Review Party - "Jassim" di Leda Moore

Amici delle Gatte buona domenica.

Partecipiamo oggi al Review Party dedicato al libro di Leda Moore, "Jassim", pubblicato in self nel luglio scorso.

La nostra Angel lo ha letto per noi, andiamo a vedere cosa ne pensa.....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Jassim: Mai più solo.

Autrice: Leda Moore.

Editore: Independently published

Formato: ebook - cartaceo

Pagine: 361 - 535

Prezzo: 2,99€ - 16,64€

Data di pubblicazione: 23 Luglio 2019

Link di acquisto: https://amzn.to/2PpIu9B


SINOSSI:


Jassim si è sempre sentito fuori posto, solo e arrabbiato con tutti.


Suona la chitarra e canta per pochi spiccioli, vagando per le strade periferiche di Roma.


Lory è una talent scout e lavora per un’importante casa discografica: la M.A.R.A.


Quando sente la voce di Jassim rimane sconvolta, non solo per il suo talento, ma anche per la sua particolare bellezza.



Un ragazzo di colore con gli occhi verdi che sprigiona fascino da tutti i pori.


Convinta di poter finalmente dimostrare ai suoi due capi le proprie capacità lavorative, convince il giovane a seguirla.

Ma l’attrazione fra i due dà inizio a una guerra di famiglia.


Infatti, la donna, sposata prima con Matteo Spadafora e poi con Diego D’Amico, i due proprietari della casa discografica, si ritroverà a gestire la gelosia del suo secondo marito, che non riesce a dimenticarla, e l’ostilità della figlia adolescente, Stella, che mal sopporta l’intrusione del cantante nelle loro vite.


Una guerra a cui solo un’arma capace di annientare il risentimento può porre fine: il perdono.



RECENSIONE

a cura della nostra Angel:


Cari lettori, oggi ho il piacere di parlarvi del romanzo “Jassim” di Leda Moore.


Conoscevo già la penna dell’autrice, le sue storie non sono mai noiose, le emozioni sono garantite, e anche questa volta Leda non ha deluso le mie aspettative.


Se in altri romanzi abbiamo dei contenuti più ricorrenti, in questa storia si parla di un ragazza, il suo talento e di come la vita ti ripaga dopo tanti sacrifici.

Jassim è un ragazzo cresciuto senza un equilibrio famigliare, non ha avuto una figura paterna, e neanche una madre presente.


Come può una persona credere in se stressa se la vita ti mette sempre a dura prova, mostrandoti solo il lato più difficile?


Ho compreso molto il suo personaggio, i suoi sogni e le sue speranze, a un certo punto volevo essere accanto a lui e dargli una pacca sulla spalla e dirgli “sei forte, puoi diventare chiunque tu desideri”.

Perché, un talento, anche se ci mette molto tempo ad emergere, alla fine ci riesce e nessuno lo può fermare.

«Come ti chiami?» domandò la donna, ma il ragazzo non le rispose, facendola irritare. «Quanti anni hai?» insisté lei senza scoraggiarsi, ma non ottenne risposta. La stava ignorando e lei si stava innervosendo sempre di più. Quel tipo era un cafone e non sapeva cosa fosse l’educazione. «Quindi non saresti interessato a un contratto con la M.A.R.A., qualora io fossi qui per proportelo?» domandò a quel punto Lory, attirando finalmente la sua attenzione. Jassim non sapeva se sentirsi arrabbiato con lei, che forse lo stava solo prendendo per i fondelli, oppure felice perché quella poteva davvero essere la realizzazione del suo sogno. La M.A.R.A., infatti, in Italia era considerata la casa discografica più ambita dai musicisti, perché l’unica in grado di aprire le porte anche all’estero. Scosse la testa confuso e chiuse lo sportello del bagagliaio. «Non amo le persone che mi prendono per il culo» sbottò sistemandosi un ciuffo ribelle.

Sulla sua strada, incontrerà un personaggio fondamentale, Lory, che ascoltando la sua voce rimane ammaliata e da quel momento il futuro di Jassim prende una piega inaspettata.

A volte basta un incontro per cambiare il nostro destino, non è calcolato, non è previsto, arriva e come andranno le cose dipende dalle nostre scelte future.

Il ragazzo le soffiò all’orecchio e bisbigliò ansimante: «Mi fai impazzire… ti voglio.» E lei si sgretolò fra le sue dita, che iniziarono a vagare dai fianchi al seno, facendole dimenticare che si trovavano a casa sua e che sua figlia li avrebbe potuti cogliere sul fatto.

In questo romanzo non manca nulla, abbiamo la crescita di Jassim, i colpi di scena, una storia d’amore che ho trovato adorabile.

Non sono un amante della terza persona, ma Leda Moore ha la capacità di coinvolgerti nella lettura e l’unica cosa che ti importa e leggere e sapere.


Consiglio la lettura del romanzo a tutti, non ne rimarrete delusi.





Assegno: 😻😻😻😻😻 meritate.







Le Gatte ringraziano Leda Moore per la copia digitale, del libro, ricevuta in omaggio.


5 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon