top of page

𝓡𝓮𝓿𝓲𝓮𝔀 𝓣𝓸𝓾𝓻 - "𝓢𝓽𝓾𝓬𝓴" 𝓭𝓲 𝓜𝓪𝓻𝓲𝓵𝓮𝓷𝓪 𝓑𝓪𝓻𝓫𝓪𝓰𝓪𝓵𝓵𝓸

Amici delle Gatte partecipiamo oggi al Review Tour dedicato al libro "Stuck" di Marilena Barbagallo, secondo volume della Red Oak Manor Collection, pubblicato il 31 gennaio. Per il Blog lo ha letto la nostra Birba.. andiamo a vedere cosa ne pensa...

SCHEDA LIBRO:

Titolo: Stuck

Autore: Marilena Barbagallo

Editore: self publishing

Serie: Red Oak Manor collection #2

Formato: ebook - cartaceo (disponibile su KU)

Prezzo: 2,99€ - 11,99€

Data di pubblicazione: 31 gennaio 2022


SINOSSI:


Dylan non sa quando è nato. È stato abbandonato, ancora in fasce, davanti al cancello dell’orfanotrofio in cui è cresciuto.


Era domenica, perciò lo hanno chiamato Sunday. L’unico colore che definisce la sua vita è il grigio delle mura di Red Oak Manor, ma c’è stato un tempo in cui una ragazzina è riuscita a renderlo felice.


È bastato uno sguardo a legarlo per sempre a lei.


Nonostante sapesse di aver conosciuto l’amore, ha dato il peggio di sé: rabbia e gelosia. Pur di proteggerla dal suo peggior nemico, l’avrebbe lasciata andare per sempre.


E lo ha fatto.


Eppure, ci sono sentimenti destinati a non spegnersi mai. Lo sa bene Arya Torres, oggi attrice di successo, il tormento di Dylan. Lui non sopporta di vederla sulle riviste e in quei dannati film, lei di non avere sue notizie. Il giorno in cui si incrociano a Los Angeles, a un party privato, niente sembra essere cambiato.


Lei ha ancora bisogno di essere la sua farfalla.

Lui di incastrarla nella sua ragnatela.

Ma per un criminale non può esserci spazio nel mondo scintillante di una star di Hollywood.


Stuck è il II° volume della Red Oak Manor Collection. Tutti e dieci i libri che la compongono sono autoconclusivi e scritti da autrici diverse. La lettura di ognuno di loro può essere affrontata indipendentemente da quella dei volumi precedenti o successivi.

Miciolosi, chi ha letto Wings, primo volume della red Oak Manor collection ( qui la mia recensione: https://bit.ly/34R9TLn ) avrà notato come, in una scena a casa Sherman, Jace si stupisca di vedere Dylan a colloquio con il nonno, quell’uomo pieno di potere, che avevamo percepito come una persona senza remore e senza scrupoli.


In questo libro scopriremo diversi altri suoi aspetti oscuri, diversi suoi segreti, uno dei quali ha ingabbiato Dylan Sunday nella sua rete.


Dylan è stato lasciato ancora in fasce davanti al cancello dell’Istituto Red Oak Manor; il suo non avere una famiglia l’ha reso irrequieto, e proprio il desiderio di volere una famiglia l’ha trasformato nel suo opposto, una persona sola, da temere, un ex galeotto, un perdente.


“Ho avuto un’esistenza scandita dalle medesime circostanze: penitenziario, buchi sudici. E così via, a ripetizione.”


L’unico momento in cui la sua vita sembrava essere cambiata è stato quando ha incontrato gli occhi di Arya Torres, quello sguardo che lo “vedeva” per ciò che realmente era e per la quale ha iniziato subito a provare un sentimento forte e contrastante…ma per proteggerla deve allontanarla da lui…


“Non sarà mai così, io sarò sempre la tua farfalla incastrata nella ragnatela.”


Ritroviamo i nostri protagonisti dieci anni dopo il loro primo incontro, e attraverso i due POV e trasferimenti temporali al passato, ci raccontano cosa è successo tra di loro, e quello che accade da quando si rivedono. Arya ha bisogno di protezione, e lui non può avvicinarsi a lei per lo stesso motivo per cui l’ha lasciata andare dieci anni prima…ma quello che provano l’uno per l’altra è molto forte e riesce ad abbattere le loro barriere, ma qual è il loro destino?


“Soltanto perché Dylan è qui. Il mio epicentro. Il mio terremoto. L’unica persona al mondo che io abbia mai amato, la stessa che mi ha spezzato il cuore.”

*

“Se fossi mia, niente farebbe male.”


L’autrice, malgrado gli elementi promettenti della storia, non è riuscita a creare la suspense che mi aspettavo dopo aver letto i primi capitoli; sebbene ben scritta e con i salti temporali ben gestiti, la scrittura non è riuscita a coinvolgermi e ho faticato a ingranare con la lettura.


I personaggi sono ben descritti, sebbene a volta l’introspezione psicologica sia portata avanti attraverso la ripetizione di concetti già espressi piuttosto che per elementi nuovi che vengono apportati alla storia. Ho molto apprezzato però la capacità dell’autrice di legare i diversi capitoli e POV, cambiando la prospettiva pur rimanendo nella stessa scena dandomi l’impressione quasi di vedere i personaggi mentre il registra cambia l’inquadratura della telecamera, molto cinematografico.


Red Oak Manor rimane il fulcro della storia, prigione per alcuni dei bambini che vi abitano, luogo da cui fuggire, freddo e grigio, ma anche luogo dove si può trovare un angelo, un’anima pura che spazza via le tenebre in cui si è immersi.


Adesso rimane da chiedersi: quale sarà la prossima coppia?


Birba

La nostra Birba ha regolarmente acquistato la copia digitale del libro su Amazon!


18 visualizzazioni0 commenti

تعليقات


Thanks! Message sent.

Collaborazioni

bottom of page