“Goya Enigma” di Alex Connor

Amici delle gatte buongiorno.

La nostra Duchessa, ha letto per noi il nuovo libro di Alex Connor "Goya Enigma" pubblicato dalla Newton Compton editori lo scorso 17 aprile.

Andiamo a leggere cosa ne pensa.......

«Alex Connor raggiunge un equilibrio narrativo che si divide tra storia, fiction e caratterizzazione accurata.» Marcello Simoni Autrice del bestseller mondiale Cospirazione Caravaggio

La testa di Francisco Goya venne rubata dalla tomba in seguito alla sua morte.


Nessuno ha mai saputo che fine avesse fatto.


Fino a ora.


Quando Leon Golding entra in possesso del cranio perduto del più famoso pittore spagnolo, è euforico.



Ha dedicato la sua vita a risolvere il significato delle ombre nei dipinti di Goya.


Finalmente la sua pazienza sarà premiata e il mondo dell’arte lo riconoscerà come uno tra gli studiosi più influenti del grande artista.


Il fratello di Leon, Ben, un chirurgo plastico del Whitechapel Hospital di Londra, teme invece che stia per avere un’altra delle sue crisi o che non prenda regolarmente le sue medicine.


Pur di vedere riconosciuta la sua straordinaria scoperta, Leon si è rivolto ad alcuni dei critici d’arte più famosi al mondo.


E, proprio a causa del suo entusiasmo per l’autenticazione del cranio, la notizia è trapelata e ha attirato parecchia attenzione.


Quello che Leon e suo fratello Ben non sanno è che qualcuno è disposto a tutto pur di mettere le mani sul reperto più prezioso mai venuto alla luce di tutta la storia dell’arte.


RECENSIONE

a cura della nostra Duchessa:


Gattini e gattine, oggi vi parlo del nuovo romanzo di Alex Connor, un thriller storico di tutto rispetto, di cui ho apprezzato la trama, che oltre a essere piena di suspence tanto da incollare il lettore alle pagine del libro, è anche arricchita da innumerevoli riferimenti all’arte.

Non per caso, il protagonista del romanzo, in un certo senso, è il famoso pittore spagnolo Goya.

Dopo la sua morte, avvenuta in Francia, il suo cranio è scomparso, e non è più stato ritrovato.

Almeno fino a quando Leon Golding ne entra in possesso.

Quest’uomo ha impiegato parecchio tempo della sua vita per scoprire il significato delle “Pitture nere”, ed è quindi euforico quando entra in possesso del “prezioso reperto”.

Con l’aiuto del fratello, Ben, Leon decide di far autenticare il cranio, per cui si mette in contatto con i maggiori critici d’arte del mondo, innescando una serie di avvenimenti che cambieranno la vita di entrambi. Sembra che questo teschio nasconda una maledizione che tocca la vita di tutte le persone che ne entrano in possesso.

Mentre Leon è impegnato a risolvere il mistero delle “Pitture nere” , Ben cercherà di proteggerlo rischiando la sua stessa vita.

I personaggi del romanzo sono veramente ben descritti, da Leon, uomo fragile e mentalmente instabile a Ben, sicuro di sé e determinato.

La lettura è scorrevole, le descrizioni sono estremamente dettagliate e approfondite e permettono al lettore di immaginare gli ambienti e i luoghi in cui si svolgono gli avvenimenti.

Come accennavo prima, questo romanzo contiene elementi artistici interessanti, e si può notare, dalle descrizioni e dagli approfondimenti, come l’autrice si sia documentata per scrivere questo romanzo, che non lascia assolutamente nulla al caso.

Non conoscevo questa autrice, ma ne sono rimasta favorevolmente colpita.

Amo il suo modo di scrivere semplice e diretto e la sua capacità di coinvolgere il lettore, tanto da renderlo quasi protagonista . Quindi, se avete voglia di un romanzo diverso dal solito, ricco di emozioni che vi trascineranno alla ricerca di misteri pericolosi, vi consiglio di leggere questo avvincente romanzo.



Valutazione di lettura: 😻😻😻😻😻







Le Gatte ringraziano la Newton Compton Editori, per la copia digitale ricevuta in omaggio.


6 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon