Cover Reveal - "Il battesimo di luce" di Natascia Luchetti

Amici delle Gatte buona domenica.

Vi presentiamo oggi, la Cover del nuovo libro di Natascia Luchetti, "Il battesimo della luce", edito dalla Delrai edizioni, in uscita prossimamente.

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Il battesimo di Luce Autore: Natascia Luchetti

Editore: Delrai edizioni Prezzo cartaceo: 5,50 Prezzo ebook: 0,49


SINOSSI:


Il male veniva subito riconosciuto e maledetto.

Il bene ignorato.

Era la natura dell’uomo.


L’iniziazione dell’uomo conosciuto come il più grande cacciatore di vampiri e temuto per la sua efficienza nel contrastare creature demoniache.


Ogni leggenda ha la sua verità e in questa storia viene alla luce l’addestramento di un ragazzo alla ricerca di se stesso e della giusta strada da percorrere.


Perché il male non è generalizzabile, una creatura della notte è pur sempre figlia di quel Dio che ama tutti i suoi figli indistintamente.


Demoni contro uomini, angeli contro bestie, bene contro male, ma il confine si fa labile e la sola cosa che conta alla fine è lottare.


LA NASCITA DEL CACCIATORE DI VAMPIRI Più FAMOSO DELLA STORIA, UNA NASCITA CHE COMBATTE SEMPRE IN NOME DELLA SPERANZA.


Non si può biasimare Dio se l’uomo si fa del male da solo, o cerca le ombre per avere più di quanto non possa.

Capisco i vostri dubbi, sono quelli di tutta l’umanità.

Le malattie, le carestie, le guerre, un Dio buono non dovrebbe permetterlo.

Eppure Dio non è una balia, non è nemmeno un djinn che esaudisce desideri, egli ha creato la natura e l’uomo e ha dato loro il potere di gestirsi da soli.» «Ci ha abbandonato?» conclusi io. «No. Ci ha reso liberi»

Il male veniva subito riconosciuto e maledetto. Il bene ignorato. Era la natura dell’uomo.

Mi obbligò a chiudere entrambe le mani sulle impugnature degli strali. «Teneteli, perché vi serviranno.» «A me? Non credo. Non se tornerò in Olanda» commentai, ironico, abbassando le braccia armate. Sorridevo, ma, in realtà, mi sentivo sconfitto. C’erano solo rovine attorno a me. Rovine e cenere. «Tornare in Olanda? Per quale motivo?» chiese. «Perché qualsiasi persona sana di mente, dopo quello che ho visto stasera, si guarderebbe bene dallo sprofondare sempre più nell’ombra.» «Voi non siete sano di mente, o non sareste qui» commentò, poggiando una delle ampie mani sulla mia spalla.


2 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon