7 Blog per un autore: Alessio del Debbio

Amici delle Gatte per la rubrica "7 Blog per 1 autore", oggi vi presentiamo i personaggi del libro di Alessio Del Debbio, "La guerra dei lupi”,un romanzo urban fantasy ambientato in Toscana, edito da Il Ciliegio Edizioni.

TERZA TAPPA: CASTDREAM


Raccontaci qualcosa sui protagonisti del romanzo con descrizioni a livello fisico e caratteriale.


Ciao a tutti. Ecco i personaggi di “La guerra dei lupi”.

ASCANIO:


Trent’anni, officiante della Madre Terra, è cresciuto con Gigi, Gianni e la loro banda di amici nascondendo loro un segreto, qualcosa che lo faceva sentire diverso, che lo rendeva diverso, e che fino ad oggi non è mai riuscito a confessare loro.

Perché non voleva che le cose cambiassero, che lo guardassero diversamente.

Voleva che tutto rimanesse come fosse. Questo suo attaccarsi al passato, a quando tutto era più semplice e i tempi più felici, sarà una costante del suo agire, e determinerà molte scelte. Discende da una lunga linea di stregoni che risale addirittura alla Prima Congrega e, come tale, può evocare e controllare gli elementi della natura, per quanto ciò richieda studio, attenzione e energia. Un modello fisico può essere Colin O’Donoghue.

DANIEL:


In origine Daniele Rivieri, si è lasciato quel nome e quella vita alle spalle quando ha disertato dal fronte, durante la Prima Guerra Mondiale, e si è rifugiato sull’Appennino, per scappare ai cani, ai soldati e alle ire della famiglia che lo ha disconosciuto. Diventato un ulfhedinn, un guerriero-lupo di Odino, ha imparato l’armonia della vita tra i boschi, della vita in branco, scoprendo infine quel vivere in famiglia, quel sentirsi al sicuro e protetto, che solo il branco è stato in grado di dargli.

Quando questo si sgretolerà, inizierà per lui una vita da fuggiasco. Nel branco, Daniel è l’omega, l’ultimo anello della catena, quello su cui tutti i lupi si sfogano per tirar fuori la tensione accumulata e impedire scontri per il potere.

Un ruolo difficile, pesante da sopportare, ma che ha accettato per non rinunciare a sentirsi parte di qualcosa di più grande, per non sentirsi solo. Ama Ascanio ed è molto affezionato a sua sorella Marina. Un perfetto interprete per Daniel sarebbe Richard Madden.

MARINA:


Sorella di Daniel, una delle poche donne-lupo d’Italia.

Lo ha seguito in lungo e in largo per la penisola, nei loro spostamenti improvvisi, nelle loro fughe per impedire che i Figli di Cardea li trovassero e li cacciassero. Per il fratello ha rinunciato a tutto, anche alla sicurezza di un matrimonio che, pur infelice e violento, l’avrebbe sistemata economicamente. È forte, orgogliosa, non si piega facilmente, non cede ai ricatti e non ama i compromessi. Una perfetta interprete per Marina sarebbe CLAIRE HOLT.


L’OMBRA:


Uno degli antagonisti di “La guerra dei lupi”, l’ombra tesse le fila del branco, imponendo le sue scelte da ormai cento anni.

La sua storia e l’origine del suo odio saranno approfonditi nel corso del romanzo, fino allo svelamento finale. Ciò che colpisce di questo personaggio non è la sua cattiveria, bensì la sua volontà di sopravvivere, quell’istinto innato nell’essere umano che lo porta a resistere, a stringere i denti, nonostante tutto, a non rinunciare a quello scampolo di vita che possa permettergli di esistere ancora.

E per sopravvivere, per vivere ancora, “L’Ombra” è disposta a fare di tutto. Sfortunati coloro che si porranno sul suo cammino! (Non è possibile abbinare un’immagine, poiché l’Ombra non ha un solo aspetto).