovani, musica, droga e tecnologia.

a cura della nostra Diana:


Buongiorno amiche/ci, oggi vi parlo o almeno ci provo del libro di Ivan Collura " Una storia buia ". Un genere a me nuovo che non avevo mai letto. Una storia decisamente forte, in alcuni frangenti persino cruenta. Ambientata per lo più a Giarre, paesino siciliano. Narra la storia di tre ragazzi di età diversa tra loro, tra i quali nasce un forte legame, iniziato più per convenienza ma che poi si trasforma in una grande amicizia.

Ho amato le frasi in dialetto, mi hanno riportata alla mia infanzia quando vivevo in Sicilia e scorrazzavo tra le campagne.

Agatino detto Tino e soprannominato Bozzinga è il più piccolo dei tre, vive con i nonni materni e la mamma, non ha mai conosciuto il papà ed il suo riferimento maschile è il nonno da cui apprende molto. È un bambino emarginato a causa del suo aspetto, è un bimbo più alto della media ed anche quasi obeso, ha una grossa macchia violacea sulla guancia è timido ed introverso ed è molto intelligente, divora libri e tutto questo fa di lui un facile bersaglio per i bulli, la sua infanzia infatti è costellata da continue prese in giro ed angherie soprattutto da Giulio.


" Un giorno mi piacerebbe diventare come l'uomo Tigre: forte e coraggioso. Così potrò prendere a legnate tutti quelli che se la prendono con gli sfortunati come me ".


L'unica persona che gli è amica è Caterina una bambina anche lei emarginata perché bruttina, timida e con occhiali. I due diventano inseparabili tant'è che Tino trascorre molto tempo a casa di Caterina, la quale ha due fratelli maggiori.

Alfio, detto Natale, poco più grande di loro, è il secondogenito della famiglia Raciti, famiglia nota nel paese perché proprietari di una delle due agenzie funebri di Giarre. Alfio è un ragazzino spavaldo, testa calda ama poco lo studio preferisce il motocross e le arti marziali, a volte perde il lume della ragione e si comporta da vero criminale, predilige il guadagno facile.

Diego, detto " il Sergente " è il fratello maggiore, sergente dell'esercito in missione nel nord Africa ma in procinto di congedarsi perché vuole sposarsi. In Africa ha conosciuto personaggi loschi con i quali ha intrapreso un rapporto di traffici illegali che tiene segreti al padre, uomo d'onore e intransigente. Diego inoltre è stato l'orgoglio del paese nel '92 perché partecipò alle olimpiadi di Barcellona portando a casa la medaglia d'oro nel salto in lungo.

Il libro si svolge negli anni '90 è uno spaccato di storia, racconta vite vissute al limite ed oltre la legalità, ci addentra nelle vite di tre ragazzi, delle loro famiglie in una Sicilia dove onore e rispetto sono ancora valori fortemente sentiti, dove la famiglia è al di sopra di tutto e dove entrare nel giro di mafia, di spaccio è più facile che trovare un lavoro onesto.

Un libro che ti fa capire la dinamica di tutto ciò che ruota intorno al business più fruttuoso al mondo: armi e droga.

Come dei semplici ragazzini riescono a diventare dei veri narcotrafficanti.

Tre ragazzi, diversi tra loro ma ognuno con delle capacità che intrecciano le loro vite diventando una famiglia e costruendo un impero. Il libro spazia in un arco temporale ampio facendoci vivere le esperienze, le gioie ed i dolori dei tre protagonisti.

Complimenti inoltre all'autore per tutte le competenze e le nozioni tecniche di cui il libro è pieno e per le descrizioni dei luoghi...mi è sembrato di essere veramente nel sommergibile!!

Per chi ama questo genere è un libro da leggere.

Le Gatte ringraziano la Ode edizioni per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


42 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni