Review Party - "Ibi Ego" di Deborah P. Cumberbach

Amici delle Gatte, per il Review Party dedicato a "Ibi ego" di Deborah P. Cumberbatch, secondo volume della dilogia Lie detectors, è la nostra Luna a darci la sua opinione, andiamo a leggere insieme cosa ne pensa.....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Ibi ego

Autore: Deborah P. Cumberbatch

Editore: Self publishing

Serie: Lie detectors vol. 2

Genere: Contemporary romance

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: 2.99€ - 14,56€


SINOSSI:


Abitudine, stabilità, nessuna sorpresa. Nessun pericolo.


Tutta la mia vita si è adattata a una routine inattaccabile che mi fa sentire sicura, sin da quando ho lasciato Londra.


Vivo di scadenze imposte, di attimi rubati e secondi concessi.


Vivo delle emozioni che si mostrano in rintocchi cadenzati ben precisi, i quali mi permettono di interpretare il linguaggio silenzioso, la mia unica costante.



Almeno fino a quando i suoi maledetti occhi non trafiggono di nuovo i miei.

E il tempo smette di scorrere.


Stephen Holland mi ha trovata persino in questo piccolo e celato angolo di mondo, e adesso implora il mio aiuto.

Sta cercando i miei occhi, proprio come un tempo.


Ma accettare significherebbe tornare dove tutto è cominciato e non posso rischiare di cadere di nuova in quella sincronia che mi ha imprigionata già una volta.

Non posso divenire di nuovo schiava di quegli occhi policromatici che un tempo rappresentavano la mia salvezza.

Oggi la mia condanna.



Mi ero detto che mi sarebbe bastato un solo istante per guardarla negli occhi e riprendere fiato, poi l’avrei lasciata andare di nuovo.


Mi sbagliavo.


Mi sono sempre sbagliato su tutto da quando Megara De Medici è entrata in collisione col mio mondo, diventando l’emozione in grado di fermare il tempo.

La mia unica emozione.


Non avrei dovuto seguirla fino a questo paesino troppo piccolo per esistere e, di sicuro, non avrei dovuto invadere il suo spazio personale.


Ma non ho avuto altra scelta, non quando i fantasmi corrotti di un passato sfocato e senza colori che speravo di aver tumulato stanno strepitando per irrompere nel presente.


Ciò che conta è che resti dove possa vederla.

Così che io riesca a capire come combattere per lei.

Ti salverò, Megara.

Ti ho trovata.

Ti vedo. Ti ho sempre vista.


RECENSIONE

a cura della nostra Luna:


Care Micetti, oggi vi parlerò del sequel di Ubi Tu.

In questo capitolo conclusivo, ritroveremo i personaggi precedentemente conosciuti e alcuni nuovi.


L’autrice si muoverà su diversi scenari, raccontandoci in un’unica storia molte altre, proprio come è abituata a fare.


Siamo parole non dette e sguardi celati, silenzi prolungati e messaggi involontari. Le emozioni sono la chiave per accedere ai segreti di questo linguaggio silenzioso.

Magara si è rifugiata a Doolin, dopo che Stephen le ha spezzato il cuore.

Sono trascorsi due anni, e sono davvero troppi anche per l’uomo di ghiaccio che pare essere immune alle emozioni, anche se le conosce molto bene. Incapace di rimanerle lontano oltre, Stephen riporterà Magara a Londra mettendo così fine, in parte almeno, alla loro sofferenza; restituendole il suo lavoro come Lie Detector all’interno della Holland Investigation Agency, soprattutto la sua famiglia, fatta di persone scelte: le amiche più care, Thomas, i due piccoli Alex e Lily.

Per la prima metà il romanzo potrà apparire un po’ “statico”, si concentra per lo più sui casi che vengono affidati a Magara, scenari interessanti e emotivamente coinvolgenti si dipaneranno tra le pagine.

Le emozioni e i sentimenti sempre in primo piano, le presone resteranno il fulcro del libro; dalla seconda metà il romanzo diviene più incalzante.


Avvincente.

Gli occhi saranno puntati sul passato di Sthepan, un uomo caratterizzato da mille sfaccettature, un genio barricato dietro la sua capacità di non mostrare emozioni. L’unica in grado di scalfirne la corazza e riportare la luce nella sua vita, sarà sempre e solo Magara.

L’amore e passione che unisce i due, sarà irrefrenabile al punto da tenerli legarti anche quando si perderanno; un filo sottile li tiene serrati uno all’altra e nulla si potrà fare a riguardo.


Il dolore, la fiducia che vacilla, il buio che a volte li avvolgerà, niente di tutto questo, sarà abbastanza forte per tenerli distanti.

“Nella mia vita mi sono concesso di sognare solo in tre occasioni: … La terza è quando ho conosciuto te. Quando ho capito che il mio sogno sei sempre stata tu …. Tu sei i miei pensieri Magara. E sei anche tutto il maledetto resto.”

Vi ho raccontato molto!

Come avevo preannunciato a conclusione della recensione di Ubi tu, confermo di non essere rimasta affatto delusa da questa nuova storia, anzi.

Entrambe le letture richiedono attenzione, predisposizione agli argomenti e il modo dettagliato in cui vengono trattati.

Per quel che mi riguarda penso che qualche parte forse poteva essere un po’ sfoltita dai concetti ripetuti, ma è sempre apprezzabile quando un’autrice (autore) punti a distinguersi, rendendo il proprio libro particolare e ben articolato, approfondendo argomenti che insegnano qualcosa di cui non si era a conoscenza.

Lettura che consiglio, non credo ne resterete deluse.

Valutazione di lettura:


5 Miaooooo





Le Gatte ringraziano Deborah P. Cumberbatch per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.



0 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon