𝓡𝓮𝓿𝓲𝓮𝔀 𝓟𝓪𝓻𝓽𝔂 - "𝓞𝓶𝓲𝓬𝓲𝓭𝓲𝓸 𝓪 𝓻𝓮𝓰𝓸𝓵𝓪 𝓓'𝓪𝓻𝓽𝓮"

Amici delle Gatte partecipiamo al Review Party dedicato al libro "Omicidio a regola d'arte" di Letizia Triches, pubblicato il 14 gennaio da Newton Compton editori.

Per il Blog lo ha letto la nostra Birba, curiosi di sapere cosa ne pensa.....?

Andiamo a leggere...

SCHEDA LIBRO:


Titolo: Omicidio a regola d'arte

Autore: Letizia Tricher

Editore: Newton compton editori

Serie: Le indagini del commissario Chiusano

Pagine: 320

Formato: Ebook - cartaceo

Prezzo: 4,99€ - 9,40€

Data di pubblicazione: 14 gennaio 2021

Link di acquisto: https://amzn.to/3sGWDAP


SINOSSI:


Nulla accomuna Chantal Chiusano, commissario appassionata e tenace, e Sara Steno, se non il fatto di avere sposato due pittori, entrambi morti a pochi giorni di distanza l'uno dall'altro: Giovanni Aiello, artista di grande talento ma di scarsa fortuna, e il famoso Michele Mosti, ucciso insieme alla sua giovane amante secondo un rituale raccapricciante, di brutalità inaudita.


I loro corpi sono stati ritrovati nudi, con il cranio fracassato da un oggetto pesante e con un sacchetto sul volto, sfigurato da ustioni.


Il commissario Chantal Chiusano è chiamata a occuparsi dell'omicidio di Mosti, e le sue indagini iniziano proprio dalla vedova.


Sara Steno è una psichiatra e si dimostra subito collaborativa, fornendo informazioni sul lavoro del marito.

Più Chantal indaga sulla vita segreta del famoso pittore e più si rende conto che ci sono altri crimini, rimasti a lungo senza colpevole, che potrebbero essere finalmente risolti.


Critici potenti, fragili antiquari, mercanti senza scrupoli, filosofi e giovani di belle speranze si aggirano sullo sfondo di una Napoli inquieta, dove nulla è come appare.

a cura della nostra Birba:


Miciolosi e miciolose, Napoli fa da sfondo e personaggio comprimario con Chantal, Giovanni, Sara, Michele, Gaetano, Sofia, Giulia, Gaetano e Dimitra a questo giallo ambientato tra salotti, gallerie, vicoli oscuri, poveri e bohémienne. Nelle sue strade si dipanano le vicende dei nostri personaggi, in questo romanzo che trascina il lettore in un vortice di sospetti e di colpi di scena che non lasciano tregua fino all’ultima pagina.

L’autrice mi ha intrigato e tenuto con il fiato sospeso fin dalla prima pagina; ho accompagnato l’Ispettore Chantal Chiusano nelle indagini sulla morte di persone collegate tra loro dal sottile filo dell’arte, della pittura in particolare.

L’Accademia dell’Arte infatti sembra essere il punto focale intorno cui gravitano i destini dei personaggi. Filosofia, arte, decadenza, falsificazione d’autore, questi i temi che si rincorrono tra le pagine del libro.

L’uso di POV alternati di diverse persone, tra le quali un’anima appena separata dal corpo, è stato un escamotage letterario che si è ben adattato a questa trama, lasciandomi impressionata per l’effetto coinvolgente che ha avuto su di me.

Ve lo consiglio caldamente se volete trascorrere un fine settimana diverso in compagnia di personaggi intriganti, quasi vivi e di un giallo “a regola d’arte”; fatevi catturare dall’Ispettore Chiusano, una donna capace, caparbia con una intelligenza e un intuito che non hanno niente da invidiare ai “miti letterari” più conosciuti.


“Un omicidio come un’opera d’arte. È accaduto”

* “Un pensiero le era entrato nel sangue”

Le Gatte ringraziano la Newton compton per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.


23 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni