7 𝘽𝙡𝙤𝙜 𝙥𝙚𝙧 1 𝙖𝙪𝙩𝙤𝙧𝙚: 𝙈𝙞𝙘𝙤𝙡 𝙁𝙪𝙨𝙘𝙖

Amici delle Gatte per la rubrica "7 Blog per 1 autore", oggi vi presentiamo i personaggi del libro "Maya 30.31" di Micol Fusca, edito Ali Ribelli edizioni, pubblicato il 16 febbraio scorso.

TERZA TAPPA: CASTDREAM


Raccontaci qualcosa sui protagonisti del romanzo con descrizioni a livello fisico e caratteriale.


I protagonisti principali del romanzo sono cyborg, umani “adeguati” che conservano il solo cervello biologico.


MAYA

Maya (Trenta, trentuno) è un’Originaria, ha conosciuto il mondo prima dell’apocalisse e prova nostalgia del passato.


È animata da una grande speranza, anche se è cocciuta e a volte infantile.


Migliaia di anni sulle spalle non l’hanno migliorata, per alcuni aspetti è ancora un’adolescente in preda all’alternarsi delle emozioni.


Ha scelto come guscio un corpo identico a quello che aveva prima di perderlo.


Appare come una giovane asiatica: occhi scuri e lunghi capelli neri.


ERACLE

Eracle (Novantaquattro, trecento sessanta, novantasei, settantadue) è nato un millennio dopo la catastrofe e non ricorda altra vita.


Il suo corpo gli è stato sottratto quando era ancora neonato e non conosce le sensazioni della carne.


L’involucro che veste al momento del racconto è umanoide.


Il suo involucro metallico è argenteo e il suo volto può assumere le caratteristiche che gli permettono di articolare espressioni facciali qualora necessiti farlo.


Maya lo definisce una Montagna di Metallo ed è così che appare: monolitico.


Il suo carattere è gentile, curioso. Posato, serio e autorevole. “L’adulto” della situazione.


BIRILLO:

Nemmeno Birillo (Settecento quaranta, undici, novantadue, trentasei) ha mai visto un cielo azzurro; è stato adeguato alla nascita.


Nato secoli prima di Eracle, negli ultimi cicli della sua vita ha condiviso con quest’ultimo l’incarico di vigilare delle coppie umane selezionate per dar vita ad una prole.


Il tempo lo ha fatto sprofondare nella tristezza, tanto da aver chiesto di essere dismesso. L’arrivo di Maya sconvolge la sua vita, ma grazie a lei trova uno scopo.

Gentile, pacato e timido, è inizialmente diffidente. La nuova compagna gli appare del tutto imprevedibile e preferisce prendere le distanze per poi diventare suo complice.


Maya ha scelto di chiamarlo in quel modo perché il suo aspetto fisico richiama quello di un birillo. Allungato, possiede braccia e mani ferme, capaci, ed occhi che riescono a trasmettere emozioni autentiche.

IL LIBRO:



Maya è figlia di un mondo oramai morto: una catastrofe planetaria ha costretto il genere umano a gravi decisioni, privandolo dei beni più cari.



La sua mente ancora sogna, prova emozioni; imprigionata in un corpo meccanico, Maya anela quello di carne e sangue che è stata costretta ad abbandonare.



Ancora lo “sente”, come un arto fantasma. È questa sua umanità a guidarla, in un’avventura che saprà ridare speranza a quanto rimane del genere umano.

Le Gatte ringraziano Micol Fusca per il materiale del libro ricevuto in omaggio e vi invitano a seguire tutte le tappe per conoscerlo meglio....


LUNEDÌ - Tutto sul romanzo - IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV

MARTEDÌ - Ambientazione - IN COMPAGNIA DI UNA PENNA

MERCOLEDÌ - Cast Dream - TRE GATTE TRA I LIBRI

GIOVEDÌ - Un messaggio da scoprire - ANIMA DI CARTA

VENERDÌ - Un'immagine che racconta - LIBERA_MENTE

SABATO - Intervista all'autore - READING IN TRUE LOVE

DOMENICA - Intervista al personaggio - GLI OCCHI DEL LUPI

9 visualizzazioni0 commenti

Thanks! Message sent.

Collaborazioni