"𝓣𝓲 𝓬𝓸𝓷𝓸𝓼𝓬𝓸 𝓶𝓲 𝓬𝓸𝓷𝓸𝓼𝓬𝓲" 𝓭𝓲 𝓡𝓮𝓷𝓪𝓮 𝓚𝓪𝔂𝓮

Amici delle Gatte, la nostra Luna oggi ci parla della sua ultima lettura.

"Ti conosco mi conosci", quarto libro delle serie Loving You di Renae Kaye, edito da Triskell edizioni, pubblicato lo scorso 18 gennaio.

Siete curiosi di vedere cosa ne pensa...? Andiamo...

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Ti conosco, mi conosci

Autore: Renae Kaye

Editore: Triskell edizioni

Genere: Romance - MM

Serie: Loving you #4

Formato: ebook - cartaceo

Prezzo: 4,99€ - 12,00€

Data di pubblicazione: 18 gennaio 2021

Link di acquisto: https://amzn.to/3bWbnFh


SINOSSI:


Possono due amici, divenuti amanti occasionali, lasciarsi alle spalle errori del passato ed errate supposizioni, per costruire qualcosa di duraturo?


Shane, tranquillo topo di biblioteca, ha un grosso segreto, che custodisce da quindici anni: lui e Ambrose Jakoby, superstar del football australiano, sono cresciuti porta a porta.


Sono stati amici intimi e Shane lo ha sostenuto durante gli anni della scuola.


Una notte però, tutto è cambiato.


Prima che Ambrose lasciasse Perth, da spaventato diciottenne, e andasse a Melbourne per iniziare la sua nuova carriera da giocatore, lui e Shane hanno passato la notte insieme.


Per i nove anni successivi, ogni volta che Ambrose tornava in città, i due hanno portato avanti una relazione da amici con benefici. Shane non ha mai saputo, con esattezza, in che termini fossero o in quale modo definire la sessualità di Ambrose.

E Ambrose nemmeno.


Poi, durante l’ultimo Natale, le cose sono di nuovo cambiate; un dissapore ha messo alla prova la loro amicizia e Shane ha giurato di dimenticare il suo amore non corrisposto.


Ma ora Ambrose è tornato, si sta riprendendo da un infortunio e spera di farsi perdonare.

Sostiene di essere pronto a una vera relazione.

Shane dovrà decidere se Ambrose è sincero e capire se la sua anima da Tassorosso sia disposta o meno a rischiare.

a cura della nostra Luna:

I personaggi di questa serie sono componenti di un gruppo di amici, che in realtà rappresentano una vera e propria famiglia. Shane a differenza di tutti è quello più schivo, ci viene presentato come un ragazzo senza muscoli né tatuaggi, ama rifugiarsi nella solitudine anche se sempre in compagnia di un buon libro. Ironico e frizzante affronta la sua vita in apparenza in modo passivo, si lamenta che nessuno lo nota, nessuno lo ama, nessuno lo vuole, ma è ben lontano dalla verità.

Ambrose è il suo esatto opposto. I due sono amici sin da quando sono molto piccoli, ma Ambrose ha ben chiaro cosa vuole diventare, entrerà infatti a far parte della AFL, il suo sogno si avvera; dovrà però separarsi dal suo amico Shane. Sono legati da un’amicizia strettissima, non solo hanno frequentato la stessa scuola, le loro madri sono entrambe single e amiche, ed hanno vissuto uno accanto all’altro, fino a quel momento.

Nonostante la distanza, i protagonisti mantengono un rapporto fatto di incontri saltuari, di notti di sesso che però tengono nascosto al resto del mondo, il tempo passa e Shane, non capendo bene le intenzioni di Ambrose, prende una decisione netta - evitarlo.

La loro storia si sviluppa su un grosso malinteso, che non eviterà il loro rincorrersi, il cercarsi senza giungere a molto, almeno fino a quando non avranno il coraggio di affrontare il vero discorso. Che avverrà quando… questo dovrete scoprirlo voi!


[…] A volte l’amore è un rombo di tuono, un’emozione che ruggisce, un’esplosione di ormoni. Altre volte è il dolce fruscio di una pagina che viene voltata, la soddisfazione di un lavoro ben fatto, di una reciproca conoscenza. […]


Il romanzo è scritto in un unico pov, che è quello di Shane. La scrittura si presenta sempre scorrevole e dinamica, grazie anche all’allegra compagnia di amici. I dialoghi sono ben strutturati e efficaci al fine dello svolgimento dei fatti. Ho molto apprezzato l’idea “dell’intervista” ad inizio di ogni capitolo.

L’unico appunto che mi sento di fare, è quello di non aver approfondito la caratterizzazione di Ambrose un po’ meglio.

Quando viene fatto un accenno specifico, in questo caso mi riferisco alla demisessualità, andrebbe definito con più focus, dandogli la giusta importanza.

Reputo comunque, “Ti conosco, mi conosci”, un buon libro, dove i sentimenti hanno la loro importanza, dove l’amore è il fulcro della storia, e non c’è spazio per le etichette e nessun genere di limite.

Una lettura che consiglio, nella vita c’è sempre posto per un po’ di dolcezza in più.

Le Gatte ringraziano la Triskell edizioni per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


10 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni