Review Party - "Sapessi, Luca" di Giacomo Assennato

Amici delle Gatte buongiorno.

Siamo felici di partecipare oggi al Review Party organizzato per il libro di Giacomo Assennato, “Sapessi, Luca”, pubblicato lo scorso 25 marzo.

La nostra Kelly lo ha letto per noi andiamo a leggere che cosa ne pensa....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Sapessi, Luca

Autore: Giacomo Assennato

Genere: Romance Contemporaneo M/M

Pagine: 198

Editore: Self Publishing

Data di uscita: 25 Marzo 2019


SINOSSI:

Matteo ha solo 13 anni e mezzo quando scopre per la prima volta l’amore.


È una sensazione forte, che lo stordisce e lo schiaccia.


Ha sempre avuto chiaro tutto di quella cosa che porta dentro: sapeva che sarebbe successo e non se ne stupisce affatto.


Aspettava soltanto di capire chi sarebbe stato.


Ed è per Luca, suo compagno di scuola, che Matteo proverà questa sensazione, che è così maestosa da lasciarlo senza fiato.


Non glielo confesserà, perché sa che l’altro non saprebbe che farsene, e anche perché la vita li divide drasticamente.

Sono passati quindici anni e Matteo è un grafico pubblicitario, si è trasferito a Milano ed è circondato da tre amici fantastici: Leo, Karl e Davide.


La sua è una vita bella, anche se non riesce a realizzarla completamente, bloccato com’è dalla storia che non ha mai avuto ma che sente essere l’unica che realmente l’aveva toccata nell’anima.


Il resto non ci somiglia neanche un po’.


Luca, e tutto quello che avrebbe voluto dirgli, sono i fantasmi che porta con sé.


L’intrecciarsi della sua storia con quella dei tre amici lo accompagnerà in situazioni divertenti ma anche malinconiche che gli apriranno la strada alla vita.


RECENSIONE

a cura della nostra Kelly:

Amiciosi buongiorno, siete pronti per un’altro viaggio insieme? Oggi vi porto a conoscere Matteo, un uomo, un amico, un lavoratore. Un uomo con il cuore imprigionato! Un uomo che non riesce a liberarsi dai ricordi, dalle emozioni e le sensazioni di un amore che non ha mai preso il volo.

E per questo vi chiedo, perché è una domanda che nel corso della lettura mi sono fatta più di una volta: secondo voi è davvero possibile, rimanere in attesa di quelle emozioni fino al punto di farvi condizionare in tutte le vostre scelte? Ad oggi io non ho trovato ancora la mia risposta, ma ho conosciuto Matteo che mi ha dato la sua!

“Ecco: questo è il momento esatto. Succede. Mi succede. Ed è una magia. Mi viene da trattenere il respiro perché quello che mi investe è veramente una roba troppo potente. Lo sapevo che prima o poi sarebbe capitato, ma chi l’avrebbe pensato che era così? Sento come un vento che prova a spettinarmi, ma non c’è un neanche un filo di brezza. E anche nello stomaco ho qualcosa che si agita, che sta spintonando tutti gli altri organi.”

Matteo, ha tredici anni quando scopre di provare qualcosa, anzi di essersi innamorato del suo amico Luca, un compagno di liceo che da lì a breve però si trasferirà a Matera, lontano da lui. Questo condiziona tutta la sua vita o almeno la parte che riguarda i sentimenti e i rapporti di coppia! Diventato uomo e grafico si trasferisce a Milano dove lavora ed é molto stimato nel suo ambiente. Condivide le sue serate ed il tempo libero con un gruppo di amici, molto diversi tra loro: Leonardo il giocherellone del gruppo, Karl lo straniero, e infine Davide che lavora in una compagnia teatrale, presente sempre e soprattutto al momento giusto.

“Se tu sapessi davvero quanta strada ti ho fatto fare, per quanto tempo ti ho tenuto a farmi compagnia....”

Matteo ha sempre parlato e raccontato ai suoi amici di Luca, quel ragazzo che gli ha rapito il cuore. Ed è concorde con loro che è arrivato il momento di metterlo da parte e andare avanti con la sua vita, ma come?

Un giorno in azienda inizia un nuovo progetto, una nuova campagna pubblicitaria. Riporta Matteo indietro nel tempo e nello stesso momento sembra liberarlo di quel peso, fa coming out con i colleghi e decide di festeggiare con i suoi amici dopo aver assistito alla prima in teatro di Davide.

“Eccomi: sono di nuovo qui con te. Sei piccolo davvero, ma tanto grande per me.