"Anima di cristallo - Nigredo" di Zoe Blac

Amici delle Gatte buongiorno.

La nostra Luna ci parla oggi del nuovo libro di Zoe Blac "Anima di cristallo - Nigredo", primo volume della omonima Trilogia, pubblicato in self il 7 febbraio.

Siete curiosi di leggere cosa ne pensa..... ?

SINOSSI:


Per le strade di Londra si può fuggire dal proprio passato, ma non ci si allontana mai troppo da se stessi.

Michelle è una giovane donna che vuole voltare pagina e realizzarsi come fotografa di moda nella capitale del Regno Unito.

La fine di una storia malata l’ha resa ruvida, insicura, ha eclissato il suo carattere.

Quando incontra Rush capisce subito che lui è tutto ciò che non dovrebbe più volere.


L’uomo ha sulle spalle un passato che è un macigno e vive un presente fatto di pochi rapporti crudi ed essenziali.

Il futuro che la sua famiglia vorrebbe imporgli è una trappola in cui cerca di non cadere.

Scontrarsi, per loro, è quasi inevitabile.

Un filo d’acciaio si tende da subito tra i due giovani, una scia solida che guida gli impulsi di energia elettrica da l’uno all’altro capo e che, a mano a mano, si ispessisce e si accorcia.

Cosa si cela nelle pieghe profonde della paura dei legami?

Perché non riusciamo a sottrarci dal farci del male?

E qual è la distanza minima che separa ciò che è ingiusto per noi stessi da ciò che è giusto per l’amore?


RECENSIONE

della nostra Luna:


Michelle è una giovane donna scottata da un storia dolorosa e violenta, decide di partire per Londra portandosi con sé una valigia, la sua adorata macchina fotografica, pronta a stravolgere la sua vita pur di realizzare il suo sogno.


Lavorare per una rivista di moda affermata le darà questa occasione.

Nella metropoli Britannica ad accoglierla ci sarà la sua coinquilina Denise e il suo gruppo di amici.

Michelle, per tutelarsi dai qualunque rapporto, cercherà di tenere un comportamento distaccato, ma verrà comunque coinvolta dalle amicizie e dal fratello di quest’ultima.


Italy, così verrà soprannominata Michelle, è un personaggio a tratti malinconico, sfuggente, che non sempre è in grado di accettare la sue forme rotonde, che non sa effettivamente quanto in realtà sia bella.

È una donna caratterizzata da mille contrasti, non posso negare che spesso mi abbia fatto perdere le staffe.

Credo che questa caratterizzazione sia stata il vero intento dell’autrice: rimarcare una fragilità dettata dall’ insicurezza, da una delusione subita, forse ingiustamente; nonostante questo però la sua natura socievole la porta di tanto in tanto a tentare di uscire dal guscio ed è proprio in una di queste occasione che incontrerà Rush.


Lui è un produttore musicale di grande talento e fama.

Introverso, riservato, appare indifferente a tutto ciò che lo circonda, ma la realtà dei fatti è ben diversa.

Tra i due scatterà sin da subito una forte attrazione, in modi diversi questa verrà inizialmente respinta da entrambi.


Rush predilige storie fatte di mero sesso senza coinvolgere i sentimenti, Italy non è pronta né per questo e neppure forse, a far posto nel suo cuore ad un altro uomo, che quasi sicuramente la farà soffrire.


L’autrice più volte si soffermerà su questi aspetti della loro storia, rafforzando le contraddizioni che talvolta caratterizzano le scelte dei due protagonisti; questo fatto non fa altro che esaltare le loro personalità.

Rush la respinge a volte la tratta in modo rude eppure scorge qualcosa in lei, la sprona a non nascondersi, e a rivelarsi per ciò che è;


Michelle sarà disposta a spogliarsi della sua corazza? Sarà capace di far fronte a un uomo tanto complesso quanto protettivo e attento, pur mal celando questo suoi aspetti?


I loro dialoghi sono veri e propri “duelli”, che vi porteranno ad avere i nervi tesi!

Un miscuglio di emozioni li coinvolgeranno, il lettore sarà trascinato lì con loro e dovrà barcamenarsi tra una passione che non si riesce a contenere e la testardaggine e i limiti che entrambi si impongono.


Di colpo, avvertì una gran voglia di sfidarla

In un fatale corpo a corpo,

osteggiando la sua falsa rigidità per

obbligarla ad urlare il suo nome spinto fuori

da un orgasmo devastante

L’urgenza di avanzare le proprie pretese

Su di lei si era fatta fortissima

E ormai impossibile

Da ignorare


Un romance coraggioso, nelle parole di Zoe si evince la sua determinazione di voler scrivere un romanzo basato su forti contrasti: paure e disinvolture, passione e ritrosie, delicatezza e arroganza.

E una celata ma evidente fragilità di entrambi i protagonisti.


La storia è coinvolgente e sulle ultime battute si rimarrà con il dito sospeso, pronti a girare una pagina che non ci sarà… personalmente non sono una lettrice che si scompone davanti a questo, i cliffhanger mi piacciono.


Se vogliamo è un modo per metabolizzare una storia e farla propria.


Ho dedicato qualche minuto ricercando la radice del significato Nigredo, ho scoperto essere un termine latino che significa colore nero oppure nerezza, in alchimia è inteso come il passo iniziale nel percorso di purificazione e decomposizione.


Distruggersi per ricostruirsi.


Credo sia stato questo l’intento dell’autrice dando voce ai due personaggi principali.


Consapevole e capace, con la sua penna serafica e del tutto priva di fronzoli, va sempre diritta al punto senza troppi giri di parole sceglie la tecnica del mostrare più che quella del raccontare; tecnica che in questo caso si è rivelata essere decisiva.


Attendo con trepidazione il sequel, che so già essere in fase di revisione!


Buona lettura a tutte cari Gattini.




Valutazione di lettura: 😻😻😻😻😻


Fiamme: 🔥🔥🔥🔥




Le Gatte ringraziano Zoe Blac per la copia digitale e il materiale del libro ricevuto in omaggio.




0 visualizzazioni

Collaborazioni

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon