"Per tutto il tuo amore" di Laura Pellegrini

Amici delle Gatte, la nostra Luna oggi ci parla della sua ultima lettura, "Per tutto il tuo amore" di laura Pellegrini, pubblicato da Io Scrittore l'8 ottobre.

Siete curiosi di sapere cosa ne pensa...? Andiamo a leggere...

a cura della nostra Luna:


Raccontarvi di questo romanzo non sarà affatto semplice, le emozioni sono state molte, talvolta contrastanti, necessarie, certamente indimenticabili!

L’autrice ci catapulta in un periodo storico difficile, straziante, dove l’odio spadroneggia, dove la povera gente in qualche modo tenta di fare la sua parte, dove l’amore era considerato un lusso… Forse, se amavi eri uno scellerato!

Nonostante questo però, attraverso i tre protagonisti di questa storia, tra palpitazioni, incertezze, ed emozioni, la Pellegrini sviscera in ogni modo possibile i sentimenti rendendo questo libro unico. Arricchendolo con una narrazione allegorica, scorrevole e mai banale. La descrizione del paesaggio è suggestiva a tal punto che a ogni pagina credevo di vivere con loro tra quei boschi, in quella casa diroccata, oppure scorgere nel fienile quel segreto taciuto.


Luce è una ragazza dal carattere forte, consapevole della sua condizione di donna, ma questo non le impedisce di avere un’anima libera. Lei è comprensiva, amorevole, è degna del suo nome. Avrebbe potuto fare mille scelte diverse eppure è rimasta fedele a se stessa. Ha scelto, seppur con le giuste paure, con una doverosa diffidenza iniziale, di accogliere Heinrich. Lui è un diavolo, lo sa bene eppure… Non riesce a contrastare ciò che prova. Non può non credere a quello che i suoi occhi le dicono durante i suoi lunghi silenzi.


[…] Ma quello era un amore proibito, come la mela, come il paradiso.[…]


Heinrich è la guerra che irrompe nelle case, che stravolge, che confonde. Ma Luce è più forte e riuscirà a vederlo per ciò che è realmente, e con coraggio e amore, se ne prenderà cura.


«Nei tuoi occhi ci sono le stelle della Foresta Nera, le vette delle Alpi e le steppe russe. Nei tuoi occhi c’è il mondo, Luce. Il mio mondo»


Luce lo perdonerà, lo farà sempre perché lei un amore così non sarà disposta a provarlo più per nessuno. Non è tutto così semplice però, perché lei vuole bene anche a Manfredi e non può non tener conto dei sentimenti che lui le dimostra, il rispetto e la protezione che continuerà a donarle senza alcuna condizione, o misura.

Ad un tratto vi ritroverete il cuore spaccato a metà, indecise se propendere per un amore sbocciato e che fiorisce anno dopo anno oppure quello travolgente, che non da spazio alla ragione, quello che asseconda la passione andando contro ogni regola.


Luce, Heinrich, Manfredi, un racconto corale, ognuno di loro sarà in grado di lasciare il segno, un ricordo, un brivido e una lacrima, grazie alla penna sublime dell’autrice che se n’è presa cura, spogliandoli, rendendoli “sbagliati”, fragili, imperfetti ma incapaci di arrendersi alla guerra. Incapaci di smettere di amare.


[…] Esiste una cosa a questo mondo che supera ogni cosa e ogni circostanza. Azione o situazione. Guerra. Una cosa che collega anime ad altre anime, vite ad altre vite, con un filo dorato che non si può spezzare. È l’amore salvifico. …. Quello che non ha un tempo né uno spazio né una fine. […]


Non posso esimermi dal consigliare questa meravigliosa lettura!

Cinque cuoricini sono pochi.....

IL LIBRO:


Toscana, agosto 1944.


È bella Luce, anche se non lo sa e non se ne cura, troppo presa a sopravvivere alla guerra e alle privazioni economiche.


I suoi ventuno anni si consumano tra la cura del padre malato, la fatica della vita contadina e il terrore dei tedeschi, mostri senza volto che possono nascondersi dovunque, come le dice Manfredi, il suo amico d’infanzia che ora la guarda con occhi diversi, occhi pieni di amore.


Ma Luce non sa cosa sia l’amore.

O forse ne ha paura.


Poi, un giorno, il destino si diverte a mescolare le carte e la ragazza s’imbatte davvero in un tedesco, uno di quei lupi nascosti nell’ombra dei boschi dove lei è cresciuta.

Il soldato è ferito, bisognoso di aiuto; curandolo, a poco a poco, Luce scopre che anche lui è fatto di carne, lacrime e paure come lei.

E ha dentro la sua stessa sete di vita. Mentre Manfredi entra nella Resistenza, pronto a morire per la libertà, Luce ospita di nascosto «il nemico» e se ne sente sempre più attratta…


Una profonda storia d’amore e di guerra, di passione e dolore, segnata da un finale imprevedibile e potente e da una protagonista intensa e unica, che rimane a lungo nel cuore del lettore.

Le Gatte ringraziano Io Scrittore per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.

12 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon