"La casa delle bugie" di Sue Watson

Amici delle Gatte la nostra Bizet ha letto per il Blog il libro di Sue Watson, "La casa delle bugie", pubblicato da Newton compton editori lo scorso novembre, andiamo a vedere cosa ne pensa.....

SINOSSI:


Marianne ha la vita che ha sempre sognato.


Una bellissima casa, affacciata sulla strada più esclusiva del quartiere.

Tre splendidi bambini, che sono il suo orgoglio e una fonte inesauribile di gioia.


A volte soffre ancora per il suo passato: i ricordi vaghi della madre, morta quando lei era ancora piccola, i giorni trascorsi in affidamento…


Ma Simon, suo marito, è sempre accanto a lei.


È un chirurgo di successo ed è il miglior marito che una donna possa desiderare.


Fiori, regali, viaggi.

Non c’è niente che non sia disposto a fare per lei.


Un giorno però, mentre fanno colazione, Simon le racconta di una nuova collega e il modo in cui si sofferma sulle poche sillabe del suo nome, “Caroline”, scatena in Marianne un’ondata di gelosia.


Non vorrebbe saltare a conclusioni affrettate, ma Caroline diventa per lei una vera e propria ossessione.

Ha bisogno di notizie sulla donna misteriosa.

Più scava nella vita di suo marito, però, più l’ossessione si trasforma in paura.


Forse non dovrebbe preoccuparsi di essere stata tradita, dovrebbe solo pensare a mettersi in salvo.


RECENSIONE

a cura della nostra Bizet:



Marianne è una donna fondamentalmente insicura, ama la sua famiglia immensamente e farebbe di tutto per non fare in modo che nemmeno un alito di vento possa infastidire l’equilibrio che ha creato con tanta cura e attenzione.

Basterà il pronunciare il nome di “Caroline” dalla bocca del marito Simon per scatenare una moltitudine di situazioni a livello psicologico della donna.

Per lei diventerà un’ossessione, il terrore che possa distruggere la sua famiglia non le da pace e purtroppo il fatto che in passato abbia scatenato diverse scenate tra cui anche una denuncia per le sue congetture, non aiuta Marianne a capire se i suoi dubbi siano fondati.

A complicare le cose, ci si mette la violenza fisica e psicologica del marito, dandole ancora di più la concretezza di sbagliare in tutto ciò che fa e aumentando ancor di più i suoi squilibri e i pensieri diventano confusi.

Non riesce più a comprendere se ciò che vede e ciò che scopre sia la verità o solo frutto della sua immaginazione…

Il finale sarà a dir poco sorprendente…

Io ho adorato e divorato questo romanzo.

Dall’ inizio il livello psicologico della donna è reso così palpabile da immedesimarti, riuscendo a percepirne la tensione e l’angoscia. Se inizialmente il romanzo sembra intraprendere un unico argomento riguardante la violenza domestica e successivamente il femminicidio, la storia prende una svolta inaspettata.

Adoro Marianne, per quanto mi riguarda, è descritta magnificamente, si riesce a percepire il suo stato d’animo e sentire il battito accelerato in molte occasioni.

Simon che dire, mi ha talmente fatto schifo come persona che direi è stato fatto un ottimo lavoro sul personaggio, anche alla fine. Non voglio fare spoiler, dico solo che era da tantissimo tempo che non leggevo un thriller così avvincente!

Complimenti all’autrice!


Valutazione di lettura: 😻😻😻😻😻






Le Gatte ringraziano la Newton Compton editori per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


5 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon