"𝓘𝓵 𝓯𝓪𝓵𝓼𝓸 𝓶𝓪𝓷𝓸𝓼𝓬𝓻𝓲𝓽𝓽𝓸" 𝓭𝓲 𝓙𝓮𝓼𝓾𝓼 𝓥𝓪𝓵𝓮𝓻𝓸

Amici delle Gatte la nostra Birba oggi ci parla del libro di Jesus Valero, "Il falso manoscritto" pubblicato da Newton Compton il 4 marzo.

Andiamo a vedere cosa ne pensa....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Il falso manoscritto

Autore: Jesùs Valero

Editore: Newton Compton

Genere: Thriller storico

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: 4,99€ - 11,40€

Data di pubblicazione: 4 marzo 2021

Link di acquisto: https://amzn.to/3d4It6z


SINOSSI:


Un grande thriller storico

Il più grande tradimento della storia sta per essere rivelato.


Mentre sta lavorando al restauro di un’antica chiesa di Donostia, Marta Arbide trova un manoscritto antico dietro un falso muro.


È il diario di Jean de la Croix, un monaco medievale al quale, mille anni prima, fu affidata una missione: portare al sicuro una misteriosa reliquia, nascondendola ai sicari che, per ordine di papa Innocenzo III, volevano impossessarsene.


Il contenuto di quelle pagine è così sconvolgente che Marta decide di far luce sulla storia di Jean, aiutata nelle ricerche da un sacerdote dal passato oscuro, Iñigo Etxarri.


Insieme intraprenderanno un viaggio a caccia di indizi sopravvissuti ai secoli, che li condurrà fino alle abbazie e alle foreste del sud della Francia, ai monasteri di San Millán e Santo Domingo de la Calzada, ai resti dell’antica Sanctus Sebastianus.


Perché Jean de la Croix era in fuga?

Qual era il potere dello strano oggetto che portava con sé?

Un mistero il cui disvelamento conduce indietro nel tempo, fino all’anno 33, a poche ore prima della morte di Gesù...

a cura della nostra Birba:


Miciolose, questa volta la vostra Birba vi presenta un thriller storico/religioso che ha come protagonista un diario e una reliquia.

La storia si svolge in tre distinte epoche storiche, il 33 d.C., il 1199 e il 2019.

Nel 33 d.C. leggiamo la storia di Giacomo, uno dei discepoli di Gesù che fugge da Gerusalemme con Attanasio e Teodosio; nel 1199 seguiamo il cammino di Jean e del cavaliere nero in fuga dall’abate Guy Paré che li sta cercando per ucciderli; nel 2019 seguiamo il percorso di Marta Arbide, una restauratrice che, entrata in possesso del diario di Jean, decide di seguire il cammino in esso tracciato che la trascina in una avventura tra ragione e fede.

Giacomo, Jean e Marta, in tre tempi lontani e molto diversi tra loro, compiono il medesimo viaggio, un percorso lungo e pericoloso per proteggere un oggetto apparentemente insignificante da coloro che invece vogliono nasconderlo al mondo perché troppo “potente”. Un viaggio tra ragione e fede che è iniziato la sera dell’ultima cena del Cristo ed è tuttora in corso.

I nostri protagonisti metteranno a rischio la propria vita, in un viaggio tra Francia e Spagna, tra i monasteri sul cammino di Santiago di Compostela e le chiese costruite nel periodo medievale da muratori anonimi e cavalieri dell’ordine dei templari. L’autore, alla prima esperienza letteraria, è stato in grado di gestire in modo articolato tutte e tre le storie; gli stacchi temporali tra un capitolo e l’altro, diversamente da quanto si potrebbe pensare, non confondono il lettore bensì mantengono alto il suo livello di curiosità.

Lo studio storico e geografico alla base della trama è notevole e si percepisce nelle descrizioni precise e accurate di luoghi e costruzioni. A volte il taglio saggistico della scrittura sovrasta quello romantico e romanzato; malgrado questo, e nonostante il fraintendimento generato dal titolo, il libro è molto interessante e piacevole; la lettura è stata molto coinvolgente e di sicuro leggerò anche il prossimo libro dell’autore. Ve lo consiglio caldamente se avete apprezzato i romanzi di Dan Brown e cercate una alternativa altrettanto coinvolgente.

Le Gatte ringraziano la Newton Compton editori per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


2 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni