top of page

𝓡𝓮𝓿𝓲𝓮𝔀 𝓟𝓪𝓻𝓽𝔂 - "𝓛𝓪 𝓿𝓮𝓷𝓭𝓮𝓽𝓽𝓪 𝓭𝓮𝓰𝓵𝓲 𝓓𝓮𝓲" 𝓭𝓲 𝓗𝓪𝓷𝓷𝓪𝓱 𝓛𝔂𝓷𝓷

Amici delle Gatte buongiorno!

Partecipiamo oggi al Review Party dedicato al libro uscito ieri "La vendetta degli dei" di Hannah Lynn edito da Newton Compton. Per il Blog lo ha letto la nostra Birba, andiamo a vedere cosa ne pensa...

SCHEDA LIBRO:


Titolo: La vendetta degli Dei

Autore: Hannah Lynn

Editore: Newton Compton editori

Genere: Narrativa storica

Pagine: 320

Formato: ebook - cartaceo Prezzo: € 4,99 - € 9,90

Data di pubblicazione: 07 marzo 2022


TRAMA:


Regina dal potere sconfinato, moglie assassina e vendicatrice, madre tradita e amorevole, figura capace di slanci e sentimenti di grande intensità o donna crudele e senza cuore?


È davvero difficile provare empatia per una donna che tradisce il marito, Agamennone, e che lo uccide al suo ritorno da Troia assieme al proprio amante, senza conoscere fino in fondo le sofferenze a cui è stata sottoposta fin dalla giovane età.


Una donna che ha dovuto sopportare l’omicidio del precedente marito e del figlio uccisi brutalmente, l’assassinio della figlia Ifigenia sacrificata con l’inganno agli dei dal padre.


Senza contare le umiliazioni pubbliche, i soprusi e gli abusi a cui la regina di Micene deve sottostare per il bene pubblico.


E così, in un racconto appassionante e commovente, Clitennestra assume sembianze di una modernità impressionante e il lettore si ritrova avvinto da una spirale di odio, amore, violenza e spargimenti di sangue di familiari che non ha eguali nella mitologia greca.

Miciolose, non so voi ma io amo profondamente la mitologia greca, per quel poco che conosco, sono sincera.

Amo l’Iliade, la storia della guerra di Troia e i poemi che narrano le gesta degli uomini e degli dei (con sembianze umane e umani sentimenti, capricciosi e volubili come bambini di fronte ai propri giochi).

E la nostra storia inizia proprio con l’ira della dea Artemide verso Agamennone, a causa della quale le navi greche sono ancora ferme nel porto di Aulide e non possono prendere il largo per dirigersi a Troia a “liberare” Elena, la moglie di Menelao, sorella di Clitennestra (moglie di Agamennone).


La richiesta della dea Afrodite ad Agamennone, fatta tramite l’indovino Calcante, è tremenda, ma il “re dei re”, deciso a combattere, non esita ad accontentarla.

Questo gesto gli inimicherà per sempre la moglie Clitennestra, già vittima delle sue violenze fisiche e verbali. La donna non si riprenderà più da quell’evento e dedicherà tutto il resto della vita a proteggere i suoi figli dal marito.


“Il fulmine fu così puro, così vivido, da darle l’impressione che Zeus in persona le avesse parlato all’orecchio. E quando la mattina seguente si svegliò, a tempesta passata, la sua mente era più limpida che mai. Sapeva perfettamente che cosa doveva fare.”


Questa storia narra di Clitennestra, della sua storia e del destino suo e dei figli, che ha amato più di quanto ha amato sé stessa.

L’attenzione dell’autrice è concentrata sulla regina, sul suo carattere modellato a Sparta, così come il suo fisico, che nel libro torna a curare per non farsi più trovare impreparata e debole. La scrittura scorrevole e precisa, ci riporta indietro nel tempo e non vi nascondo che la regina ha avuto tutta la mia simpatia ed empatia.

Ho vissuto con lei il dolore, il sentimento di vendetta verso il marito e le conseguenze delle sue azioni, soprattutto sul figlio più giovane, Oreste, un ragazzo che non condivide l’indole bellicosa e maligna del padre, bensì la passione verso gli animali e la natura.


Ma si sa che gli dei chiedono che i figli vendichino i padri… ma è giusto che sia così?

Se lo chiedono le Erinni, Apollo e anche la dea Atena.


Tra dei ed esseri la cui origine si perde nel tempo, ho sentito sulla pelle la storia della protagonista e della sua progenie, in un crescendo che mi ha lasciato senza fiato.

L’autrice sembra molto preparata dal punto di vista storico, descrive in modo preciso la struttura delle città greche, tanto che leggendo mi sono sentita letteralmente trasportata tra quelle strade, sulle barche, tra le vie del mercato e tra i templi dell’Acropoli.


Per chi come me ama questo tipo di storie, è sicuramente una lettura da non perdere, un salto nel tempo in un mondo che ancora troviamo presente nella nostra vita quotidiana.


Buona lettura e buon viaggio nel tempo.

Birba

Le Gatte ringraziano la Newton Compton editori per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


5 visualizzazioni0 commenti

Kommentare


Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page