"𝓝𝓸𝓷 𝓮̀ 𝓾𝓷 𝓹𝓻𝓲𝓷𝓬𝓲𝓹𝓮" 𝓭𝓲 𝓢𝓽𝓮𝓿𝓲𝓮 𝓙. 𝓒𝓸𝓵𝓮 𝓮 𝓛.𝓟. 𝓛𝓸𝓿𝓮𝓵𝓵

Amici delle Gatte la nostra Diana oggi ci parla della sua ultima lettura, "Non è un principe" di Stevie J. Cole e L.P. Lovell, primo volume della Dayton series, pubblicato il 16 marzo da Triskell edizioni.

Andiamo a vedere cosa ne pensa.....

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Non è un principe

Autrici: LP Lowell e Jennifer Cole

Editore: Triskell edizioni

Collana: Romance

Genere: Contemporaneo, erotico

Serie: Dayton Series #1

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: € 5,99 - € 12,35

Data di pubblicazione: 16 marzo 2021

Link di acquisto: https://amzn.to/3gBePIk


TRAMA:


Zepp Hunt non era il re della Dayton High School. Era al vertice della catena alimentare.


E, nella lista delle sue prede, io ero la prossima. O almeno così credeva lui.


Le brave ragazze volevano addomesticarlo.

Le cattive ragazze volevano essere sedotte da lui.


Tutti si inchinavano al suo cospetto.

Io, invece?


Lo odiavo con tutta me stessa.


Era il motivo per cui mi tenevo alla larga da quel cattivo ragazzo arrogante con i tatuaggi e la fedina penale sporca.

Finché non mi fu impossibile continuare a farlo.

Finché per uno scambio di favori non gli dovetti tre mesi della mia vita.


Non avrei mai pensato di finire nel suo letto, e quando successe fui costretta a ricordarmi che mi odiava quanto io odiavo lui.

Finché non potei più farlo.


Zepp Hunt non era un principe, e io non avevo intenzione di essere la sua damigella in pericolo.

a cura della nostra Diana:


Ciao amiche/ci oggi sono qui a parlarvi di un libro che mi ha colpito molto, " Non è un principe " di Stevie J. Cole e L.P. Lovell.

Che dire? Una storia che di sicuro non lascia indifferenti anzi fa decisamente riflettere, mi colpiscono molto i libri dove i protagonisti sono adolescenti e questo è toccante, sarà perché è crudo e non lascia nulla all'immaginazione anzi ti fa entrare da subito in empatia con i personaggi e le loro vite.

Quanto influisce il luogo e la famiglia in cui si viene al mondo?

Beh per Monroe e Zepp è stato fondamentale, leggendo pensavo che si giudica con molta facilità chi commette dei crimini come rubare o spacciare, li si giudica delinquenti e lì si tiene a distanza.


" Zepp era un malvivente, ma non ero più convinta che fosse cattivo. E in un mondo praticamente pieno di merda, non essere cattivo equivale a essere un angelo "


Nascere nella parte sbagliata di una città, quella emarginata, povera, degradata e ghettizzata, venire al mondo in una famiglia con genitori assenti o drogati, che arrancano con lavori non proprio onesti a cosa può portare?

Questo è il retaggio di Monroe, Zepp ed i suoi amici. Malgrado adolescenti hanno sulle spalle esperienze ed esempi che li portano a vivere ai limiti della legalità, spesso per sopravvivere, altre per quella speranza di poter un giorno essere migliori. Eh sì perché malgrado il futuro di questi ragazzi sembra essere già scritto la speranza di poter essere diversi da ciò che sono, i sogni di una vita migliore li hanno come tutti.


Monroe è una ragazzina, vive con la madre drogata ed il patrigno spacciatore in una roulotte. Frequenta la Dayton High School, studia molto ed ha buoni risultati perché pensa che sia l'unico modo per riuscire un giorno ad andare via da quel luogo, da quella vita che la obbliga a rubare auto e fare la spogliarellista in un locale poco raccomandabile. È molto bella, schiva e malgrado i suoi 17 anni si porta dentro un gran dolore.


Zepp, bello e dannato, poco più di diciotto anni, orfano di madre e padre mai conosciuto riesce ad evitare alla morte della madre di finire insieme al fratello minore in una casa famiglia e per mantenersi ruba e spaccia conducendo una vita spericolata, senza regole con i suoi amici fidati.


" Non aveva altra scelta. Il mondo lo aveva reso un'isola fatta di rocce frastagliate e sfuggenti, un'isola che nessuno poteva attraversare a meno che non fosse lui a permetterlo "


Ciò che accomuna Monroe e Zepp oltre il luogo dove vivono e il modo in cui vivono è il dolore che si portano dentro e tengono segreto a tutti, un dolore diverso ma simile per ciò che procura dentro, un dolore che senza volere e sapere come finiscono per condividere...


" Forse il dolore cercava compagnia e quelli come noi per sentirsi interi avevano bisogno di qualcun altro ugualmente rotto "


Non vi dirò altro sulla storia perché libri come questo sono da leggere, è quel genere di storia che va vissuta perché quando arrivi alla fine non solo ti fa apprezzare la vita ma ti induce ad essere un po' più tollerante.

Le Gatte ringraziano la Triskell edizioni per la copia digitale e il materiale ricevuto in omaggio.



13 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni